Paolo Angelosanto vince il 3° Premio Internazionale Arte Laguna ��“ sezione arte fotografica

23/nov/2008 09.37.03 Cristina Del Favero Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Paolo Angelosanto vince la terza edizione del Premio Internazionale Arte Laguna – sezione arte fotografica – con l’opera “Dov’è il lupo” (2008). La Giuria ne ha riconosciuto “la sapiente commistione di un discorso ironico ad una riflessione circa gli stati personali che caratterizzano l’uomo, mediante un lavoro che trascende la pura oggettività, alla ricerca di una peculiare matrice linguistica” (Carlo sala, Presidente di Giuria – sezione arte fotografica).

 

L’opera, una foto lambda di dimensioni 80 x 120 cm, appartiene a un ciclo di produzioni in cui l’artista mette in scena il suo corpo a livello performativo, come mezzo espressivo, talvolta mediante il camouflage. Delle sue azioni rimangono generalmente video e fotografie, da considerarsi - da un lato - simulacri dell’evento, ma al tempo stesso lavori dotati di un discorso linguistico autonomo.

 

L'autore verrà premiato questa sera (domenica 23 novembre 2008), alle ore 17, presso gli spazi espositivi InParadiso, ai Giardini della Biennale di Venezia, con un assegno del valore di 4.500euro.

 

Maggiori inforamazioni sul sito www.premioartelaguna.it

 

 

POETICA

 

In fase di selezione finale, la Giuria ha posto agli artisti selezionati alcune domande per capirne la poetica. Riportiamo le risposte fornite da Paolo Angelosanto:

 

D: Attorno a cosa ruota la tua poetica artistica in generale?

R: Metto in scena il mio corpo in performance, come mezzo espressivo, di cui rimangono fotografie e video, come traccia simbolica delle azioni. Il privato diviene pubblico in una dimensione poetica prima ancora che politica. In un video donne e uomini di età e nazionalità differenti, sfogliano una margherita,  intonano la cantilena “m’ama non m’ama” nella propria lingua, mostrando l’universalità del bisogno d’amore. Per il mio trentatreesimo compleanno, ho invitato tutti in galleria e ho mangiato in quaranta minuti una torta di tre kg. Corro per le vie di Roma nudo impugnando la bandiera nazionale, con la scritto and i’m not happy. Lavoro tendenzialmente su progetti e alla sperimentazione di diversi linguaggi: dal disegno,  la scultura, alla pittura, prediligo il video e la fotografia.

 

D: Ci spieghi il significato profondo della tua opera?  Che cosa rappresenta e come è nata?

R: Dov’è il Lupo” il titolo ambiguo e ironico per riappropiarsi delle preziose perle di saggezza in cui sono racchiuse le nostre esperienze di crescita nel risolvere situazioni di paura, di inadeguatezza, di solitudine e sconfiggere angoscie che fanno svanire conflitti e fantasmi, con coraggio alle difficoltà, superando le fasi più difficili “attraverso l’audacia dell’arte”. L’opera è (il passaggio successivo) il risultato di una performance intima, realizzata nel bosco del  paesino d’origine, dopo un viaggio di ritorno fatto a Giugno 2008, festeggiando il mio non compleanno.

 

 

PROSSIME ESPOSIZIONI

 

“Dov’è il lupo” sarà in esposizione dal 23 novembre al 14 dicembre alla mostra collettiva delle opere finaliste del Premio Internazionale Arte Laguna - sezione arte fotografica, curata da Carlo Sala, presso gli Spazi Espositivi “InParadiso”, ai Giardini della Biennale di Venezia.

(Spazio Espositivo InParadiso, Giardini della Biennale - Castello 1260 - 30122 Venezia – tel. +39 041 2413972 - info@inparadiso.net)

 

 In contemporanea, dal 26 novembre al 16 dicembre, il Brolo Centro d’Arte e Cultura di Mogliano Veneto (TV)  ospiterà una tripla personale dei tre artisti vincitori assoluti del Premio: Dania Zanotto (scultura), Pierluigi Febbraio (pittura) e Paolo Angelosanto (arte fotografica). La mostra è curata da Igor Zanti.

(BROLO Centro d'Arte e Cultura - Via Rozone e Vitale, 5 - 31021 Mogliano Veneto (TV) - tel. +39 041 5905151 – info@brolo.org)

 

rolo.org

 

 

BIOGRAFIA

 

Nato a S. Denis (Francia) 1973.

 

2004 Finalista Italiano Premio UNIONE LATINA

2003 Residenza Università UNIDEE Città dell’arte, Fondazione Michelangelo Pistoletto, Biella-Torino

1999 Residenza Palazzo Carminati della Fondazione Bevilacqua la Masa VE

 

MOSTRE PERSONALI

 2007 Wunderkammer, MLAC, Università la Sapienza, a cura di S. Lux e D. Scudero, RM

 2005 GEMINI MUSE, a cura del GAI di Torino, Sederholm House, Helsinki, Finlandia

 

COLLETTIVE

 2008 Appunti #1 a cura di C. Libero Pisano e F. La Paglia, CIAC, Genazzano, Roma.

 2007 Art Bus a cura di A. Arévalo (video en bus) Madrid, Spagna.

 2006 FOOD a cura di M. Carriero e A. Ajò, Scuderie di Palazzo Farnese, Caprarola, VT.

 2003 Q13 GARAGE Centro Culturale Candiani, a cura di P. Capata, Mestre,VE.

 2002 DPPIAVU’ Visionaria Festival a cura di Massimiliano Tonelli, Palazzo delle Papesse, Siena.

          QUOTIDIANA 02 a cura di V. Baradel, G. Bartorelli, Museo al Santo, Padova.

 2001 ELETTROSHOCK a cura di B. Di Marino, Acquario Romano, RM.

1999  AUTORI/TRATTI/ ITALIANI a cura di A. Arévalo,  Fondazione Bevilacqua la Masa, VE.

   LA PITTURA A VENEZIA a cura di L. M.o Barbero Fondazione Cassa di Risparmio di Modena.

1997   APERTO 97 Nuova arte e nuova critica, invito di G. Marziani, Trevi Flash Art Museum, Trevi.

 

 

 

 

 

 

Contatto stampa

Cristina Del Favero
ufficio stampa ARTE LAGUNA
ufficiostampa@artelaguna.it
+39 340 3126149

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl