MOSTRA "LO ZODIACO DEL PRINCIPE e I DECANI DI SCHIFANOIA" a cura di: STUDIO Archeo900

06/ott/2008 14.41.54 STUDIO Archeo900 Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

“LO ZODIACO DEL PRINCIPE E I DECANI DI SCHIFANOIA”

Astrologia e Magia ai tempi della  Corte Estense

MOSTRA a cura dello Studio Archeo900

 
  La mostra ha come scopo quello di  far conoscere nel mondo la cultura alchemico-astrologica e magica della Corte Estense durante il Rinascimento con la esposizione dei dipinti realizzati con la ricostruzione scientifica, filologica e artistica, dopo approfonditi e duraturi studi,  dal noto artista e scultore ferrarese Prof. Maurizio Bonora, degli affreschi rappresentanti i 36 decani e i 12 mesi e segni zodiacali del Salone dei Mesi di Palazzo Schifanoia.
Il pregio delle opere va identificato principalmente nel fatto che nel Salone dei Mesi gli affreschi furono in parte deteriorati e resi in parte illeggibili da coperture a calce e da restauri mal realizzati nei secoli passati e quindi attraverso questa mostra è possibile rivedere l’intero ciclo astrologico che ancora oggi colpisce per il mistero e per la difficoltà di interpretazione di un percorso pittorico unico nel suo genere.

Gli affreschi di Palazzo Schifanoia a Ferrara furono realizzati sotto il ducato di Borso d’Este a partire dal 1465 con il contributo di grandi artisti dell’epoca  come Francesco del Cossa e Ercole de’ Roberti e sotto la direzione dell’astrologo e bibliotecario di corte Pellegrino Prisciani.
Ferrara rinascimentale veniva considerata dai contemporanei il centro umanistico italiano di maggior cultura; musica, teatro, arte e letteratura ebbero un grande rilievo sotto la dinastia estense. Lavorarono e scrissero a Ferrara Leon Battista Alberti, Tito Vespasiano Strozzi, Matteo Maria Boiardo, Ludovoco Ariosto e il Torquato Tasso.
Grandi artisti come Tiziano, Piero della Francesca e Pisanello lasciarono i loro dipinti nelle residenze di corte e grandi architetti e ingegneri come Bartolino da Novara e Biagio Rossetti realizzarono il magnifico Castello e le numerose Delizie che ancora oggi si possono ammirare.
Questa mostra può dunque consentire, anche in nazioni molto distanti dall’Italia, di far conoscere questo periodo storico così peculiare per la Corte Estense attraverso le opere realizzate da questo importante artista contemporaneo.

La mostra è già stata presentata a Ferrara nello stesso Palazzo Schifanoia nel 1992 a cura del Comune di Ferrara, dell’Assessorato alla Cultura e dei Musei Civici di Arte Antica e all’Hotel De Ville di Bruxelles nel maggio del 1996, organizzata in occasione della Presidenza Italiana del Consiglio dell’Unione Europea e per il 50° anniversario degli accordi Italia-Belgio sull’Emigrazione ed in collaborazione con l’Ambasciata d’Italia in Belgio, il Consolato Generale d’Italia a Bruxelles e l’Istituto Italiano di Cultura e molte altre istituzioni italiane e del Belgio.

Studio Archeo900 – (Responsabile, arch. Alberto Squarcia)

Corso Porta Mare 8/b Ferrara - Italia

Fax +39.0532-208658  Cell.+39.335.1363928

info@archeo900.com Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.     www.archeo900.com


 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl