Richard Loskot, Like a Cork on the Water

13/gen/2017 12:13:31 Arte Boccanera Contemporanea Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

RICHARD LOSKOT, "LIKE A CORK ON THE WATER"
BOCCANERA T GALLERY, VIA VENTURA 6, MILANO - IT

Inaugurazione martedì 17 gennaio h. 18.00 | Opening Tuesday 17th of January h 6:00pm

18 gennaio - 4 febbraio 2017 | January 18 - February 4, 2017

Orari di apertura dal mercoledì al sabato dalle ore 16.00 alle ore 19.00 o su appuntamento +393405747013 | Opening  time Wednesday to Saturday from h 4:00pm to 7:00pm or by appointment +393405747013 



L’installazione "Like a Cork on the Water" consiste di due piccoli robot. I robot muovono lungo le loro curve di livello. Ogni robot ha, a diverse altezze, una nuvoletta con un testo. È un’allegoria di due persone viste da due posizioni diverse. È un astratto gioco ambientale.

La pratica artistica sperimentale e tecnologica di Richard Loskot (nato nel 1984 a Most, vive e lavora a Usti nad Labem), mette in scena un`allegoria post-moderna dell`opposizione socio-politica che ha caratterizzato la storia del Sudetenland. Sul pavimento è replicata una sorta di mappa geografica in cui possiamo distinguere le zone montagnose da quelle fluviali. Prima del secondo dopoguerra la popolazione di etnia tedesca, quella più borghese, era solita vivere in alto, presso le montagne, mentre la popolazione di etnia ceca occupava le zone più basse, presso i fiumi. Due macchine elettriche seguono sul pavimento i profili di queste zone, girando senza sosta e senza una meta, portando con se’ ognuna un palloncino volante posto a differente altezza. Il palloncino collocato più in alto dà voce alla comunità tedesca e reca la scritta: “From heights we see distant horizons – other ideas” (Dall`alto vediamo altri orizzonti lontani – altre idee), mentre quello posto più in basso dà voce alla comunità ceca: “Rivers connect us in lowlands and then flow to us – other ideas” (I fiumi ci connettono in pianura e ci portano – altre idee). L`accento posto sull`ultima parte di entrambe le frasi mira a sottolineare una certa comunanza in termini di risultato. Pur non condividendo l`origine etnica e il luogo di insediamento, cechi e tedeschi hanno condiviso l`appartenenza geografica, una certa collocazione e concezione dell`altrove. L`opera di Richard Loskot impiega la tecnologia per realizzare opere sorprendenti, invita all`interazione ripensando lo spazio-tempo e simulando fenomeni naturali che intendono coinvolgere i sensi dello spettatore.

In mostra anche l`installazione "Ocean System": il sistema funziona con il rumore monotono di una radio non sintonizzata. Un semplice controllo dell’intensità del volume e del basso porta alla trasformazione del rumore della radio in quello delle onde dell’oceano. Sentiamo le onde, un suono che evoca l’ambiente poetico, ma la fonte di questo suono sono le onde della radio.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl