Conunicato stampa

12/mag/2008 17.10.00 Fondazione Il Bisonte Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Bagliori d’Oriente
Nelle xilografie della Repubblica popolare Democratica di Corea
 
 
La Corea del Nord e le arti figurative: nel mondo occidentale letestimonianze di questo aspetto, non secondario, della vita culturale delpaese, sono state rare, quasi inesistenti, in particolare per quantoriguarda la grafica.
 
Per la prima volta in Europa, e non solo, la Galleria "IlBisonte" espone, a partire da giovedì 15 maggio, unaraccolta di 38 xilografie  a colori realizzate da artistinord-coreani del Mansudae Art Studium di Pyongyang, grande centrodi arti figurative fondato nel 1959.
 
 Si tratta di un evento destinato a suscitare l'interesseinternazionale e ad aprire una discussione non marginale sul ruolo svoltodell'arte nord-coreana nell'ambito del "realismo socialista"ispirato all'Unione Sovietica.
 
I soggetti scelti dagli artisti in questione sono in gran parte legati almondo politico e sociale com'era indicato dalla propaganda di regimenegli anni 80, periodo al quale risale la maggior parte delle opereesposte, ma non mancano le raffigurazioni di paesaggio, tema caro allatradizione locale proprio nel nord del paese, in contrapposizione agliesperimenti astratti e concettuali che invece hanno trovato ampiaapplicazione nella Corea del Sud.
 
Come ben si vede, le riflessioni che l'esposizione del Bisontesollecita sono molteplici. I rapporti fra le diverse realtà socialistecome si configuravano anche sul piano artistico fino alla fine degli anniottanta , potranno essere meglio indagati , soprattutto per quantoriguarda le  peculiarità, che distinguevano i diversi paesi anchenelle scelte tecniche e non solo concettuali.
 
La xilografia ( incisione su legno ) ad esempio, è  profondamenteradicata nella tradizione orientale, che non pratica, o addirittura nonconosce, la calcografia. Le opere esposte , tuttavia, pur richiamandosialla tradizione russa e dell'est europeo, si distinguono per la loroluminosità. Sono impresse con colori lucidi, quasi smaltati, su cartapatinata anch'essa lucida, e rivelano la necessità  di risponderealla richiesta di un'arte di immediata e chiara comprensibilità, dinarrazione d'effetto, specialmente per quanto riguarda la raffigurazionedel paesaggio.
 
La mostra rimarrà aperta fino al 18 luglio. In questo periodo laGalleria si offre come luogo d'incontro e di dibattito perl'approfondimento di temi collegati alla conoscenza di un mondo artisticorimasto finora per noi avvolto in nell'ombra. 
 
 
orari di apertura: dal lunedì al venerdì9.00/13.00 - 15.00/19.00
sabato su appuntamento - domenica chiuso
 
Linkad alcune immagini

NOTA DI SERVIZIO
 
Mercoledì 14 dalle 12.00 alle 13.00 avrà luogo presso la Galleria “IlBisonte” - via San Niccolò, 24r Firenze - la presentazione alla stampa.Seguirà buffet all’Osteria “Antica Mescita”. Si prega di confermare lapresenza al numero 055-2342585.
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl