CURRICULUM DI GIANFRANCO GANZAROLI

05/mar/2008 00.10.00 Maurizio Ganzaroli Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Gianfranco Ganzaroli nasce a Ferrara nel marzo del 1961 e qui vive e lavora.

 

Nel 1988, quasi per caso, acquista la sua prima Reflex ed inizia a fotografare, scoprendo cosi un nuovo modo di comunicare.

 

Acquista riviste e libri sulla fotografia, scopre i grandi maestri: Gianni Berengo Gardin, Robert Kappa, Henri Cartier Bresson . Compra l'occorrente per stampare le fotografie in proprio e si crea un suo stile, fatto di forti contrasti. Predilige le pellicole ad alta sensibilità per avere una grana evidente e per lavorare in luce ambiente senza l'ausilio del flash.

 

Nel 1989 inizia a realizzare servizi matrimoniali.

 

Nel 1990  collabora con la “Style Agency” realizzando servizi di moda e fotografando le sfilate.

 

Nel dicembre del 1990 entra in contatto con “Atelier il passaggio” di Giuliana Berengan, per cui documenta a livello fotografico “Esperimento Alchera”, una serie di performance poetiche teatrali all'interno di varie locazioni site in Ferrara.

 

Nel 1991 partecipa ad una iniziativa del “Sindacato degli Artisti” intitolata Fuori Luogo e la sua fotografia L'ombra del pubblico viene inserita nel catalogo della manifestazione.

 

Tra il 1991 e il 1992 realizza alcuni servizi fotografici per La nuova Piazza.

 

Nell'anno 1992 viene realizzato un catalogo dello scultore Domenico Pievani, in cui vengono incluse diverse fotografie realizzate durante una installazione dello scultore, tenutasi in uno dei giardini “nascosti” di Ferrara.

 

Dal 1993 inizia un percorso personale che lo porterà decisamente verso il reportage diventando un “cacciatore di immagini”.

 

Riscopre la fotografia di inizio secolo, dove i colori erano inseriti a matita o ad acquerello .

 

Negli anni successivi  inizia a prendere forma un qualcosa che viene chiamato poesia visuale, foto a volte quasi oniriche, fiabesche, che sembrano voler raccontare storie in unico fotogramma.

 

Da qui nasce l'esigenza di farsi riconoscere in modo immediato, e fa realizzare da un designer pubblicitario americano il logo F-oneimages con cui firma ora i suoi lavori.

 

Ultimo successo di pubblico, si segnala la personale dal titolo “Poesie di ombre e di luci” allestita dal 20 febbraio sino a fine marzo 2008 nelle suggestive sale di un noto locale ferrarese a due passi dal Castello estense.

 

             Si riporta una breve recensione dell’attuale mostra fotografica dal titolo “Un altro tempo un altro

 

             luogo”:

 

 

La nuova mostra fotografica di Gianfranco Ganzaroli, verte su sentieri nascosti, nuovi territori, non ancora esplorati, o forse esplorati talmente tanto da non sembrare neppure che possano portare da qualche parte.
"Un altro tempo" questo, dove le lancette non si rincorrono, ma si fermano, riprendono, e perché no, vanno all'indietro, in un presente/passato/futuro, ancora da definire nel suo essere.
Un tempo sospeso nel limbo, come una ragnatela di ricordi impauriti, che si rimescolano tra loro tra le mille cromature del grigio di "inferno b/n", dove "l'altro luogo" ora prende forma, nella psiche della persona mascherata che non riesce a strapparsela di dosso, divenendo infine parte integrante di essa, come un'eterna bugia teatrale.
Altri luoghi e altri tempi, che forse non sono umani, o vanno al di là dell'umano, divenendo qualcosa di inafferrabile, ma terribilmente concreto, in un concetto di spazio-tempo, che esula dalle normali leggi della fisica, ma che rientrano nella pienezza delle poesie visuali di Gianfranco Ganzaroli.

 

 

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl