SARA' INTITOLATA AL PITTORE ETTORE ROESLER FRANZ (Roma 1845-1907) LA RAMPA CAMPITELLI ACCANTO A VILLA D'ESTE A TIVOLI

20/set/2004 15.57.44 pierluigi47 Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
SARA' INTITOLATA AL PITTORE ETTORE ROESLER FRANZ (Roma 1845-1907) LA RAMPA CAMPITELLI ACCANTO A VILLA D'ESTE. LA CERIMONIA AVVERRA' A TIVOLI IL 25 SETTEMBRE ALLE ORE 11.

 

Il Sindaco di Tivoli Marco Vincenzi intitolerà al pittore Ettore Roesler Franz (Roma 11/5/1845 - Roma 26/3/1907) la Rampa di Piazza Campitelli, accanto a Villa d'Este. La cerimonia avverrà sabato 25 settembre alle ore 11.

Con l'occasione sarà anche possibile visitare gratuitamente nell'Appartamento del Cardinale di Villa d'Este la mostra antologica di 100 acquarelli dell'artista romano e cittadino onorario di Tivoli che si concluderà nel tardo pomeriggio di domenica 26 settembre, nonchè Villa d'Este (patrimonio Unesco) con il suo giardino rinascimentale e le bellissime fontane noti in tutto il mondo. Il 25 e 26 settembre, infatti, l'ingresso é gratuito perché Villa d'Este, che é di proprietà dello Stato, aderisce alle Giornate Europee del Patrimonio indette dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali.

Unitamente alla Rampa Campitelli la Giunta comunale tiburtina ha deliberato nei mesi scorsi di intitolare alla memoria del grande vedutista romano anche la Sala delle Esposizioni di pittura nell'ex chiesa di San Michele Arcangelo in quella parte di Città che il pittore amava moltissimo. Tale decisione é stata adottata in concomitanza con le celebrazioni del primo Centenario della cittadinanza onoraria di Tivoli concessa per acclamazione a Ettore Roesler Franz il 6 febbraio 1903 dal Consiglio comunale, su proposta dell'allora Sindaco Fabio Mastrangeli e della Giunta. L'8 dicembre 1903 il pittore, riconoscente, donò al Comune l'acquerello che riproduce l'acquedotto di Ponte Lupo presso Tivoli. Da quel giorno il dipinto, muto testimone delle vicende amministrative della Città latina, orna la stanza del Sindaco a Palazzo San Bernardino.

Il quadro é attualmente esposto insieme alla pergamena originale della cittadinanza onoraria opera di Giuseppe Cellini nella grande mostra antologica "Ettore Roesler Franz - Un vedutista di fine Ottocento a Tivoli e nel Lazio", raffiguranti zone del Lazio di 100/125 anni fa ormai scomparse o quasi. E in particolare Tivoli (compresa Villa d'Este e Villa Adriana), i suoi dintorni, gli Acquedotti romani, i Colli Albani (Marino, Castelgandolfo, Nemi e Tuscolo), Roma e la campagna laziale (Paludi di Castelporziano e di Maccarese, l'oasi di Ninfa e la via Appia antica). E' quindi molto istruttiva per i giovani e i meno giovani.

L'Esposizione si prefigge di far conoscere Ettore Roesler Franz come "il pittore del paesaggio e della memoria", e non più solo come il pittore della "Roma sparita", ed é assolutamente fondamentale per la conoscenza del territorio, soprattutto laziale com'era alla fine dell'Ottocento,  rappresentando un valido testimonial per chi ama la natura e il paesaggio incontaminati da scempi edilizi e dall'urbanizzazione selvaggia.

E' anche esposto il celebre ritratto ad olio che Giacomo Balla fece nel 1902 all'amico 57enne Ettore Roesler Franz proprio a Villa d'Este e che permise al grande pittore piemontese di debuttare alla V Biennale d'Arte di Venezia del 1903.

La mostra, di grande rilievo per il mondo dell'arte e che é stata già visitata da decine di migliaia di turisti italiani e stranieri, rappresenta uno degli eventi culturali e istituzionali (Villa d'Este appartiene allo Stato) più interessanti dell'estate in Italia a livello internazionale, come già dimostrano i numerosi servizi radio-televisivi locali e nazionali, gli articoli su quotidiani, periodici e agenzie di stampa, andati in onda e/o pubblicati dal 12 maggio, giorno di apertura, e da decine di siti internet. Si deve anche tener conto che la cinquecentesca Villa con circa 600.000 visitatori nel 2004 è l’ottavo sito più visitato d’Italia e il terzo del Lazio dopo il Colosseo e Castel Sant’Angelo.

L'importante Esposizione, che resterà aperta fino alle 18,30 di domenica 26 settembre, è patrocinata dalla Presidenza del Consiglio dei ministri, dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali - Soprintendenza ai Beni Architettonici e per il Paesaggio e per il Patrimonio Storico-Artistico e Demoetnoantropologico per il Lazio, dalla Provincia di Roma - Assessorato alla Cultura - e dal Comune di Tivoli. Ed é organizzata dalla società De Luca Editori d'Arte - Mostrare Srl di Roma, Concessionario per i servizi aggiuntivi di Villa d'Este in collaborazione con Banca Intesa. Il catalogo di 156 pagg. con 104 illustrazioni a colori, edito da De Luca Editori d'Arte - Mostrare Srl di Roma, é curato dal professor Marco Testi di Tivoli.

“Alcuni luoghi dipinti da Ettore Roesler Franz non ci sono più, ma sono tanti quelli che, riqualificati e recuperati, costituiscono ancora oggi un patrimonio inestimabile - ha dichiarato il sindaco Vincenzi. La mostra e il suo catalogo, possono essere guida preziosa se solo provassimo, attraverso i dipinti dell'illustre paesaggista, a costruire un itinerario da riscoprire, che permetta di ripercorrere gli antichi luoghi pieni di fascino: dalle grandi Ville, alle piccole case gotiche all'inizio del Colle, alle piazze ed alle strade del quartiere medievale, all'amata via di Pomata fra quegli olivi che tanto hanno meritato la sua attenzione, fino agli acquedotti che ancora resistono nella campagna circostante. Tivoli vuole ritrovare e manifestare attraverso la valorizzazione del patrimonio la sua connotazione sociale più forte e sta lavorando non solo per dare una qualità di vita migliore ai suoi cittadini ma anche per accogliere ed ospitare i numerosi visitatori che arrivano da ogni parte del mondo. E' questo il dono più importante che possiamo fare a Ettore Roesler Franz: recuperando modi, forme e dimensioni in armonia con l'ambiente circostante”.

Roma, 20 settembre 2004

                      xxxxxxxxx

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl