Caterina Davinio presente a E-Poetry 2009, a Barcellona.

Poesia elettronica italiana al festival biennale di poesia digitale E-Poetry 2009, quest'anno a Barcellona.

24/mag/2009 20.39.36 Art Electronics Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Poesia elettronica italiana al festival biennale di poesia

digitale E-Poetry 2009, quest'anno a Barcellona.

Luoghi: Settimana della poesia Sala Mirador CCCB,

Caixaforum Museo, Università di Barcellona (UB).



Quando:



Festival 24/27 Maggio 2009.

E-Poesia italiana: 25 maggio 2009

(Università di Barcellona)

Presentazione di Giovanna Di Rosario (UOC)



Ente organizzatore: Hermeneia

Promotori: Ajuntament de Barcelona (ICUB), CCCB,

Caixaforum, Universitat de Barcelona.



Giovedì 25 maggio, alla Università di Barcellona (UB, Aula 1.1) sarà

presente

l'e-poetry italiana, curata dalla ricercatrice Giovanna di

Rosario. Uno spazio monografico è dedicato all'artista Caterina Davinio,

pioniera della

computer poetry, di cui viene illustrato il percorso

artistico dal 1990 al 2009 con una videoconferenza e quattro opere digitali

significative: Il nemico (VeneziaPoesia, Biennale 1997, acquisita dal Museo

Caixaforum),

Tribute to Marcel Duchamp, dal ciclo UFOp: Unidentified Flying Poetry

Objects (1999),

A Story (con una poesia sonora di Julien Blaine),

realizzata per Markers 2003, a Venezia,

UNESCO - Giornata Mondiale del Libro),

Knives (2007).



"E-Poetry" è un avvenimento biennale le cui quattro precedenti edizioni si

sono svolte nella State University of New York, Buffalo (2001),

nell'University of West Virginia, Morgantown (2003)

e al Birkbeck College dell'University of London (2005),

al Laboratoire Paragraphe, Université Paris 8 (2007).

Questa edizione di Barcellona, a cura del gruppo di ricerca Hermeneia,

diretto da Laura Borràs Castanyer, docente di Teoria de la letteratura

all'università di Barcellona (UB), è promossa da

istituzioni quali l'Ajuntament de Barcelona (ICUB), CCCB,

Caixaforum e la Universitat de Barcelona.



L'iniziativa vede anche l'impegno organizzativo dell'Electronic Poetry

Center de la University of Buffalo, fondato nel 1979 da Gerald O'Grady e

Hollis Frampton, del Laboratoire Paragraph de la Université Paris VIII, che

forma con il Laboratoire d'Esthétique de l'Interactivité, diretto dal

professor Jean-Louis Boissier, il Centre Interdisciplinaire de Recherche sur

l'Esthétique Numérique (CIREN).



Tra i partecipanti il gotha degli studiosi e dei pionieri della letteratura

elettronica internazionale, tra cui: Katherine Hayles, Roberto Simanowski,

Jean Clément, Loss Glazier, Eduado Kac, Caterina Davinio, Jason Nelson,

Philippe Castellin, Alan Sondheim, Sandy Baldwin, Chris Funkhouser, Jim

Rosenberg, J.R. Carpenter, Scott Rettberg, e molti altri.



E-poetry abbraccia vari poli d'interesse: un congresso accademico altamente

specializzato e una spettacolare manifestazione artistica (il festival di

poesia elettronica), che prevede performance ed eventi multimediali,

installazioni e proiezioni di letteratura digitale.



Spazi espositivi:

http://www.e-poetry2009.com/venues.php



:::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::

Press: Art Electronics Italia

clprezi@tin.it





blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl