Artisti olandesi in mostra a Firenze

19/set/2007 12.10.00 Nicoletta Curradi Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Si può affermare senza tema di smentita che l'arte del disegno contemporaneo negli ultimi tempi ha goduto di una nuova attenzione e visibilità. Questo aumento d'interesse contrasta vistosamente con l'apparente minor apprezzamento e interesse per il fenomeno che per anni sia musei che gallerie hanno velatamente dimostrato. Vi sono state ovviamente delle eccezioni, tra cui spiccano i musei che hanno come compito istituzionale la formazione di una collezione di disegni e il suo aggiornamento mediante l'acquisto di opere che di tanto in tanto, ma certamente non con regolarità, vengono presentate al pubblico. Anche per questo motivo si può constatare che sono stati pochi i tentativi sistematici e sostanziali per seguire gli sviluppi dell'arte del disegno attuale e di stabilirne lo status quo.
Per quanto riguarda l'Olanda è questo che intende fare e consente, nei limiti che un'esposizione può avere, la mostra "Into Drawing Disegnatori olandesi contemporanei", che presenta presso l'Istituto Universitario Olandese di Storia dell'Arte a Firenze dal 21 settembre all'11 novembre 2007 una cinquantina di opere di 21 artisti. Arno Kramer, egli stesso artista, ha scelto i nomi dei partecipanti in sintonia con le sue idee e concezioni personali di qualità artistica oggettivata, nella quali svolgono un ruolo primario elementi quali l'originalità, una visione assai individuale e la caparbietà, accoppiate ad una grafia e ad un' impronta di forte carattere personale. Into Drawing pertanto intende proporre una scelta visiva qualificante, anche se non completa, del disegno contemporaneo olandese. Sono stati selezionati opere di artisti che si sono dedicati al disegno come attività principale e che sono stati attivi durante gli ultimi dieci anni. Criterio importante nella scelta è stato anche quello della diversità della produzione in questo campo: una diversità che consiste prevalentemente nelle varie tecniche e formati, a loro volta origine di approcci diversificati, almeno se non loro conseguenza. Colpisce non poco nel panorama offerto il gran numero di disegnatori che lavorano in chiave figurativa, benché non manchi chi s'esprime e si muove nella zona confinante con l'astratto.
La mostra è già stata allestita con notevole successo anche a Limerick City Gallery of Art, Irlanda (2005); CODA, Apeldoorn, Olanda (2005); Institut Néerlandais, Parigi (2006). Dopo la sosta all'Istituto Universitario Olandese di Storia dell'Arte di Firenze, la mostra si sposterà a Schloss Moyland, Bedburg-Hau, Germania (gennaio 2008).

Artisti:
Gijs Assmann
Marlies Appel
David Bade
Merina Beekman
Simon Benson
Dineke Blom
Marcel van Eeden
Otto Egberts
Helen Frik
Rosemin Hendriks
Tjibbe Hooghiemstra
Nour-Eddine Jarram
Natasja Kensmil
Ronald Noorman
Erik Odijk
Roland Sohier
Elly Strik
Dieuwke Spaans
Juliette Tulkens
Piet Tuytel
Hans de Wit
Istituto UNiversitario Olandese di Storia dell'Arte
Viale Torricelli 5 Firenze
Dal 22.09 all'11.11.2007
Orario: 11-18 chiuso lunedì
Ingresso libero


Nicoletta Curradi

L'email della prossima generazione? Puoi averla con la nuova Yahoo! Mail
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl