inaugurazione WE HAVE A DREAM

22/set/2008 11.07.07 Comune di Reggio Emilia Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
COMUNICATO STAMPA
WE HAVE A DREAM
Per un realismo visionario

a cura di Luca Molinari, Marinella Paderni e Pier Luigi Sacco
artisti: Marjetica Potrč, Tomas Saraceno
11 ottobre - 30 novembre 2008
Inaugurazione 10 ottobre ore 19
SPAZIO GERRA
Fotografia e immagine contemporanea
Piazza XXV aprile 2 - Reggio Emilia
11 ottobre - 30 novembre 2008
da martedì a venerdì ore 18-23
sabato e domenica ore 10-23
WE HAVE A DREAM. Per un realismo visionario è un progetto multicuratoriale che indaga un aspetto nuovo e radicale della contemporaneità, l’emergere in anni  recenti di un realismo visionario con modelli di pensiero e pratiche alternative di sostenibilità del mondo a fronte di una globalizzazione indifferenziata e di sistemi di vita culturali, economici e ambientali che  stanno mostrando la loro insostenibilità.
Le utopie del Movimento Moderno si sono infrante, le città e gli spazi del vivere vanno ripensati, adattati, come pure i sistemi di vita delle comunità. Il vuoto lasciato è stato sostituito da realtà periferiche, da pratiche urbane spontanee e da collettivi collaterali alla cultura ufficiale che sperimentano forme alternative, che offrono modelli convertibili dal locale al globale, quali architetture spontanee e flessibili, piccole economie informali, sistemi d’agricoltura urbana, dismissioni creative.
Condividendo uno stesso realismo visionario nei confronti del presente e di scenari futuri, i tre curatori – lo storico d’architettura contemporanea Luca Molinari, il critico d’arte Marinella Paderni e l’economista della cultura Pier Luigi Sacco - hanno ideato un progetto espositivo dove arte, architettura, economia e riflessione critica danno espressione a nuove pratiche insorgenti e a una dimensione utopico-visionaria come risorsa di sviluppo locale e globale.
Per cogliere adeguatamente i contesti esistenti, oggi si fa necessaria la capacità di anticipare nuovi scenari, di rappresentare questo slancio visionario - come quando si ha un sogno da realizzare, ma un sogno non più personale bensì un sogno collettivo, plurale e estremamente vicino ai bisogni effettivi del nostro imminente futuro. We have a dream coglie questa capacità di aprirsi ad una realtà visionaria in grado di disegnare visioni in cui l’immaginazione e l’inventiva trovino il loro radicamento nella realtà sociale, instaurando pratiche di rinnovamento creativo dei comportamenti sociali all’altezza di accogliere insieme sia l’anima dei luoghi sia le nuove esigenze dell’umanità quali la flessibilità, il nomadismo, la smaterializzazione dei “corpi solidi” in forme e architetture leggere, partecipative più sensoriali e meno rigide, più umane e meno coercitive.

La mostra si compone dell’intervento site-specific degli artisti Marjetica Potrč e Tomas Saraceno, di una sala multimediale dedicata ai progetti e alle riflessioni nel campo dell’architettura e di una sala dedicata a nuovi modelli di economia della cultura con materiali sui distretti culturali evoluti e sulle dismissioni creative.
Lo spazio architettura sarà organizzato come un vero e proprio laboratorio in cui il visitatore potrà incontrare ogni settimana “menù” di video e pubblicazioni differenti che lo aiutino a costruire una personale geografia delle esperienze in corso d’opera tra realtà e visione sugli scenari internazionali contemporanei.
Lo spazio economia della cultura presenterà una panoramica di materiali e di esperienze che possono essere considerati espressioni di un nuovo realismo visionario nell’approccio allo sviluppo locale fondato sulla cultura, tra cui il festival dell’arte contemporanea di Faenza, che si propone come un esempio di festival fondato sul coinvolgimento integrale della comunità locale in un evento cultuale di portata internazionale.
Sono previsti lungo l’arco della mostra tre workshop con autori e personaggi che lavorano sui confini tra architettura, geografia, arte, suono per verificare direttamente la complessità di un tema che sta cambiando il nostro modo di progettare e guardare alla realtà.

SPAZIO GERRA
Fotografia e immagine contemporanea
Piazza XXV aprile 2 - Reggio Emilia
WE HAVE A DREAM. Per un realismo visionario
a cura di Luca Molinari, Marinella Paderni e Pier Luigi Sacco
artisti: Marjetica Potrč, Tomas Saraceno
11 ottobre - 30 novembre 2008
da martedì a venerdì ore 18-23
sabato e domenica ore 10-23
Ufficio stampa
Comune di Reggio Emilia - Assessorato alla Cultura
Patrizia Paterlini cell. 348 8080539
tel. 0522 456532  fax 0522 433266
patrizia.paterlini@municipio.re.it

 
Roberta Conforti
Assessorato Cultura del Comune di Reggio Emilia
via Dante Alighieri 11 - 42100 Reggio Emilia
tel 0522 456635 - fax 0522 456761
348 2571815
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl