comunicato stampa Schiavarelli "Inquieto vivere"

comunicato stampa Schiavarelli "Inquieto vivere" MARIA LUCREZIA SCHIAVARELLI INQUIETO VIVERE Sede espositiva: spazi urbani di Anzola Emilia (Bo), le opere sono dislocate nei pressi di P.zza Berlinguer - Via XXV Aprile (Ponte Ghironda) - Via Emilia, 98 - Via Risorgimento, 20 - Centro Sportivo (Bocciofila, lato parcheggio via Chiarini) - Via Terra e Mare (parcheggio Coop) - Biblioteca Comunale E. De Amicis, P.zza Giovanni XXIII Inaugurazione: Venerdì 18 Maggio 2007, ore 20.00 Biblioteca Comunale E. De Amicis, P.zza Giovanni XXIII, Anzola dell'Emilia (Bo) Durata: 18 maggio 3 Giugno 2007 Ente Promotore: Assessorato alla Cultura di Anzola dell'Emilia Per informazioni: ufficio cultura tel. 051.6502157/158 - cultura@anzola.provincia.bologna.it -www.comune.anzoladellemilia.bo.it L'Assessorato alla Cultura di Anzola dell'Emilia è lieto di presentare, Venerdì 18 Maggio 2007 alle ore 20.00 presso la Biblioteca Comunale E. De Amicis di Anzola dell'Emilia (Bo) la mostra personale di Schiavarelli Maria Lucrezia dal titolo Inquieto vivere_.

01/mag/2007 13.20.00 Cultura Anzola Emilia Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
MARIA LUCREZIA SCHIAVARELLI
INQUIETO VIVERE

Sede espositiva: spazi urbani di Anzola Emilia (Bo), le opere sono dislocate nei pressi di P.zza Berlinguer - Via XXV Aprile (Ponte Ghironda) - Via Emilia, 98 - Via Risorgimento, 20 - Centro Sportivo (Bocciofila, lato parcheggio via Chiarini) - Via Terra e Mare (parcheggio Coop) - Biblioteca Comunale E. De Amicis, P.zza Giovanni XXIII
Inaugurazione: Venerdì 18 Maggio 2007, ore 20.00 Biblioteca Comunale E. De Amicis, P.zza Giovanni XXIII, Anzola dell'Emilia (Bo)
Durata: 18 maggio 3 Giugno 2007
Ente Promotore: Assessorato alla Cultura di Anzola dell'Emilia
Per informazioni: ufficio cultura tel. 051.6502157/158 - cultura@anzola.provincia.bologna.it -www.comune.anzoladellemilia.bo.it



L'Assessorato alla Cultura di Anzola dell'Emilia è lieto di presentare, Venerdì 18 Maggio 2007 alle ore 20.00 presso la Biblioteca Comunale E. De Amicis di Anzola dell'Emilia (Bo) la mostra personale di Schiavarelli Maria Lucrezia dal titolo Inquieto vivere. La mostra si compone di 7 stampe fotografiche su pvc di grande formato (4 metri per 3) installate negli spazi pubblici di Anzola dell'Emilia e di 3 stampe fotografiche installate nei locali della Biblioteca Comunale.
All'inaugurazione saranno presenti: Loris Ropa, Sindaco - Massimiliano Lazzari, Assessore alla Cultura




Il quieto vivere è una condizione che ognuno riesce a prefigurare, almeno per sè, e descrivere. Così come riusciamo a percepire facilmente il contrario: l'inquietudine pura e semplice. Tutto si complica quando si tratta di decifrare e rendere
manifesto il tasso di inquietudine che circola nel nostro quotidiano. Quanta incertezza è contenuta nelle nostre certezze? Quanto rischio nella sicurezza? Quanta illusione nella realtà ? Queste domande non sono per Schiavarelli di genere scientifico o politico ma di natura poetica. Portate in uno spazio pubblico, laddove la consuetudine del guardare
non si aspetta di vederle, alcune immagini di grande formato, semplici, a loro modo reali(come una gamba calzata di seta), rivelano silenziosamente quella sottile inquietudine che serpeggia nella percezione solita, abituale, serena, di questo o quell'altro edificio, di una piazza, un parcheggio, ecc. Lo sguardo a volte crudele, a volte immaginifico dell'artista trasforma una gamba in un fantoccio, la piega come fosse di gomma, evoca il corpo inorganico delle bambole alle quali, a differenza del nostro corpo, si possono infliggere anche le più atroci sofferenze senza che provino alcun dolore.
La rara possibilità di conservare nel cuore una scintilla d'infanzia, con l'arte di Schiavarelli cessa di essere un segreto personale (il segreto
dell'artista) e diviene segreto pubblico. L'inquieto vivere dunque come condizione comune, patrimonio genetico di tutti.
Le immagini dell'artista non propongono rimedi, non esprimono giudizi, nè cercano risposte, ma, fosse pure per un commento dubbioso dei passanti, sono destinate a mantenere in vita la percezione attiva del luogo. Viva, attiva, dunque inquieta.
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl