invito mostra fabrizio Bellanca a ROMA 28-30 marzo 2008 -ART- performance all'inaugurazione

invito mostra fabrizio Bellanca a ROMA 28-30 marzo 2008 -ART- performance all'inaugurazione Siete tutti invitati all'inaugurazione (e a visitarla successivamente) della Personale " Riflessioni dell'anima" di fabrizio Bellanca a ROma dal 28 al 30 marzo 2008 Titolo: "RIFLESSIONI DELL'ANIMA" - fabrizio bellanca luogo: Centro Russia Ecumenica, Via Borgopio 141 - 00193 ROMA date: 28 29 30 marzo 2008 orari visita: dalle 9.00 alle 19.00 orario continuato entrata: GRATUITA inaugurazione: venerdì 28 marzo 2008 ore 18.00 - buffet info: fabrizio bellanca 335 8409089 Centro Russia Ecumenica 06-6896637 www.russiaecumenica.it Durante l'inaugurazione performance artistico-musicale dei FAB2 dal titolo V.O.L.O. segue testo presentazione FAB2 Viaggi Onirici Lievemente Organizzati In principio era il sito, poi fu arte e collaborazione.

19/mar/2008 15.10.00 fabrizio bellanca Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Siete tutti invitati all'inaugurazione ( e a visitarla successivamente) della Personale " Riflessioni dell'anima" di fabrizio Bellanca a ROma dal 28 al 30 marzo 2008
 
Titolo: "RIFLESSIONI DELL'ANIMA" - fabrizio bellanca
luogo: Centro Russia Ecumenica,  Via Borgopio 141 - 00193 ROMA
date: 28 29 30 marzo 2008
orari visita: dalle 9.00 alle 19.00 orario continuato
entrata: GRATUITA
inaugurazione: venerdì 28 marzo 2008 ore 18.00 - buffet
 
info: fabrizio bellanca 335 8409089
        Centro Russia Ecumenica 06-6896637
        www.russiaecumenica.it
 
Durante l'inaugurazione performance artistico-musicale dei FAB2 dal titolo V.O.L.O.
segue testo presentazione FAB2
 
 
 
Viaggi Onirici Lievemente Organizzati
In principio era il sito, poi fu arte e collaborazione.
 
Tre anni fa avevo deciso di acquistare un dominio su internet,
www.fabriziobellanca.it; ne avevo già uno, ma pensavo che sarebbe stato
forse più utile e produttivo dividere le due professioni: grafico e pittore,
utilizzare quindi il mio nome e cognome per tutto ciò che riguardava l'arte
e lasciare a un semplice www.studiofab.com, dal suono professionale e
distaccato, il ruolo di rappresentarmi come grafico. Mi collego ad internet,
digito il dominio ed ecco la sorpresa; il viso di uno sconosciuto che
ironicamente si rade. con un microfono. E adesso?! Qualcuno ha registrato un
dominio per rivenderlo oppure si tratta di un caso di omonimia? Incredibile,
pensavo come tutti di essere unico e invece eccolo lì, sul monitor.
1.000.000 di pixel contro il sottoscritto; dura lotta da affrontare. a
cominciare dal registrarsi come www.fabriziobellanca.com!
Come prima mossa una mail per capire chi sia. Una successiva ricerca mi
svela che non solo coincidono nome e cognome, facciamo anche lo stesso
mestiere (!) e il suo studio è situato in un quartiere vicino a dove avevo
trascorso parte della mia infanzia.
Beh, troppo, direi, per non spingermi a conoscerlo.
 
La sua prima mail di risposta era strana, sulla difensiva: magari pensava ad
uno scherzo. poi, finalmente, scambio di numeri di telefono.
 
Chiamo. Squilla. Risponde. Oddio, pure lui ha la erre moscia.!
 
Era un po' di tempo che non andavo a Roma.
D'impatto ci siamo subito trovati bene, data anche l'età simile e gl'
interessi comuni. Ognuno verso l'arte anche se in direzioni diverse,
musicista e poeta Fabrizio di Roma, pittore e art performer Bellanca di
Como. A dispetto della distanza che spesso ostacola i progetti, con Fabrizio
ci eravamo ripromessi di mettere a frutto questa amicizia e questo strano
caso di omonimia grazie alla comune passione per l'arte, creando qualcosa
assieme.
 
Era l'alba dei FAB2.
 
Da alcuni anni sto portando avanti un progetto dove musica e pittura si
fondono dando luogo a una performance artistica singolare. L'idea è nata
dall'incontro con i Blue Silk (Matteo Giudici - chitarra; Raoul Moretti -
elettroarpa) nell'ottobre del 2003. Mi avevano chiamato per realizzare una
performance musicale-artistica dove avrei dovuto dipingere un quadro,
ispirato dalla loro musica. In quel periodo avevo iniziato a sperimentare la
tecnica di incisione col Dremel su lastre di acciaio industriali: questo
minitrapano permette, mediante l'utilizzo di punte abrasive, di incidere
leggermente la lastra di acciaio inox lasciando un segno simile ad una
matita. Abbiamo provato quindi la performance dove incidevo una lastra e
loro suonavano... Mancava qualcosa: il ronzio del trapano disturbava.
Abbiamo cercato di "nasconderlo" alzando il volume degli strumenti e
mascherando il trapano con della gomma ma niente. Allora, se non si poteva
togliere il rumore del trapano, tanto valeva esaltarlo. Con un microfono
appoggiato sulla lastra, una pedaliera, un jack e una presa. ecco
trasformato un semplice trapano in un vero e proprio strumento musicale, con
degli effetti a dargli un'anima, in grado a volte di ergersi persino a
strumento solista del gruppo. Era nato "il suono della pittura".
 
Con Fabrizio Bellanca di Roma, in occasione di questa mostra personale che
realizzo a fine marzo, abbiamo deciso che i tempi erano maturi per
realizzare la nostra prima collaborazione artistico/musicale. Ispirato anche
dallo spazio espositivo, il Centro Russia Ecumenica di Roma in via Borgopio,
Fabrizio/cantautore ha composto appositamente musiche fra la sperimentazione
e la lounge music, con citazioni che vanno dall'"Uccello di fuoco" di
Stravinskij alla cover di "Tomorrow never knows" dei Beatles.
 
Quale nome più appropriato per questo duo, allora, se non "FAB2" (la metà
dei "Fab Four", i Beatles ormai rimasti solo in due, oppure il quadrato di
FAB. comunque faboulous!)
 

Il progetto che presentiamo, intitolato V.O.L.O., può avere due letture:
 
-  IL VOLO, come antico sogno dell'uomo, un qualcosa di liberatorio
per l'animo umano. Il volo come movimento, sensazione di una vertigine
divina che non delimita lo spazio ma che abbraccia il mondo con le sue ali.
 
-  L'acronimo "Viaggi Onirici Lievemente Organizzati", dove il
lievemente lascia al fruitore/spettatore della performance la libertà
personale di riorganizzare le proprie sensazioni: la musica e la pittura si
fondono creando immagini di un sogno fatto di salti avanti e indietro nel
tempo, a ripercorrere strade conosciute con lo sguardo però odierno,
disincantato e innocente allo stesso tempo.
 
Fabrizio Bellanca (I)
 
FAB2:
Fabrizio Bellanca I - progetto artistico
Fabrizio Bellanca II - musiche e arrangiamenti
 
Suoni:
Fabrizio Bellanca I - dremel su acciaio
Fabrizio Bellanca II - chitarra, basso, electronics
 
Per il progetto Fab2 è stato realizzato apposta su myspace un spazio dove poter ascoltare la nostra musica e leggere tutta la storia. il sito ad oggi ha avuto 5600 visite nell'arco temporale di un mese.
www.myspace.com/fab2thelasttwo
 
Su www.secondlife.com è stato realizzato anche un progetto parallelo dove seguendo il link sarete trasportati virtualmente nella galleria dove sono presenti alcune opere su acciaio. toccando le stesse viene eseguito un pezzo musicale diverso per ogni opera.
http://slurl.com/secondlife/centro%20italia/160/26/23
 
 
Grazie della vostra cortesia e spero di potervi rivedere presto
un saluto a tutti
Fabrizio Bellanca (di Como)
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl