VISITABILE ANCHE DI NOTTE DI VENERDI' E SABATO LA MOSTRA DI ETTORE ROESLER FRANZ A VILLA D'ESTE - TIVOLI

06/ago/2004 15.08.14 pierluigi47 Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
COMUNICATO STAMPA

Dopo 24 anni Villa d'Este a Tivoli ha riaperto al pubblico in notturna ogni venerdì e sabato fino a mezzanotte.  Con lo stesso biglietto di ingresso per un mese e mezzo fino al 18 settembre (ma con il limite massimo di 2 mila persone), oltre al giardino cinquecentesco, patrimonio Unesco, con le fontane sonore e i giochi d'acqua, si può ora visitare anche di sera la mostra antologica di 100 acquarelli del noto vedutista romano Ettore Roesler Franz (1845-1907), raffiguranti zone di Roma, Tivoli e Lazio di 100/125 anni fa ormai scomparse o quasi.

                                            

Lampade subacquee e scie di luce: Villa d'Este a Tivoli, dopo 24 anni, é tornata a risplendere anche di notte: davvero una delle meraviglie a livello mondiale! Villa d'Este ha riapre al pubblico di sera esclusivamente di venerdì e sabato dalle ore 21 alle 24 fino al 18 settembre compreso, ma con accesso limitato a 2 mila persone ogni sera. I giardini, le fontane (comprese quelle sonore dell'Organo e della Civetta) e i giochi d'acqua della villa cinquecentesca tutelata dall'Unesco sono tornati ad essere visitati di notte grazie all'illuminazione artistica progettata e realizzata dall'Acea con il contributo del Comune di Tivoli e della Provincia di Roma.

L'illuminazione è stata concepita per rendere, in un prossimo futuro, la Villa agibile anche di sera per attività musicali, mostre all'aperto, rappresentazioni teatrali, spettacoli. E' stato scelto un tipo di illuminazione semplice, secondo i canoni più attuali del gusto, tesa ad esaltare i grandi contenuti della villa: l’architettura, l’acqua, il giardino, gli incroci di spazi e prospettive, le decorazioni, nell’esaltazione di quello spirito rinascimentale che prende forza dalla semplicità e dall’eleganza delle forme. È una vera illuminazione, non uno spettacolo di luce ed acqua: lo spettacolo è e rimane la meravigliosa opera di architettura e ingegno idraulico. «Nessun effetto speciale, nessuna forzatura, la luce non è protagonista - ha spiegato il soprintendente Centroni. È piuttosto un pennello magico che sottrae alle tenebre gli oggetti che incontra e li rende visibili senza alterarne il colore, l'intensità, la forma». 

Con lo stesso biglietto di ingresso (costo 9 Euro; gratis fino a 18 anni e dai 65 anni in poi; sconto del 50% dai 18 ai 24 anni e per insegnanti) si può visitare nell'Appartamento del Cardinale di Villa d'Este l'importante mostra antologica di 100 acquarelli del pittore Ettore Roesler Franz (Roma 11/5/1845-Roma 26/3/1907), che si concluderà il 26 settembre 2004. L'evento é di grande rilievo per il mondo dell'arte e riguarda in particolare Tivoli (compresa Villa d'Este e Villa Adriana), i suoi dintorni, gli Acquedotti romani, i Colli Albani (Marino, Castelgandolfo, Nemi e Tuscolo), Roma e la campagna laziale (Paludi di Castelporziano e di Maccarese, l'oasi di Ninfa e la via Appia antica). L'Esposizione si prefigge di far conoscere Ettore Roesler Franz come "il pittore del paesaggio e della memoria", e non più solo come il pittore della "Roma sparita", ed é assolutamente fondamentale per la conoscenza del territorio, soprattutto laziale com'era alla fine dell'Ottocento,  rappresentando un valido testimonial per chi ama la natura e il paesaggio incontaminati da scempi edilizi e dall'urbanizzazione selvaggia.

L'importante Esposizione, già visitata da migliaia di turisti italiani e stranieri, é uno degli eventi culturali e istituzionali (Villa d'Este appartiene allo Stato) più interessanti dell'estate in Italia a livello internazionale, come già dimostrano i numerosi servizi radio-televisivi locali e nazionali, gli articoli su quotidiani, periodici e agenzie di stampa, andati in onda e/o pubblicati nei primi 2 mesi di apertura e da decine di siti internet.

La mostra, di grande rilievo per il mondo dell'arte, è patrocinata dalla Presidenza del Consiglio dei ministri, dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali - Soprintendenza ai Beni Architettonici e per il Paesaggio e per il Patrimonio Storico-Artistico e Demoetnoantropologico per il Lazio, dalla Provincia di Roma - Assessorato alla Cultura - e dal Comune di Tivoli. Ed é organizzata dalla società De Luca Editori d'Arte - Mostrare Srl di Roma, Concessionario per i servizi aggiuntivi di Villa d'Este (il catalogo di 156 pagg. con 104 illustrazioni a colori é curato dal professor Marco Testi di Tivoli).
 
L'Esposizione, che può essere certamente considerata per qualità e quantità la più importante e completa mai organizzata dopo la morte di Ettore Roesler Franz, conclude degnamente le celebrazioni del primo Centenario del conferimento della cittadinanza onoraria di Tivoli. Ed é molto istruttiva non solo per i giovani, ma anche per i meno giovani perché la maggior parte dei quadri esposti raffigura zone di Roma e del Lazio di 100/125 anni fa ormai scomparse o quasi: in particolare Tivoli, i suoi dintorni, gli Acquedottii romani, i Colli Albani (Marino, Castelgandolfo, Nemi e Tuscolo), Roma e la campagna laziale (Paludi di Castelporziano e di Maccarese, l'oasi di Ninfa e la via Appia antica).
E' anche esposto il celebre ritratto ad olio che Giacomo Balla fece a Ettore Roesler Franz proprio a Villa d'Este nel 1902 e che permise al grande pittore divisionista piemontese di partecipare alla V Biennale d'Arte di Venezia del 1903 e debuttare così in campo internazionale.    

La biglietteria di Villa d'Este é aperta fino al 26 settembre dalle ore 8,30 alle 18,45 tutti i giorni (tranne il lunedì), mentre fino al 18 settembre compreso riapre di notte dalle ore 21 alle 23, ma solo di venerdì e sabato (si consiglia di prenotare per tempo i biglietti perché, come detto, vi é  il limite massimo di 2 mila persone). Sono aperti il bookshop e il ristorante. Solo di notte -per esclusivi motivi di sicurezza- non sono, invece, attivi i servizi per portatori di handicap che funzionano, invece, regolarmente di giorno.

I visitatori dovranno uscire dalla Villa un'ora dopo la chiusura della biglietteria, cioé rispettivamente alle ore 19,45 di tutti i giorni (tranne il lunedì) e alle ore 24 di venerdì e sabato. Per informazioni tel. +39 199-766-166 e 0774/33.58.50. Per la prenotazione dei biglietti via internet cliccare su http://www.villadestetivoli.info/contatti.htm poi a sinistra su "su biglietteria online". E-mail: info@villadestetivoli.info.

Villa d'Este si raggiunge in auto: Autostrada A24, uscita Tivoli. In treno: Linea Roma-Pescara, Stazione Tivoli. In pullman: Linea Cotral Roma-Tivoli (capolinea di Roma: fermata metro Ponte Mammolo; fermata di Tivoli: Largo Nazioni Unite).                  
                                          xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl