Mostra di Colantoni- MORAVIA ULTERIORE- Centenario dalla nascita

06/lug/2007 13.00.00 Galleria Tondinelli Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

DOMENICO COLANTONI

 

Moravia Ulteriore

 

a cura di

Costanzo Costantini e Floriana Tondinelli

testi di

Renato Barilli, Costanzo Costantini, Renzo Paris

 

Inaugurazione: mercoledì 11 luglio 2007 ore 18.30

Sede: Galleria Tondinelli- Complesso Monumentale di San Carlino

alle Quattro Fontane - Indirizzo: Via Quattro Fontane, 128/a - 00184 Roma

Tel/fax: 06/4744300 www.galleriatondinelli.it  E-mail: info@galleriatondinelli.it

Durata: 11-31 luglio 2007

Organizzazione e ufficio stampa: Galleria Tondinelli Tel/fax 064744300-

Cell. 339 2314606

Orario: dal lunedì al venerdì dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 16.00 alle 19.00

 

La Galleria Tondinelli presenta dall’11 al 31 luglio 2007 la mostra personale di Domenico Colantoni Moravia Ulteriore, a cura di Costanzo Costantini e Floriana Tondinelli, con testi di Renato Barilli, Costanzo Costantini, Renzo Paris. L’esposizione ha il pregio di illustrare un Moravia inedito ritratto da Domenico Colantoni in tutte le sue forme e in tutte le pose, a figura intera, frammentarie, camuffato da Belzebù, da donna lungo chioma dalla bocca scarlatta e dagli occhi bistrati di nero-blu, perfino da Hitler.

 

La mostra Moravia Ulteriore che è stata presentata a Roma nei primi anni Ottanta alla presenza dello scrittore alla Galleria Toninelli nella sede Piazza di Spagna, viene riproposta a distanza di 25 anni in occasione del Centenario della nascita di Moravia

 

« [….] Domenico Colantoni, il pittore e filmaker italiano molto conosciuto anche all’estero e che ha ritratto personaggi della scena internazionale, fra i quali il compianto geniale cineasta Robert Altman (il ritratto è esposto al Macro in Roma), ha conosciuto Alberto Moravia, specialmente l’Alberto Moravia segreto, molto meglio di altri, meglio anche di quanto non lo avessero conosciuto le sue donne. Egli aveva intrattenuto con lo scrittore romano rapporti speciali, lo aveva ritratto in tutte le sue forme [….] Renato Barilli scriveva in occasione della mostra: “ L’incontro di Domenico Colantoni con un grande scrittore come Moravia non è di quelli fortuiti e occasionali che nascono più che altro da una committenza esterna. L’esistenza di un vincolo assai più interno e organico è testimoniata dalla stessa ossessione con cui l’artista ha insistito nel produrre non già un solo ritratto dello scrittore, bensì una serie nutrita. Inoltre, chi conosce i due anche solo di sfuggita sa che tale rapporto continua anche nella vita privata, dove Colantoni non si stanca di osservare da vicino, di inseguire quella che sembra ormai essere divenuta la sua preda preferita”. Nelle prime pagine dela catalogo era riprodotto il profilo che Moravia aveva schizzato di Colantoni nel 1982. Colantoni aveva inoltre girato dei film sul Moravia privato, sulle tendenze sessuali ed erotiche dello scrittore.   

Nel contesto delle manifestazioni indette dal Comune di Roma in occasione del Centenario della nascita dell’autore degli Indifferenti, questa mostra rappresenta un documento unico ed esplosivo, che non dovrebbe lasciare indifferente nessuno, o almeno nessuno di coloro che amano la realtà e non la finzione, la verità e non la retorica ufficiale» (Costanzo Costantini).

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl