Comunicato stampa mostra "Dall'Alto" del pittore Adriano Buldrini - Sabato 1 settembre - Palazzo Reale Ischia

Comunicato stampa mostra "Dall'Alto" del pittore Adriano Buldrini - Sabato 1 settembre - Palazzo Reale Ischia ----- Original Message ----- From: Ischia Prospettiva Arte Sent: Monday, September 03, 2007 12:24 PM Subject: Comunicato stampa mostra "Dall'Alto" del pittore Adriano Buldrini - Sabato 1 settembre - Palazzo Reale Ischia COMUNICATO STAMPA Sabato 1 settembre, nelle Sale di Rappresentanza del Palazzo Reale, in Piazza della Antica Reggia di Ischia, alle ore 21.00, si è tenuto il vernissage della mostra del pittore Adriano Buldrini, giovane, ma già rinomato artista di spicco di "Galleria del Palazzo - Palazzo Coveri" di Firenze, diretta da Massimo Martini.

03/set/2007 13.20.00 prota ciro Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 
----- Original Message -----
Sent: Monday, September 03, 2007 12:24 PM
Subject: Comunicato stampa mostra "Dall'Alto" del pittore Adriano Buldrini - Sabato 1 settembre - Palazzo Reale Ischia

 

COMUNICATO STAMPA

 

Sabato 1 settembre, nelle Sale di Rappresentanza del Palazzo Reale, in Piazza della Antica Reggia di Ischia, alle ore 21.00, si è tenuto il vernissage della mostra del pittore Adriano Buldrini, giovane, ma già rinomato artista di spicco di “Galleria del Palazzo - Palazzo Coveri” di Firenze, diretta da Massimo Martini.

Sono intervenuti il Colonnello Comandante del “Palazzo Reale”, l’ Assessore alla Cultura del Comune d’Ischia ed Don Gaetano Pugliese in rappresentanza del Vescovo d’Ischia, unitamente ad altre personalità del mondo dell’arte, della comunicazione.

L’evento costituisce la seconda fase della mostra intitolata “DALL’ ALTO” che fa parte della stagione artistica 2007 organizzata dall’Associazione Culturale “Ischia Prospettiva Arte”, in prosecuzione di analoghi eventi culturali svoltisi con successo nel corso dell’anno ed in quelli passati.

L’esposizione è interamente imperniata su 33 opere, di cui 18 tavole ad olio, del pittore fiorentino le quali, benchè incluse in tre distinti cicli di lavoro: gli “Arcangeli”, “I momenti di Maria” e i “monti Analoghi”, si integrano dipanandosi in tre momenti consecutivi di un unico racconto pittorico.

Perché intitolare “Dall’Alto” questo complesso compositivo dai profondi significati esoterici? E’ stato chiesto direttamente al pittore, che così lo ha spiegato:

….”Dall'alto di quattordici icone, dove nulla rinnego della santa tradizione, ma umilmente aggiorno, rendo leggibile a chi non ha più tempo di soffermarsi sulla sintesi, tanto da non riuscire, nonostante la sua voluta semplicità, a leggerla più”…

Gli Arcangeli dipinti da Buldrini hanno una forza espressiva decisa e …”riflettono come specchi, chiari, lucidi e risplendenti, il nostro bisogno di lasciare l'incosistente, gelano la nostra ansia di non vivere, di non essere, e si appellano alla nostra serietà”…

E infatti queste figure non sono rappresentate come presenze diafane, inconsistenti, immateriche, bensì sono……”figure altere, serie, ma non tristi” ..e ..“ci  richiamano con forza  a qualcosa di grande che alberga in noi, che può essere riconosciuto solamente se un nuovo concetto di bello risorge negli uomini”... quel concetto arcaicamente insito nella natura stessa dell’uomo, ma disperso nella successiva evoluzione…..

”stiamo diventando tutti analfabeti iconografici”…ha sostenuto l’autore, …“incapaci di distinguere il bello da ciò che non lo è!!”.

Ed è questo il significato funzionale degli Arcangeli, far riemergere in noi la innata ed ancestrale tendenza verso il bello ed il buono, essere la nostra guida a riconquistare la conoscenza e la capacità di discernere il bello e perciò essi vengono riportati alla luce e raffigurati nella loro integrità intatta, con colori decisi, forti, consistenti che non lasciano spazio a dubbi, incertezze o “titubanze”. Questo è il messaggio che l’artista intende lanciare attraverso le figure angeliche.

...”Quindi non dubitare e sostieni il loro sguardo, perché chi ti sta guardando sei tu, vero, forte e libero!!…

e adesso dimmi - ha continuato l’artista - : di che cosa hai paura???……forse di vedere oltre,...oltre il velo dell'apparenza, dove la madre eterna in mille modi ti parla, con mille vesti si adorna perché tu la riconosca….”.

Ecco come il ciclo pittorico degli “Arcangeli” si collega al ciclo “I momenti di Maria”.

In questa seconda tematica Buldrini reinterpreta “Maria” come la figura che incarna l’eterno femminino già presente nell’antica iconografia egizia relativa alla dea Iside; ….”è sempre lei, l'Iside-Maria che cavalcando le mode bizzarre e le più diverse filosofie, ora qui, in questa mostra, si rivela come l'imperatrice sul trono dell' imperatore bambino puro, forte d'oro. E’ sempre lei, generatrice sensibile di quell' Arcangelo rivelatore e liberatore che, tramite il suo essere femmina, ci insegna a partorire un nuovo genere umano”….” un essere umano che, grazie a questa ritrovata sensibilità, riesce ad essere l' impavido conquistatore della vetta del Monte analogo..”.

Così, quasi inavvertitamente entriamo nella terza sfera del discorso pittorico di Buldrini, quella ispirata all’opera letteraria di Renè Dumal, intitolata appunto “Il monte analogo”. Attraverso questo ritrovato percorso spirituale si concretizzerà il “Ritorno”, esposizione del 1995 nata dalla collaborazione con Walter Bellini, Direttore della Ken’s Art Gallery……”ritorno” verso l’autentica natura dell’uomo, verso l’archetipo in essa celato e la cui ricerca rappresenta l’anelito costante ed instancabilmente perseguito dall’uomo alla riscoperta della sua identità più profonda.

….”e sempre attraverso questa santa-sensibilità - ha concluso Buldrini - l'umano diventa l' instancabile cercatore di «paradam», diamanti brillanti, riflettenti come specchi di irripetibili momenti di vita, come ogni momento lo è, così talmente preziosi per chi li osserva da spingersi sempre più avanti fino a ritrovarsi un tutt'uno con l'Alto”.

 

Clemente Servodio Iammarrone

(Cultore d’arte)  - Docente dell’Università degli Studi di Napoli “Federico II”

 

Associazione Culturale "Ischia Prospettiva Arte"

Via M. Cervantes 55/27 - 80133 Napoli

Info:    www.ischiaprospettivaarte.org                                                                                                           

            ischiaprospettivaarte@jumpy.it

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl