LERICI 2

4 Luglio - 25 Luglio: FRANCO OTTAVIANELLI e KARL HARTWIG KALTNER a cura di Paolo Thea.

30/giu/2004 20.44.02 presspg Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Riceviamo e inoltriamo


--------------------------------------------------------------------------------


C O M U N I C A T O S T A M P A

LUOGHI D'OSSERVAZIONE 2

Franco Ottavianelli, Karl-Hartwig Kaltner

Sede: Castello di San Terenzo (Lerici - La Spezia)

Inaugurazione sabato 3 Luglio 2004 alle ore 21,30 - Brindisi con gli artisti gentilmente offerto dall' Azienda vinicola Benincasa/BevagnaPG

Periodo: 3 Luglio - 25 Luglio

Artisti: Franco Ottavianelli , Karl-Hartwig Kaltner

Curatore: Paolo Thea

Organizzazione: Associazione Culturale Luoghi.

Promotore: Assessorato alla cultura del Comune di Lerici (SP)

--------------------------------------------------------------------------------

Luoghi d’osservazione, progetto di tre mostre d’arte contemporanea negli spazi del Castello di San Terenzo a Lerici, nasce da molteplici riflessioni desunte dall’analisi del contesto storico e culturale. Il territorio spezzino in questi ultimi anni sta divenendo teatro di nuove iniziative artistiche o del potenziamento di realtà già con una solida tradizione. L’esperienza ‘Arte e territorio’ a Montemarcello, le rinnovate edizioni della Biennale d’Arte Contemporanea Premio del Golfo, l’apertura del CAMeC (Centro d’Arte Moderna e Contemporanea di La Spezia) con la direzione artistica di Bruno Corà, e altre iniziative pubbliche e private, vanno a costituire un nuovo clima culturale che rende particolarmente interessante un territorio di ‘cerniera’ tra la Liguria e la Toscana che proiettandosi sulla scena artistica internazionale sta suscitando particolare curiosità e interesse.
Volontà della Associazione Luoghi, con questo progetto di eventi che si svilupperanno nell’arco estivo da maggio a settembre, è sia creare un intenso nuovo dialogo tra le realtà presenti sia fornire con serietà e costanza dei momenti di riflessione e crescita alla popolazione del Comune di Lerici in un ambito, quello dell’arte contemporanea, spesso considerato marginale e non ‘produttivo’.
Il progetto si pone anche come obiettivo la riqualificazione dello spazio storico del Castello di San Terenzo recuperando la sua vocazione espositiva inserendolo all’interno di un circuito nazionale ed internazionale di eventi artistici in grado di attrarre non solo l’attenzione di un vasto pubblico che nei mesi estivi è presente soprattutto per turismo ma anche quella di enti pubblici e privati che operano nell’ambito della promozione e della diffusione della cultura contemporanea. Tempi e mostre:

12 Giugno - 27 Giugno: TIZIANO CAMPI e SAURO CARDINALI a cura di Aldo Iori.

4 Luglio - 25 Luglio: FRANCO OTTAVIANELLI e KARL HARTWIG KALTNER a cura di Paolo Thea.

3 Settembre - 19 Settembre: STEFANO BONACCI e KLAUS MÜNCH a cura di Aldo Iori.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------

La mostra di FRANCO OTTAVIANELLI e di KARL KALTNER è il secondo evento della manifestazione Luoghi d'osservazione. L'esposizione curata da Paolo Thea presenta una serie di lavori degli artisti, di cui alcuni inediti, installati secondo un progetto specifico per il castello di San Terenzo. Un catalogo finale della manifestazione raccoglierà le immagini delle mostre e i testi dei curatori presentati all'inaugurazione.

Nel lavoro di Franco Ottavianelli, (nato nel 1943, vive e lavora a Roma e Spello) sono preponderanti il gioco e il calembour e si uniscono formazioni organiche e forme assolute. L'opera scultorea "Détour romain" che dà il titolo alla installazione appartiene a una serie di quattro variazioni sul tema della frantumazione da lui praticato. Un'altra variante, Tordinona", ha rappresentato il fulcro di una precedente mostra romana.
Di lui ha scritto Paolo Thea:
"Il sostantivo "détour", se gli si attribuisce l'accezione di "non-torre" o di "allontanamento dalla torre", apre ulteriori orizzonti. Non ultime ci sono le implicazioni dovute all'utilizzazione di residui che hanno perso qualsivoglia significato rispetto alla funzione iniziale".

I lavori di Karl-Hartwig Kaltner, (nato a Salisburgo nel 1959, dove vive e lavora) sono diversi tra loro: dipinti su tela, disegni e grandi bandiere che col loro libero andamento al vento evocano profili di laghi, tracciati di fiumi, strade, sentieri e labirinti. Nelle installazioni ambientali pietre, fascine, radici, specchi d'acqua tendono ad organizzarsi in un nuovo universo e ad entrare in relazione con la situazione architettonica preesistente.
Paolo Thea nella presentazione ha scritto:
"La sua è un'idea "ampia e complicata" a dispetto dei mezzi linguistici sintetici impiegati. Nel corso degli anni ha preso spunto da mosaici bizantini e ravennati, citazioni orientali, temi escatologici, installazioni ambientali, ritratti, rimandi a miti antichi, soggetti storici, simboli asburgici".

La mostra è visitabile dalle ore 21,30 alle 23,30 il venerdì, sabato e domenica o tutti i giorni su appuntamento al 349 1367557 o contattando e-mail luoghi@oparts.net.


--------------------------------------------------------------------------------
Informativa ai sensi della Legge n°675 del 31/12/96.
In relazione al D.Lgs 196/2003 riguardante la ‘Tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali’ La informiamo che questa mail circolare - inviata in CCN - non contiene pubblicità né promozione di tipo commerciale ed è stato inviato a scopo informativo a una mailing list i cui indirizzi sono stati reperiti navigando in rete, da e-mail o altre fonti che li hanno resi pubblici. Garantiamo che tali dati vengono solo da noi utilizzati con la massima riservatezza esclusivamente per l’invio gratuito di informazioni riguardanti Mostre ed Eventi Culturali. Questo messaggio non può essere considerato SPAM poiché include la possibilità di essere rimosso da ulteriori invii di posta elettronica.
Se ciò La disturba o questo invio è stato ricevuto doppio, ne chiediamo scusa. È sua facoltà richiedere la rettifica e la cancellazione degli stessi dati. Si prega di comunicarlo a presspg@libero.it con una lettera con RIMUOVI oppure DOPPIO e il proprio indirizzo e-mail nella casella "Soggetto" (Subject).
Se utilizzate più account, specificate l'indirizzo esatto da rimuovere.
To remove your name from future email communications, reply to this email with the subject: REMOVE.
In mancanza di una Sua esplicita comunicazione in merito riteniamo che Lei gradisca ricevere le nostre informazioni e ci sentiamo autorizzati a continuare gli invii. Grazie.














blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl