Installazioni di GOLA CARPI MORLOTTI. Tre stagioni fra gli alberi - 11 e 19 / 20 marzo 2016, Olgiate Molgora

Aldo Carpi,, Mondonico, 1942, olio su tela, cm 50 x 60 Foto © Bellati Editore Aldo Carpi fu sfollato a Mondonico durante i primi anni della seconda guerra mondiale.

Persone Dorina Zucchi, Ennio Morlotti, Aldo Carpi, Emilio Gola, Anna Caterina Bellati Ci, Massimo Cogliati
Luoghi Adda, Brera, Oggiono, Olgiate Molgora, Mondonico, Brianza, provincia di Lecco
Organizzazioni Bellati
Argomenti pittura, arte

12/mar/2016 19.57.42 Bellati Editore Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

GOLA  CARPI  MORLOTTI

TRE STAGIONI FRA GLI ALBERI

 

 

 

Olgiate Molgora (LC) 

 


 

 

 

Percorso con installazioni che riproducono i quadri di

GOLA CARPI MORLOTTI

 

 


 

Presentazione a cura di

 

MASSIMO COGLIATI

FRAMMENTI DI LANGOBARDIA TRA ADDA E MOLGORA

 

ANNA CATERINA BELLATI

TRE STAGIONI FRA GLI ALBERI

 


 

Sede Presentazione

presso la SCUOLA MATERNA di viale SOMMI PICENARDI

 

Venerdì 11 marzo, ore 21

 


 

copertina GOLA CARPI MORLOTTI


Appunti su tre storie della pittura lombarda 

di Anna Caterina Bellati

Ci sono luoghi provvisti di una tale bellezza da parlare agli sguardi più aperti. 

Mondonico è stato uno di questi.


Il Naturalismo lombardo inizia con Emilio Gola. L’artista di Olgiate ha descritto con passione costante ogni mutamento di luce, ogni stagione, ogni fiato di vento di un posto preciso, Mondonico, frazione rurale fra le colline della Brianza. E in quel suo mescolare alla natura scene di vita quotidiana si coglie la consapevolezza di dover salvare, almeno in forma visiva, un territorio sereno, bellissimo e allora incontaminato.

Grazie alla costante attenzione del conte-pittore, Mondonico è diventato uno dei luoghi celebri della nostra pittura, un santuario di campagna dove molti artisti si sono recati cercando rifugio e una propria identità coloristica. Così hanno fatto, in tempi diversi, anche Aldo Carpi e Ennio Morlotti.

 

 

http://www.bellatieditore.com/gola-carpi-morlotti.html

 


 

Nel 2003 il Comune di Olgiate Molgora organizzò una mostra intitolata Gola Carpi Morlotti. Tre stagioni fra gli alberi.

L’obiettivo dell’esposizione non fu solo quello di rendere omaggio ai tre artisti che, per motivi diversi, avevano operato sul territorio comunale, ma anche offrire la possibilità di apprezzare i luoghi rappresentati nei dipinti, il Buttero (la dimora di Emilio Gola) e Mondonico (la frazione olgiatese ai piedi del Monte di Brianza dove, affiancati, c’erano la residenza di Aldo Carpi e lo studio dello stesso Gola; lì, per qualche tempo, aveva soggiornato anche Ennio Morlotti).

Ora si vuole completare il progetto avviato installando una serie di pannelli che riproducono alcuni di questi dipinti, in modo da ricreare un percorso ideale nei luoghi rappresentati dai tre artisti.

Il titolo Tre stagioni fra gli alberi rimanda a tre stagioni della pittura italiana, e lombarda in particolare, le cui ragioni sono documentate nel catalogo della mostra del 2003, pubblicato dal Comune di Olgiate Molgora e dalla casa editrice Cattaneo, di Oggiono.

Seguendo il percorso del progetto, in un ambiente piacevole e incontaminato, partendo dal Buttero fino alle colline e al Valloncello di Mondonico si incrociano i luoghi che hanno ispirato i tre pittori e che, fortunatamente, hanno per lo più mantenuto intatta la bellezza di allora.

Con questa proposta l’Amministrazione Comunale di Olgiate Molgora intende proseguire l’attività di valorizzazione del patrimonio paesaggistico, storico e artistico del proprio territorio in continuità con le iniziative realizzate negli anni precedenti.

Essa persegue questo obiettivo nonostante le ristrettezze finanziarie e i vincoli alla spesa dati dalla congiuntura economica e dalla normativa vigente.

Un ringraziamento particolare a coloro che hanno ideato e contribuito a realizzare questo progetto, agli sponsor che lo hanno sostenuto.

 

 

Dorina Zucchi

Sindaco di Olgiate Molgora

 

 


 Gola, Alta Brianza

 

 

Emilio Gola, Alta Brianza o Il Valloncello di Mondonico, 1897 circa, olio su tela, cm 82 x 126

 

Foto © Bellati Editore

 

 

Emilio Gola (1851-1923) fra ‘800 e ‘900 si affermò come uno dei maggiori post-impressionisti italiani maturando la propria scrittura poetica nell'alveo del Naturalismo lombardo in cui seppe coniugare la propria profonda cultura e la sua straordinaria vena pittorica. Di lui si può senza dubbio dire sia il primo“moderno” della terra lombarda. Le sue pennellate larghe e già materiche e lo studio della “macchia” nonché del chiaroscuro hanno in seguito improntato il mestiere di altri pittori che con lui o i suoi quadri ebbero direttamente a che fare.

 

 

 Carpi, Mondonico


Aldo Carpi,, Mondonico, 1942, olio su tela, cm 50 x 60

 

Foto © Bellati Editore

 

 

Aldo Carpi fu sfollato a Mondonico durante i primi anni della seconda guerra mondiale. Qui frequentò il Buttero benché Gola fosse ormai scomparso da vent'anni e restò affascinato dal suo lavoro nonché dal paesaggio che tanti goliani avevano raccontato. Era a Mondonico quando fu arrestato dalla polizia fascista proprio fra queste colline. Da qui la storia terribile è nota: trasferito prima a Mauthausen e poi a Gusen, Carpi riuscì a rischio della vita a comporre le sue memorie edite in seguito con il titolo di Diario di Gusen.

 

 

Morlotti, Dossi

 

Ennio Morlotti,  Dossi, 1946, olio su tela, cm 80 x 80

 

Foto © Bellati Editore

 

 

Fra gli studenti di Carpi, direttore di Brera, diventati “grandi” ci fu Ennio Morlotti (1910-1992) che lo considerò sempre suo maestro di vita. Non si vuole costringere il terzo degli artisti rappresentati, Morlotti appunto, a vestire i panni della lezione goliana. Affatto. La forma (o meglio non-forma) che il paesaggio di questo angolo di Brianza assunse in lui è quanto di più lontano ci sia dal Naturalismo, ma da lì ha preso le mosse. Così le Adda burrascose di materia che il lecchese dipinse negli anni '50 nascono, almeno concettualmente, come lettura e rifiuto del Valloncello di Mondonico.

 

 

 


 

Comune di Olgiate

 comune

 

 

In collaborazione con

Comitato Gemellaggi di Olgiate Molgora

comitato


 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl