Comunicato stampa

Mancava in rete uno spazio per la pittura classica, gestito come in questo caso da un addetto ai lavori, un pittore professionista, esperto, docente con decine di allievi.

30/set/2008 20.57.26 Carlo Vighi Pittore professionista Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

 IL BLOG DI CARLO VIGHI  blog.carlovighi.it

Il centro culturale della pittura e della cultura classica

 

A due mesi dalla partenza, sono decine di migliaia i visitatori, centinaia di migliaia gli accessi, centinaia quelli che chiedono informazioni, ogni giorno un folto gruppo di fedelissimi attende con trepidazione gli articoli tecnici della pittura e le recensioni uniche, innovative e puntuali della storia dell’arte.

Un format di successo studiato per soddisfare le attese di un target impegnato di pittori e di appassionati di tutte le età, cultori ed amanti della cultura classica. Mancava in rete uno spazio per la pittura classica, gestito come in questo caso da un addetto ai lavori, un pittore professionista, esperto, docente con decine di allievi. L’obiettivo principale è quello di creare un punto d’incontro, una mano tesa tra un artista ed il pubblico, un momento per scambiare idee e sensazioni, per tutti un’occasione, per troppo tempo gli artisti sono rimasti isolati. E’ un problema di comunicazione, consideriamo l’arte un mezzo per comunicare non uno strumento per produrre superfici decorate. Alla faccia della storia dell’arte, essa non è morta come voleva sostenere Argan, nonostante i vari tentativi di assassinarla essa è solo malata, come tutta la civiltà che ci circonda. Tutti possono esprimere idee e concetti, ma nessuno può prevaricare. La cultura non ha confini geografici, non ha età, non ha sesso, non ha colori politici, non ha religioni. L’arte è un mezzo per comunicare, l’aspetto decorativo è in subordine, essa è la parte nobile della cultura e si esprime anche per piacere. Chiunque può e deve manifestare il proprio pensiero e le proprie sensazioni senza dover temere l’emarginazione e l’isolamento, Il rispetto impone un linguaggio moderato, non l’alterazione del pensiero e dei contenuti. Qualsiasi forma di violenza anche psicologica è da bandire, qualsiasi tentativo di emarginare è violenza. L’etica ovunque applicata è ancora un valore da ricercare e perfezionare, il relativismo esasperato non deve inquinare le menti e le coscienze. Rispetto per tutti gli artisti e per tutte le arti.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl