CS Byblos per il progetto Spose In Viaggio

18/feb/2008 12.10.00 Consolo produzioni&consulenza Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 

Comunicato Stampa                                                                              Press       

 

    

         

                                   

 

 

 

L’8 marzo 2008 due giovani “spose” partiranno da Milano, in via Morigi 8, verso un coraggioso viaggio nei Paesi del Mediterraneo toccati dalle guerre.

Il prestigioso marchio di moda Byblos e Byblos Art Gallery appoggiano il progetto culturale ideato da  Pippa Bacca e Silvia Moro, “SPOSE IN VIAGGIO”.

 

 

“Della guerra sono stanco ormai, al lavoro di un tempo tornerei, a un vestito da sposa o a qualcosa di bianco, per nascondere questa mia vocazione, al trionfo ed al pianto.” (F. De Andrè-L.Cohen)

 

 

Le artiste Pippa Bacca e Silvia Moro uniscono la comune passione per i viaggi per realizzare un’impresa ambiziosa e poetica come “Spose in Viaggio”. A dare sostegno a questo progetto culturale vi è Byblos, marchio leader del prêt a porter, che ancora una volta unisce il mondo della moda con l'arte. I quattro abiti da sposa, protagonisti di questa esperienza, sono infatti realizzati da Manuel Facchini, direttore artistico della maison, che ha messo a disposizione la sua creatività per dar vita a vestiti funzionali e non solo estetici che soddisfino i bisogni delle spose-viaggiatrici.

 

Le due artiste hanno deciso di partire per un Viaggio molto particolare percorrendo in autostop i Paesi del Mediterraneo sconvolti dalle recenti guerre con lo scopo di  portare loro un messaggio di pace, speranza e solidarietà. Da semplici viaggiatrici si trasformano per l’occasione in  giovani spose vestiste solo con due degli abiti da sposa realizzati, mentre gli altri due non partiranno perché dovranno conservare intatta la loro lucentezza, nell'attesa di divenire motivo di confronto-racconto con gli abiti viaggiatori.

 

I vestiti protagonisti indiscussi del Viaggio si elevano dal concetto di moda perché il loro candore è ora simbolo di pace e amore, di un matrimonio imminente dove lo sposo è impersonato dalla terra, dalle persone che le spose-esploratrici incontrano, dalla ricerca del femminino, generatore di vita. Durante il percorso gli abiti,  perderanno  la loro purezza per arricchirsi dei ricami delle donne che incontreranno mettendo in luce l'importanza del filo nella tradizione mediterranea in quanto elemento decorativo e di narrazione degli abiti da sposa stessi e che lo renderanno una vera e propria opera d’arte.

 

Il noto fotografo Sirio Magnabosco raggiungerà Pippa e Silvia in alcune tappe per raccogliere le testimonianze video-fotografiche delle rituali-performances quotidiane come ad esempio il lavaggio del vestito, l'interazione con i luoghi, le persone, i loro mestieri, la visita alle associazioni culturali, che periodicamente ci verranno inviate per aggiornarci ed informarci sulle loro esperienze e spostamenti. Si creerà così una sorta di diario di viaggio video-fotografico ed epistolare che trasforma  “Spose in Viaggio” in una vera e propria testimonianza artistica.

 

Il percorso culturale e spirituale parte dall’Italia, esattamente da Milano in Via Morigi 8, per toccare i territori della Slovenia, Bosnia, Bulgaria, Turchia, Siria, Libano, Giordania, Palestina, Israele, per concludersi a Verona presso Byblos Art Gallery.

Negli Spazi della Galleria, diretta da Masha Facchini,  sempre attenta a valorizzare progetti di alto valore culturale, sarà realizzata un’esposizione che avrà come protagonisti gli abiti da sposa divenuti opera d'arte, ma anche le  testimonianze visive, le performances e i manufatti realizzati nei luoghi percorsi dimostrando così che si possono abbattere i confini e i limiti geografici e che l’arte nasce anche dalla solidarietà, dalla pace e dall’amore tra i popoli.

 Collaborano al progetto l’associazione culturale (www.erodoto.org), la Fondazione Pistoletto,    ,   partner tecnico dell'iniziativa con la fornitura delle telecamere per la realizzione dei video-reportage e  Terra del fuoco.

 

  

Per informazioni contattare:

Press  Consolo produzioni & consulenza

Beatrice Pazi tel. +39 02 34938090-  02 34938326 - fax +39 02 34932551

press@consoloproduzioni.it  -  www.consoloproduzioni.it
 
 
 
 

Pursuant to Legislative Decree No. 196/2003, you are hereby informed that this message contains confidential information intended only for the use of the addressee.
If you are not the addressee, and have received this message by mistake, please delete it and immediately notify us. thank you
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl