comunicato stampa

comunicato stampa OMAGGIO ALLE DONNE ESPONE KATIA PANGRAZI -Katarina- -domenica 09 marzo 2008 ore 17:30 -Auditorium Gazzoli, Terni E' completamente dedicato alle Donne il prossimo appuntamento che propone l'Associazione Araba Fenice di Terni che, in occasione della festa delle donne propone un nuovo concerto, ovviamente, tutto al femminile.

26/feb/2008 18.49.00 accademia di belle arti di terni Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
OMAGGIO ALLE DONNE
ESPONE KATIA PANGRAZI
-Katarina-

 
-domenica 09 marzo 2008 ore 17:30
-Auditorium Gazzoli, Terni
 



E’ completamente dedicato alle Donne il prossimo appuntamento che propone l’Associazione Araba Fenice di Terni che, in occasione della festa delle donne propone un nuovo concerto, ovviamente, tutto al femminile.
La Festa della Donna simboleggia da un secolo la conquista dei diritti civili, sociali e lavorativi da parte delle donne. Era il 1908 quando 129 operaie, della Industria Tessile Cotton di New York, per aver protestato contro lo sfruttamento del loro lavoro e contro le pessime condizioni in cui versavano, furono chiuse a chiave dentro la fabbrica per impedire loro di uscire. Venne appiccato il fuoco e tutte morirono arse dalle fiamme. Il concerto del prossimo 9 marzo vuole essere un tributo alle Donne ed, in particolare, a quelle 129 operaie.
Sarà presentata al pubblico ternano una giovane e talentuosa pianista toscana: Simona Coco, la quale eseguirà un programma particolarmente appassionante. Nella prima parte, la Coco, suonerà la Sonata n.31 op110 di Beethoven , un’opera dal carattere sinfonico e un sorta di faticoso cammino dalla disperazione alla gioia finale. Di seguito spazio alla musica romantica Russa, con la Sonata n.5 di Scriabin a tempo unico, caratterizzata da sonorità limpida e cristallina è al tempo stesso danza vertiginosa e fantastica  e motivo dolcemente cullante. Simona Coco nella sua carriera ha collaborato con importanti solisti, con le prime parti dell’Orchestra della Rai con Direttori del calibro di De Burgos, Neuhold, Petrenko con cantanti quali Elio delle Storie Tese ed Antonella Ruggero. Ha effettuato tourneè in Francia, Bulgaria, Romania e Russia. L’Araba Fenice in questo particolare momento dell’anno dedicato alla Festa della Donna, collaborerà in questi due concerti con l’ADOS, associazione donne operate al seno di Amelia ed a Terni rinnoverà con assoluta gioia, la fruttuosa collaborazione con l’Accademia di Belle Arti del Maestro Borozan.
Sul palcoscenico del Gazzoli, inoltre, sarà protagonista un’altra giovane donna: la pittrice Katia Pangrazi.
 
Katia Pangrazi è uno dei talenti che, approdati all’Accademia di Belle Arti di Terni, sono riusciti a fare di una passione un lavoro. Nasce nel settembre del 1973 e, dopo studi tecnici, decide di iscriversi al corso di Pittura e Disegno presso l’Italian Art School di Terni. Terminato il triennio trascorre un breve periodo a Firenze, che lascia un segno indelebile ed ancora perfettamente leggibile, nei suoi dipinti. Di lì a poco viene chiamata come assistente al corso di Disegno presso la stessa Accademia dove si è formata. Contemporaneamente approfondisce lo studio del nudo dal modello vivente ed inizia la libera sperimentazione del colore. Katia inizia ad esporre e ad essere apprezzata da collezionisti e galleristi, ciò nonostante non trascura il suo impegno presso l’Accademia di Terni tanto che, attualmente, è Docente del corso di Disegno e Pittura.
I dipinti di Katarina sono accattivanti ed affascinanti, malinconici e graffianti al contempo.
I suoi lavori incarnano ciò che l’Arte dovrebbe essere e non è più: un perfetto connubio tra innegabile talento e rigorosa disciplina tecnica. Il Direttore dell’Accademia di Belle Arti di Terni parla così di Katarina: “ Mestiere dell’ attenzione, viaggiatrice analitica, coinvolgente, curiosa. Densa energia espressionista. Le emozioni sono forti e tutte segretamente racchiuse nei colori usati. Un reale che si incontra con la psiche. Soggetti insoliti, apparentemente non vitali, inerti, vengono modellati attraverso un sensibile dialogo tra mondo esterno e mondo interno. Acquisiscono forme che fanno da specchio ad una natura solo gli occhi del cuore e dell’anima riescono a vedere”.

Per maggiori informazioni:

ACCADEMIA DI BELLE ARTI-INTERNATIONAL ART SCHOOL
Corso Tacito n°20 Terni
Tel 0744 431918
www.italianartschool.it

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl