Le risultanti innovative di A. Giudice alla Galleria Roma

Le risultanti innovative di A. Giudice alla Galleria Roma Le risultanti innovative di A. Giudice alla Galleria Roma Nei giorni scorsi si è conclusa la mostra dell'artista poliedrico Angelo Giudice, che ha visto un pubblico attento godere dell'ultima produzione artistica.É veramente stupefacente il modo con cui Giudice riesce a cambiare le tematiche, risultanti innovative delle sue ricerche continue nelle forme, nei colori e nelle rappresentazioni.

17/mar/2009 22.54.00 Galleria Roma Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Le risultanti innovative di A. Giudice alla Galleria Roma

Nei giorni scorsi si è conclusa la mostra dell’artista poliedrico Angelo Giudice, che ha visto un pubblico attento godere dell’ultima produzione artistica.É veramente stupefacente il modo con cui Giudice riesce a cambiare le tematiche, risultanti innovative delle sue ricerche continue nelle forme, nei colori e nelle rappresentazioni.Non a caso, nella mostra curata da Giacomo Perticone, che ha visto 61 artisti siracusani e non, esporre per “L’Arte di Donare”, nella quale gli artisti offrono una o più opere da donare per l’adozione di un bambino tramite i Salesiani di Milano, Angelo Giudice presenta delle sorprendenti novità di collages con colori sgargianti che, insieme ad un pass-partout azzurro carta da zucchero, colpisce l’emotività dei fruitori.
Così pure, nella mostra a titolo “Collages” presso la galleria Roma di via Maestranza, dove l’artista siracusano con la sua creatività, riesce a portare in auge trent’anni della storia dell’arte italiana con il Noveau Realism.L’artista, in modo seppur passionale, riesce ad esprimersi con una produzione di ricerca che, pur avendo un occhio particolareggiato per le opere di Mimmo Rotella, riesce ad evocare un mondo nascosto. Egli, spaziando tra le iconologie pubblicitarie, veicoli principali e privilegiati, crea delle composizioni nelle quali le scritte pubblicitarie oltre ad essere sempre uniche scritte, divengono anche macchie di colore che compositivamente e armonicamente si intrecciano nell’opera artistica di Angelo Giudice
.Siracusa, San Leandro, 27/02/2009
Umberto Mario Garro
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl