COMUNICAZIONE

Cose che nel tempo, come da lui preannunciato, non sono mancate.

Allegati

31/mar/2009 18.46.00 prota ciro Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 


                                                                                   

                                                                                                                                                                            Domenico Di Meglio in visita alla mostra

                                   

                                                                                                                                                               "La Caduta degli Dei”a Villa la Colombaia Agosto 2005

 

                                                                                                    I.p.a. l'arte in contemporanea

 

 

 

 

Era nostro amico.

Improvvisamente, senza avvertirci, se n’è andato.

Domenico Di Meglio direttore del quotidiano “Il Golfo” ci ha lasciato.

Increduli, non sapendolo più fra noi, già avvertiamo la mancanza del suo essere, del suo dire, del suo scrivere.

Era amico dell’I.P.A. da sempre.

La nostra amicizia risaliva ai banchi di scuola. Poi, dopo, ognuno prese la sua strada senza mai dimenticarsi dell’altro.

Quando all’inizio del 2005 gli presentammo il progetto dell’IPA per la diffusione dell’arte, sul territorio ischitano, ne restò entusiasta.

Ma, non dimenticò di avvertirci che dovevamo essere pronti e preparati a ricevere attacchi, critiche e sabotaggi.

Cose che nel tempo, come da lui preannunciato, non sono mancate.

Come ebbe modo di ribadire nel Suo “Sussurri & Grida” del 28/08/2005 che volle dedicarci.

Da allora, non c’è stato evento, rassegna o mostra organizzata dall’IPA che Domenico non abbia ospitato e scritto sulle pagine del Suo giornale.

Anche se “essenzialista totale” o “rospo insopportabile”, come lui stesso amava definirsi, spesso assente da ogni evento, contravvenendo ad ogni Sua regola visitò le mostre allestite dall’Associazione.

Fece parte della commissione che assegnò il Premio IPA 2005, partecipò alla cerimonia di consegna dello stesso con un intervento molto mirato e forte nei confronti dei disincantati operatori culturali dell’isola d’Ischia e della mancata attenzione che rivolgono all’arte i politici locali.

Nel 2006 il Suo giornale, attraverso il suoi lettori, assegnò all’IPA il premio speciale “A. Garise” per la diffusione della cultura.

Per tutto questo, da oggi, anche l’IPA si sentirà un po’ più sola, perché privata non solo del giornalista “essenziale” ma anche di un vero disinteressato amico.

Alla moglie, ai figli, ai Suoi familiari la partecipazione al Loro dolore di tutta l’Associazione, a te Domenico grazie per la tua amicizia e per aver creduto nel nostro operare.

c.p.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl