I Mercoledì dell'Accademia: Le Nuove Ombre Cinesi

L'istituzione veneziana infatti proporrà un programma tagliato specificatamente per I Mercoledì dell'Accademia nel quale si potranno vedere i video di una ventina di artisti, molti dei quali provenienti dalla prestigiosa China Central Academy of Fine Arts di Pechino, e una serie di lavori video realizzati nell'arco degli ultimi 2 anni del tutto inediti fuori dalla Cina.

Allegati

03/mar/2009 18.49.52 Comitato Trieste Contemporanea Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

ACCADEMIA DI BELLE ARTI DI VENEZIA

in collaborazione con

TRIESTE CONTEMPORANEA

 

 

Le Nuove Ombre Cinesi

La giovane videoarte di Pechino

Accademia di Belle Arti di Venezia

Dorsoduro, 423 - Aula Magna

I Mercoledì dell’Accademia: 4 Marzo, 18 Marzo, 1 Aprile: ore 17

 

 

 

Le Nuove Ombre Cinesi, la fortunata rassegna di videoarte prodotta da Trieste Contemporanea, a cura di Vittorio Tantucci, prosegue all’Accademia di Belle Arti di Venezia. L’istituzione veneziana infatti proporrà un programma tagliato specificatamente per I Mercoledì dell’Accademia nel quale si potranno vedere i video di una ventina di artisti, molti dei quali provenienti dalla prestigiosa China Central Academy of Fine Arts di Pechino, e una serie di lavori video realizzati nell’arco degli ultimi 2 anni del tutto inediti fuori dalla Cina. Da segnalare nel ricco programma degli appuntamenti veneziani, la selezione di opere di due nomi di spicco nel panorama degli artisti emergenti cinesi, “Tan Tan” e “Chen Hai Lu”, e la sezione dedicata ai video di animazione, che proporrà interessanti lavori nei quali il carattere formale delle linee rimanda alla sensibilità cinese per la calligrafia.

 

 

 

"Zhang Mei Jie", video still dall’opera (trad.it:) Una frase per la vita

 

 

 

titolo della rassegna: NUOVE OMBRE CINESI. La giovane videoarte di Pechino

nell’ambito dell’iniziativa: I Mercoledì dell’Accademia

sede: Accademia di Belle Arti (Venezia – Dorsoduro, 423) – Aula Magna – ore 17

tre giornate: 4 Marzo, 18 Marzo, 1 Aprile

 

curatore: Vittorio Tantucci

 

artisti: “Chen Hai Lu”, “Chen Qiang”, “Gao Wen Dong”, “Jiao Yan”, “Liao Wen Wen”, “Mao Yong Hua”,

“Song Song”, “Tan Tan”, “Wendy Kuan”, “Wu Qiu Yan”, “Xu Jian”, “Yang Fan”, “Yao Ping”, “Yonga”,

“Yuan Bo”, “Yu Si Ming”, “Zheng Zhong”, “Zhu Rong”, “Zhu Yu”

 

 

 

 

programma

 

MERCOLEDI' 4 marzo, ore 17

presentazione della rassegna con il sinologo Vittorio Tantucci

 

Cina e Tradizione
L’unico modo che la Cina dell’Arte ha per essere realmente internazionale è di “saper riscoprire creativamente le proprie radici”,

quasi come un adolescente alla ricerca dei suoi genitori. (Wu Jian Xin)

 

"Tan Tan", Qianmen Yidian / Hotel No. 1 di Qian Men (2007, 16’24’’)

"Chen Hai Lu", Duihua / Conversazione (2008, 2’)

"Lin Zhe Le", Repanda (2007, 6’25’’)

"Wu Qiu Yan", Wu / Comprendere (2008, 3’27”)

"Yu Si Ming", Yuan / Circolare (2008, 3’29”)

 

 

MERCOLEDI' 18 marzo, ore 17

presentazione della rassegna con il sinologo Vittorio Tantucci

 

Cina allo Specchio
La dimensione della “Cina vera”, del realismo sociale delle opere del passato, è ormai uscita dalla cerchia dell’arte cinese contemporanea.

Probabilmente è proprio nei video e nella New Media Art che non è ancora avvenuta questa scissione.

Qui si può ancora scorgere un legame tra le opere e la realtà cinese a cui si riferiscono.

I “MinjIan Jilu Pian” si avvicinano molto di più alla realtà cinese dei quadri d’arte contemporanea. (Zhu Qi)

 

"Tan Tan", Baicai / Lattuga cinese (2007, 33’11’’)

"Tan Tan", Yu 60 Ren Gongdu Yi Fenzhong / Un minuto con 60 persone (2007, 6’58’’)

"Zhang Mei Jie", Duanyu weisheng / Una frase per la vita (2006, 12’)

"Gao Wen Dong", Xi Hai Cun / Il Villaggio di Xi Hai (2006, 31’)

 

 

MERCOLEDI' 1 aprile, ore 17

presentazione della rassegna con il sinologo Vittorio Tantucci

 

Ombre e Cinesi

“Alludere” in Cinese si traduce con i due caratteri “An Shi” che letteralmente significano “fare apparire nell’oscurità”:

il senso diventa un gioco di luci e ombre. (Vittorio Tantucci)

 

"Zheng Zhong", Jinyu / Pesce rosso (2006, 8’53’’)

"Liao Wen Wen", Wo zai zheli / Sono qui (2006, 2’02’’)

"Yuan Bo", "Jiao Yan", Tiantang de Jieti / Scala per il paradiso (2008, 8’53’’)

"Liao Wen Wen", Ao Wu (2006, 1’39’’)

"Chen Qiang", Geli / Tagliato fuori (2007, 29’)

"Zhu Yu", Ying / Ombre (2008, 2’)

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl