Comunicato stampa DE RISUS NATURA

DE RISUS NATURA TRENT'ANNI DI DOLCI SORRISI, SOSTANDO NELLA LUCE ACCECANTE... "Il Mandralisca non è il MoMA di New York", così esordisce Momò Calascibetta parlando di se stesso e della mostra, ma è proprio da questa piccola ma importante realtà museale e dal Ritratto d'uomo di Antonello che parte la sua esperienza e la sua formazione visiva e culturale che lo ha portato dal 1975 ad oggi a cambiare spesso pelle e anche punti di vista ma mai l'identità e l'uso, nella sua affermazione e nella sua negazione, del sorriso e dell'ironia.

30/lug/2007 19.49.00 Kouros Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Gentilissima redazione , invio comunicato stampa della mostra DE RISUS Natura per pubblicazione vostro sito .
Nel ringraziarvi invio distinti saluti  e buone vacanze estive a tutti.

ufficio stampa momo-z-art communications milano



 Assonanze e distanze intorno al tema il "sorriso e l’ironia" di Momò Calascibetta.

Il Museo Mandralisca di Cefalù propone ai suoi frequentatori un percorso artistico e culturale da vivere insieme. Quest’anno, per i suoi contenuti e le sue evocazioni, il percorso ha per titolo: “Il sorriso e l’ironia”. 
E’ proprio all’interno di questo contesto, così saldamente legato al sorriso del “Ritratto d’uomo” di Antonello da Messina, e all’ ironia con cui esso accoglie chi varca la soglia del Palazzo Mandralisca, che viene a inserirsi, con assonanze e distanze, la mostra “De risus natura”,dell’artista Momò Calascibetta ,in quello stesso spazio fisico che accoglie antiche collezioni e ritratti d’antenati che ci osservano dall'alto, privi di sorrisi.

DE RISUS NATURA
         TRENT’ANNI DI DOLCI SORRISI, SOSTANDO NELLA LUCE ACCECANTE...

“Il Mandralisca non è il MoMA di New York”, così  esordisce Momò Calascibetta parlando di se stesso 
e della  mostra, ma è proprio da questa piccola ma importante realtà museale e dal Ritratto d’uomo di 
Antonello che parte la sua esperienza e la sua formazione visiva e culturale che lo ha portato dal 1975 
ad oggi a cambiare spesso pelle e anche punti di vista ma mai l’identità e l’uso, nella sua affermazione e nella 
sua negazione, del sorriso e dell’ironia. 
La modernità e l’universalità dell’arte di Antonello da qualsiasi luogo si irradi, se periferia o centro del 
mondo, mantiene intatto il potere espressivo ed estraniante delle figure ritratte nei limiti della loro uma- 
nità , indagate e spesso derise in questo affascinante e universale gioco psicologico tra il ritratto e colui 
che lo ritrae.  L’opera dell’artista satirico e grottesco Momò  con il suo approccio alla realtà attraverso 
lo sguardo impietoso dell’ironia, strumento di denuncia sociale ma nello stesso tempo distacco e 
potenzialità estrema di lettura e giudizio dei limiti dell’uomo,  è prova  del perpetuarsi e del rinnovarsi 
del messaggio di Antonello da Messina  nell’espressione artistica contemporanea. 
I toni satirici sottolineati da colori  in contrasto, vivaci e  carichi di vita, dalle figure studiate e definite 
da miriadi di segni, stordiscono e stupiscono  suggerendo diversi piani di lettura, aprendo a partico- 
lari infiniti. Ogni opera  crea un mondo parallelo in cui la figura umana è rappresentata sempre con i 
toni satirici dell’eccesso espressi dalla mole delle figure, dalla caratterizzazione dei volti e  dagli sfondi 
delineati  da un volutamente eccessivo virtuosismo del segno. 
L’evento espositivo, comprendente ventisei opere pittoriche  e due sculture realizzate da Momò Calascibetta dal 1975 al 2007, 
allestito nella sala mostre all’interno del percorso museale permanente della Fondazione Mandralisca, 
affronta il tema del sorriso nei suoi molteplici aspetti: il sorriso dei potenti, dei carnefici, dei gaudenti, 
della gioia ma anche il sorriso negato dei bambini indifesi nei disastri della guerra e nelle discariche del mondo 
"raccontato dalle fogne fino al cielo stellato” creando un dialogo ideale e reale con il capolavoro Antonelliano .

 Stefania Randazzo



Momò Calascibetta-"attento al lupo"-cm.68x83-disegno 2006

..." l'enigma di quel sorriso mi condusse, durante il mio percorso creativo, in un labirinto di sorrisi: 
erano i sorrisi sadici dei carnefici, dei lussuriosi e degli ingordi, i sorrisi dei gaudenti e degli infidi,
i sorrisi dell'amarezza e della gioia, che si incarnavano nella folla dei miei personaggi e venivano a 
popolare la mia opera"...
... "Qui, nell'isola mia, in Sicilia, il sorriso dell'ignoto di oggi si scompone e diviene “annacamento”, 
ignavia, limbo, capriccio, ferocia, grasso untuoso che veicola liquami. 
Allora, se il sole dell'isola nei secoli si è fatto ancora più forte, producendo ombre assassine, resta, 
ai forti marinai, sostare nella luce accecante e attendere vigili". 

Momò Calascibetta


Coordinate mostra

Titolo                                              DE RISUS NATURA
Sede                            Museo Mandralisca
                                                        via mandralisca, 13 - 90015 - Cefalù 

Aurore                                            Momò Calascibetta
Vernissage                                   11 agosto 2007 ore 20.00
Durata                                           11 agosto 2007- 30 settembre 2007
Orari                                               09.00-17.30- tutti i giorni
                                       
Ingresso                                        libero
Catalogo                                       a cura di Stefania Randazzo

informazioni al pubblico     Tel/Fax: 0921.421547 
                                           info@museomandralisca.it 
                                           www.artmomo.com
                                           www.museomandralisca.it
                                     
                                         


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl