INTERVISTA ESCLUSIVA A “GOTH TOWN”

03/mag/2008 00.05.00 Maurizio Ganzaroli Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
INTERVISTA ESCLUSIVA A “GOTH TOWN”

(S.F.M.) ciao, che cosa “aspetta la ragazza?” in “the waiting girl”
(Goth) The Waiting Girl, è semplicemente la disperata figlia, disposta a tutto
pur di tirare avanti, di una società orrenda, che qualcuno ha creato,
una tossica, una puttana, un killer, o un pallido e innocente fiore, che chiede aiuto, una vittima dello stato delle cose.
Qualcuno che conosciamo, qualcuno che amiamo o odiamo, qualcuno che abbiamo incontrato,
qualcuno che incontreremo ancora, probabilmente, anche più spesso di quanto possiamo immaginare,
in futuro, se stiamo sempre a guardare.
The Waiting Girl è un simbolo, non necessariamente una donna, sono io, sei tu, sono i nostri amici,
sono donne, sono uomini, esseri viventi, che si stanno facendo opprimere senza reagire,
sembra di vivere come in "1984" di Orwell, ma possiamo ancora reagire.
E quando ci si trasforma, in qualcuno come The Waiting Girl, si cerca la vendetta... ed è questo,
che ora quella ragazza cerca disperatamente, e con ogni mezzo... come darle torto?

(S.F.M.) sento molte influenze nella vostra musica, che però mi sembra anche molto autentica,
non cercate di assomigliare a qualcuno, e questo lo trovo molto bello.
(Goth) Grazie, infatti è quello che naturalmente cerchiamo di fare, assimilare tutte le cose che per noi sono interessanti,
e non solo musicalmente, per poi filtrarle, rielaborarle e trasformarle, nella nostra realtà e sensibilità espressiva.

(S.F.M.) il vostro ultimo lavoro?
(Goth) Il nostro ultimo CD "The Clouds" è andato molto bene, meglio quanto
potessimo immaginare, visto che è piaciuto sia agli amanti del genere, che
a persone che ascoltano tutt'altro. Inoltre, tutte le recensioni da parte
di riviste specializzate, fanzines e webzines, sia italiane che straniere, sono state ottime. E nonostante
il fatto di non avere realmente un'etichetta, né la possibilità, di pubblicizzarlo e distribuirlo a dovere,
se non tramite il nostro sito su myspace, c'è chi ha scoperto, apprezzato e comprato il CD,
e visto che abbiamo fatto tutto da soli, tramite Ultravena Records (che in realtà è
il mio Studio di Registrazione, con il quale produco anche altre bands), siamo riusciti a
mantenere il prezzo del disco bassissimo, in realtà è un prezzo davvero simbolico.
Faremo lo stesso anche per il nuovo disco.

(S.F.M.) che sogno c’è “sotto la tua pietra”?
(Goth) Giusta osservazione, Under my Stone è un sogno, o comunque una visione,
anche abbastanza pessimistica della vita dopo la morte, è la visione che potrebbe
essere di chiunque, o soltanto di me stesso, o comunque, di qualcuno che si ritrova a raccontare,
dopo la morte, dopo essere stato seppellito sotto un'anonima pietra, in un qualsiasi luogo della terra.
Di trovarsi nel nulla infinito, ma di riuscire a pensare, di riuscire a ricordare ogni cosa,
di poter sentire, provare, ed esprimere qualsiasi sentimento, ma di non poterlo comunicare
a nessuno, perché nel risvegliarsi dalla tomba, si ritrova a vagare in una sconfinata foresta,
immersa nelle nebbie, ai confini del nulla, in cerca di una presenza qualsiasi, simile alla sua.
E il non poter comunicare, sia in vita che in morte, credo sia una delle peggiori sventure.
Così, decide di comunicarlo attraverso un canto, o un lamento funebre, che affida al vento,
attraverso il quale spera, possa arrivare a qualcuno... ma non ci è dato sapere, se questo
accadrà.

(S.F.M.) avete un sito o altro che volete rendere noto?
Oltre a
www.myspace.com/gothtown
(Dove è più semplice contattarci e dove si possono anche comprare i nostri CD)
www.penombra.it/goth-town.htm
(Sito Ufficiale)
www.myspace.com/ultravenarecords
(Lo studio dove proviamo e realizziamo i nostri dischi)
www.penombra.it
(Portale di cose utili e gratuite per chi suona e chi ascolta)

(S.F.M.) la vostra collaborazione impossibile?
(Goth) Non lo so, non ci ho mai pensato realmente, ma mi piacerebbe collaborare
con tantissimi musicisti, specialmente del passato, specialmente quelli morti, ma non solo.
E occupandomi anche di cortometraggi, mi sarebbe piaciuto collaborare
anche con attori, registi, scrittori, del passato... ma credo di avere una lista infinita di artisti.
Si ma... ce ne sono anche di vivi che son bravi, quindi al momento collaboro con loro, finché vivo anch'io.

(S.F.M.) il prossimo progetto musicale, di cosa parla?
(Goth) Di morte ovviamente. Ma non per ossessione, è in realtà, una dedica al regno dei morti,
un luogo, nel quale ci sia arriva, "in genere", quando si è al massimo della conoscenza terrena,
di conseguenza, è anche il luogo, che custodisce tutto il sapere umano. Credo sia il luogo
più affascinante che possa esistere, un posto senza confini, che contiene tutti i nostri pensieri,
di cui però, i vivi non sanno nulla, ma è affascinante, non solo per il il suo mistero, ma proprio perché
racchiude e nasconde in sé, la conoscenza, la sapienza e la saggezza, che noi tutti vorremmo
avere, ma che mai avremo. Ragion per cui, non dobbiamo aspirare alla morte, ma al sapere,
e condividerlo, prima che Lei, ci venga a rapire.
Ad ogni modo, il nuovo disco, che speriamo sia pronto anche stavolta per il 2 novembre,
sarà diverso da quello precedente, avrà una parte, ancora legata alle sonorità
darkwave di "The Clouds", e una parte, che sarà più influenzata dal lato oscuro della
musica classica, dalle marce funebri, e di conseguenza, anche da suoni acustici,
ovviamente sempre con influenze dark e gotiche.
Ci sarà quindi, un uso più ampio di pianoforte e strumenti ad arco, anche grazie alla
new entry, a tempo pieno nei Goth Town, di Valentina, già violinista nel disco precedente,
proprio in "Under My Stone", di cui parlavamo prima. E per l'appunto insieme, stiamo curando
gli arrangiamenti, delle canzoni del nuovo disco, e nuovi arrangiamenti di "The Clouds",
per il nostro ritorno anche ai concerti, nel prossimo autunno.

(S.F.M.) vi ringrazio molto!
(Goth) Grazie a te.




blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl