Giuseppe Didone - I colori del lago

11/mag/2007 12.00.00 giovanna gatti Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

                                                                                                                 COMUNICATO STAMPA

 

 

GIUSEPPE DIDONE - I COLORI DEL LAGO

L’Associazione Cuturale Wivi - Arte e Musica, con il patrocinio della Regione Lombardia, in collaborazione con il Comune di Abbadia Lariana e la Fondazione Ercole Carcano, organizza la mostra retrospettiva Giuseppe Didone “I colori del lago”.

 

Fondazione Ercole Carcano - via Statale,7 Mandello del Lario - ingresso libero

10 - 24 giugno 2007

ore 16.00 - 20.00 Lunedì chiuso

 

Civico Museo Setificio  Monti - via Nazionale,93 -  Abbadia Lariana -  ingresso libero

27 giugno - 8 luglio 2007

ore 16.00 - 20.00 Lunedì chiuso

 

Catalogo in mostra. Il ricavato della vendita  sarà devoluto in beneficenza all’Opera Cardinal Ferrari di Milano

 

Iniziative correlate:

Musica - domenica 1 luglio 2007 ore 20,45 Comune di Abbadia Lariana

Concerto per pianoforte Musiche della prima metà del ‘900

Letteratura - martedì 3 luglio 2007 ore 20,45 Comune di Abbadia Lariana

Letture di Gianfranco Scotti “Leggere i paesaggi lombardi” nella prosa e nella poesia italiana

Fotografia - “Sui luoghi del pittore” Caccia al tesoro fotografica

sabato 7 luglio 2007 premiazione (1° premio mountain bike) e rinfresco offerto dall’Amministrazione Comunale di Abbadia Lariana

 

Info: www.wivi.it  | info@wivi.it

 

 

L’Associazione Culturale WIVI con il patrocinio della Regione Lombardia, in collaborazione con la Fondazione Ercole Carcano, il Comune di Abbadia Lariana e il Civico Museo Setificio Monti, organizza  l'incontro con l’opera del pittore Giuseppe Didone (1903-1965) la cui figura intellettuale, di spicco nel panorama milanese e lecchese, non deve essere dimenticata. L’artista, allievo di Ambrogio Alciati all’Accademia di Brera, operò a Milano tra gli anni ’20 e ’60 del Novecento. Valente ritrattista della borghesia industriale, fu molto apprezzato dalla critica dell’epoca e ripetutamente chiamato per la realizzazione di ritratti di personalità autorevoli nel campo dell’industria, della politica e del mondo ecclesiastico. Tra questi citiamo: il Cardinale Andrea Carlo Ferrari, Padre Agostino Gemelli, il Maestro Arturo Toscanini, le famiglie  Carcano, Caproni, Pirelli, Zambeletti, Redaelli, Treccani.

Innamoratosi del Lario lecchese vi si stabilì per diversi anni durante i quali realizzò molti paesaggi. La mostra prevede un percorso espositivo di opere paesaggistiche provenienti da collezioni private che illustrano l’evoluzione dello stile dell’artista nell’arco di trent’ anni di attività.

Nell’ambito della mostra saranno organizzate iniziative complementari nel campo della musica, della letteratura e della fotografia.

Il ricavato dalla vendita di cataloghi e gadget sarà devoluto all’Opera Pia Cardinal Ferrari di Milano, struttura operante nel campo dell’aiuto e recupero dei bisognosi.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl