INTERVISTA ESCLUSIVA A CORRADO MALANGA

INTERVISTA ESCLUSIVA A CORRADO MALANGA INTERVISTA ESCLUSIVA A CORRADO MALANGA DOCENTE DI CHIMICA ALL'UNIVERSITA' DI PISA ED UFOLOGO (SFM) CIAO CORRADO POTRESTI DEFINIRTI UN UFOLOGO, NON CONVENZIONALE?

01/apr/2008 00.49.00 Maurizio Ganzaroli Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
INTERVISTA ESCLUSIVA A CORRADO MALANGA
DOCENTE DI CHIMICA ALL’UNIVERSITA’ DI PISA ED UFOLOGO

(SFM) CIAO CORRADO POTRESTI DEFINIRTI UN UFOLOGO, NON CONVENZIONALE?

(C.M.)Tecnicamente sono stato un ufologo per almeno 35 anni ma direi che non lo sono più da quando sono uscito dal Centro Ufologico Nazionale. Intendo con questo dire che ritengo la figura dell’ufologo una figura obsoleta appartenente al passato, quando si credeva che gli ufo fossero oggetti volanti non identificati. Oggi i così detti ufo sono almeno parzialmente identificati ed identificabili in macchine aliene pilotate da esseri provenienti da altri mondi ed universi, che da secoli utilizzano nascostamente il genere umano con il bene placito di alcune organizzazioni governative compiacenti e segrete.
L’ufologo dunque è colui che crede che ci siano oggetti non identificati. Io credo che siano stati da tempo identificati e mi prendo anche la responsabilità di dirlo apertamente.

(SFM) NELLA TUA STORIA DI UFOFILO, HAI CAMBIATO COLLABORATORI, VARIE VOLTE, DA COSA DIPENDE?


(C.M.)In realtà non ho cambiato collaboratori. Ma sono stati loro a distaccarsi da me, almeno da quando faccio parte del Gruppo Stargate.
Io di solito lavoro da solo ma negli ultimi anni molte persone hanno chiesto se potevano collaborare alle nostre ricerche. Così accertatomi che sapessero dove mettere le mani, li ho lasciati lavorare, da una parte, in totale libertà, ma sotto uno stretto controllo da parte mia. Per quanto riguarda le collaborazioni a livello di ipnosi i tre soggetti che mi aiutavano e che in tempi diversi si sono alternati tra loro, sono stati vittima di quel processo che definisco di transfer e controtransfer proprio di chi non è in grado di gestire i rapporti sotto ipnosi con gli addotti stessi.
In altre parole se imparare ad ottenere risultati con l’ipnosi è fattibile per tutti non è altrettanto così per la capacità di sopportare il carico emotivo che ne scaturisce.
In questa fase della ricerca invece chi sembra adatto ad aiutarmi in questo campo sono gli stessi ex addotti, che dopo il periodo di trattamento opportuno, hanno eliminato su di loro le interferenze aliene, hanno acquisito stabilità mentale e grande livello di coscienza e sono perfettamente in grado di effettuare sedute di ipnosi su altri soggetti. Se ne deduce che non ci sono migliori aiutanti che gli addotti liberati stessi. Se infatti devo chiedere informazioni sul problema ufologico ad un esperto non mi sognerei mai di chiedere ciò ad un ufologo. Sarebbe come chiedere informazioni sulla guerra ad un generale americano che sta dietro una scrivania. Io preferisco chiedere le informazioni ad un soldato che torna dal Vietnam.

(SFM) HO INSERITO UNA PICCOLA RICERCA IN RETE, SUL CHUPACABRA, CHE COSA PUOI DIRCI DI PIU’?


(C.M.)Su questo aspetto della questione si sa ben poco. Si possono fare però delle ipotesi basate sulle testimonianze che sono da considerarsi dati di fatto. Partendo da queste condizioni al contorno il chupacabra sembra essere il cucciolo di un alieno che dalle nostre ipnosi viene sempre descritto come un sauroide alto circa due metri e quaranta. Tale cucciolo avrebbe le stesse caratteristiche somatiche dell’adulto, che in ambiente ipnotico non è presente se non come feto in crescita, dentro alcune macchine che sembrano placente artificiali. Occhi rossi (solo quando è alterato) pupille verticali, cresta sulla schiena in testa e coda. Artigli e mani palmate. Due crescite cornee ai lati del cranio,, assenza di orecchio esterno.
Gli avvistamenti di questi esseri sembrano essere dovuti ad una fuoriuscita di tali creature da strutture aliene che evidentemente non ne hanno tenuto il controllo. I militari sono intervenuti spesso a riprendere il controllo della situazione. Non a caso i militari americani che troviamo nei racconti delle ipnosi, sono sempre accoppiati con la presenza di questi sauri anfibi.


(SFM) CI SONO STATI CASI IN PUGLIA A D ESEMPIO, PUOI CONFERMARE QUESTA COSA?

(C.M.)No di questo aspetto della questione non so nulla.


(SFM) CAMBIAMO ARGOMENTO: TU HAI INCOMINCIATO DA PARECCHIO TEMPO AD ASCOLTARE PERSONE CHE AVEVANO O CREDEVANO DI AVER AVUTO UN’ADDUZIONE, E TU LE HAI FATTE REGREDIRE CON L’IPNOSI, CHE COSA NE E’ VENUTO FUORI?

(C.M.)I racconti sono sempre gli stessi: Gli addotti vengono sequestrati da differenti razze aliene e vengono sottoposti ad operazioni chirurgiche atte all’inserimento nel proprio corpo di microchip con differenti finalità. Le donne vengono incistate con ovuli di alieno. La gestazione dura circa tre mesi dopo i quali , tali femmine vengono riprese e fatte partorire a forza. Provocando un trauma profondo quanto un cratere.
Sia i maschi che le femmine del nostro pianeta vengono poi sottoposti al processo di copiatura, nel quale un altro essere umano a immagine e somiglianza dell’addotto viene creato in pochi minuti e messo “ in frigorifero” per poi essere utilizzato dall’alieno e dal militare colluso, per vari scopi, tra cui quelli di operazioni militari segrete sul territorio. C’è poi il problema dell’estrazione da parte dell’alieno del principio vitale dell’addotto che noi abbiamo convenzionalmente chiamato “anima”. Tale parte viene utilizzata per ridare forza ed energia vitale ad alieni che senza questo processo morirebbero. La parte animica reinserita poi nel suo contenitore originale (C.M.) (l’addotto) subisce forti contraccolpi che di rimando a livello psicosomatico, vengono a provocare effetti indescrivibili sulla psiche dei soggetti addotti. Ferite non rimarginabili. Per non parlare dell’innesto, nel corpo dei soggetti addotti, di essenze vitali chiamate “parassiti alieni”, che, quasi come nel campo degli esorcismi religiosi, utilizzano l’energia vitale dell’addotto e lo condizionano pesantemente nelle scelte della sua vita, rendendolo uno zombie senza volontà.
Tutti raccontano le stesse identiche realtà.


(SFM) PER QUANTO RIGUARDA LE PERSONE CHE VENGONO RAPITE, HANNO COSE IN COMUNE TRA LORO, COME NEL FISICO, NELLA RAZZA, NELL’ETA’ O ALTRO?

(C.M.)L’unica cosa che gli addotti hanno in comune è il tipo di dna. La nostra ipotesi confermata dal semplice fatto che il fenomeno delle adduzioni è un fenomeno “familiare”, hanno probabilmente dna simili con sequenze di basi puriniche e pirimidiniche identiche. Tali tipologie di dna renderebbero compatibile la struttura del dna stesso con quella parte di energia attiva chiamata “anima” che l’alieno cerca negli addotti. Inoltre in ipnosi profonda, si riesce a poter stabilire un colloquio con la parte animica, in modo del tutto riproducibile per contenuti e situazioni. Anche la parte animica sostiene questa ipotesi.

(SFM) CHE COSA HAI SCOPERTO DI RECENTE? A CHE COSA TI STAI DEDICANDO?

(C.M.)In questo periodo sono interessato a sviluppare tecniche di ipnosi più efficienti e rapide. Ho ipotizzato che la lateralizzazione del cervello umano potrebbe essere impiegata in questo contesto. In altre parole si potrebbe tentare di indurre uno stato ipnotico lavorando su un soggetto che vede e sente prevalentemente dal lato destro o da quello sinistro tenendo presente il fatto che gli stimoli che si hanno sul lobo destro provengono da orecchio ed occhio controlaterali.
Poi sto scrivendo un articolo sulla sindrome di Stoccolma e l’incapacità di alcuni addotti nello scrollarsi di dosso definitivamente questo problema. Sto preparando un testo sulla fisica delle adduzioni che vorrei pubblicare a settembre del prossimo anno.



(SFM) HAI UN SITO A CUI POTER ACCEDERE, PER LEGGERE O SAPERE ALTRO SU DI TE?

(C.M.)www.sentistoria.org e www.ufomachine.org
Il primo è in continua espansione e ci si può trovare il nostro lavoro sotto forma di libri articoli ideo ed audio delle nostre conferenze.Il secondo sito rappresenta una memoria storica organizzata dei principali nostri lavori.

(SFM) CI SONO CONFERENZE CUI POTER VENIRE A SENTIRTI PARLARE DAL VIVO, A CUI SI PUO’ PARTECIPARE?

Ogni mese il nostro gruppo organizza una conferenza dibattito in cui si fa il punto della situazione ufologica e della ricerca attuale. Le nostre conferenze sono aperte a tutti e sono gratuite per tutti, come è gratuito qualsiasi servizio che offriamo, dallo scaricare materiale ed e-book alle sedute di ipnosi regressiva e Programmazione neuro Linguistica.


(SFM) TI RINGRAZIO MOLTO E CI SENTIAMO PRESTO PER ALTRE NEWS!
Grazie a voi



blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl