galleria “il gabbiano”|arte c

galleria "il gabbiano"|arte c La Spezia_lun.31.mar.2008 | COMUNICATO STAMPA mostra | 2008.4 titolo personale Vito CAPONE L'essenza della materia dal | al 5 - 30 aprile 2008 inaugurazione sabato 5 aprile 2008, ore 18 sede espositiva | organizzazione | info La Spezia Galleria Circolo Culturale "Il Gabbiano" | Arte Contemporanea via don Minzoni 53 - (19124) (SP) ITALIA - C.P. 181 T 0187 733000 - M 333 8299027 - E marioacom@libero.it ingresso libero | Accessibile autonomamente ai disabili orario martedì - sabato 17.00-20.00 | domenica e lunedì chiuso collaborazione comune della spezia notizie | testo Vito Capone, nato a Roma, vive e opera a Foggia.

31/mar/2008 15.49.00 Mario Commone Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
La Spezia_lun.31.mar.2008 | COMUNICATO STAMPA mostra | 2008.4

titolo personale

Vito CAPONE
L’essenza della materia

dal | al
5 - 30 aprile 2008

inaugurazione
sabato 5 aprile 2008, ore 18

sede espositiva | organizzazione | info
La Spezia
Galleria Circolo Culturale “Il Gabbiano” | Arte Contemporanea
via don Minzoni 53 - (19124) (SP) ITALIA - C.P. 181
T 0187 733000 - M 333 8299027 - E marioacom@libero.it
ingresso libero | Accessibile autonomamente ai disabili
orario martedì - sabato 17.00-20.00 | domenica e lunedì chiuso

collaborazione
comune della spezia

notizie | testo
Vito Capone, nato a Roma, vive e opera a Foggia. Ha compiuto gli studi artistici a Napoli e ha a sua volta insegnato Tecniche Pittoriche all’Accademia di Belle Arti di Foggia, di cui è stato anche direttore dal 1988 al 1991. Sue opere figurano in musei e collezioni private in Italia e all’estero.
Tra le ultime mostre personali: Helsingor (DK), Marienlyst Slot, 2001; Göppingen (D), Galerie Kränzl, 2002; Roma, Studio Arte Fuori Centro, 2003; Bari, Museo Nuova Era, 2006; Wrovlaw (PL), Galeria Design, 2007; Lucera, Torre della Leonessa, 2007.
Tra le ultime mostre collettive: Roma, Biblioteca Casanatense, Fuori Luogo/Out of Place, 2006; Paris, Salon de l’Hotel de Ville, Miniartextil 2006 a Montrouge, 2007; Roma, Studio Arte Fuori Centro, Tandem, 2007.
Vito Capone in questi lavori, prodotti a partire dalla fine degli anni ’90 - portando avanti però una ricerca cominciata nei primi anni ’80 - utilizza esclusivamente la carta, che lui stesso realizza mescolando alla polpa pigmenti naturali, erbe, foglie, inserendo giunchi, fili di canapa e cotone e poi modellandola a seconda delle sue specifiche esigenze. Il linguaggio di Capone, in contrapposizione alla “riscoperta” della pittura, riparte da zero: dal foglio bianco, per indagare le possibilità espressive della materia carta e del colore non-colore (bianco prima e nero in seguito). Con la carta, modellata incisa pigmentata, Capone crea una serie di bassorilievi e di fogli incisi in cui la luce si insinua tra le pieghe sapientemente costruite a evidenziare il rigore delle forme.
Il punto di partenza quindi è la volontà di lavorare sulla luce sostituendo a pennelli e matite i punteruoli, per dare vita a forme scavate o organicamente cresciute nella/sulla carta, che non è più supporto né struttura portante dell’opera, ma opera essa stessa. Da qui appunto la necessità di lavorare la carta con le proprie mani, di manipolare la materia per piegarla alle proprie esigenze pur rispettandone l’essenza, lasciando emergere dal magma vischioso della polpa le immagini in esso contenute, il disegno che viene fuori da dentro le cose.

immagine allegata
Vito Capone, Libro d’artista, 2004

mittente | info
Mario Commone - E marioacom@libero.it - marioacom@gmail.com - M 339 7953399
Con cortese richiesta di pubblicazione, segnalazione e diffusione. Grazie.
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl