richiesta inserimento comunicato

Grazie e cordiali saluti Paolo --------------------------------------------------- Frammentazioni speculari Mostra personale di Paolo Avanzi dal 13 al 27 Ottobre 2009.

03/ott/2009 15.44.52 Paolo Avanzi Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Salve,



nel seguito riporto un comunicato che vi prego di pubblicare nella

sezione "arti figurative".



Grazie e cordiali saluti

Paolo



---------------------------------------------------







Frammentazioni speculari

Mostra personale di Paolo Avanzi dal 13 al 27 Ottobre 2009.





SEDE: ENTERPRISE HOTEL Corso Sempione 91 �“ Milano 20149



Tel. +39 02 31818.1 �“ Fax +39 02 31818.811

email: info@enterprisehotel.com

web: www.enterprisehotel.com



GENERE: Personale, pittura contemporanea.





ORARI APERTURA Tutti i giorni 18.00 �“ 23.00



INGRESSO: libero



ORARIO VERNISSAGE: 18.30



CURATORE: Valerio Lombardo



AUTORE: Paolo Avanzi



ORGANIZZAZIONE: Art&Communication by Valerio Lombardo



INFORMAZIONI:

cell.: 3385933641

email: info@artemilo.it

web: www.artemilo.it





Questa personale è curata da Valerio Lombardo, direttore di

Art&Communication, nell’ambito della rassegna espositiva di arte

contemporanea presso l’Enterprise Hotel.



In questa prestigiosa location eventi artistici sono abbinati a

manifestazioni promosse da sponsor di importanti aziende lombarde

operanti nell’ambito della moda, dell’industria e dei servizi. Ciò per

favorire le opportune sinergie fra mondo della cultura e mondo degli

affari.



L’esposizione presso la prestigiosa location dell’Enterprise Hotel,

rientra in un ciclo di mostre che comprende artisti non solo emergenti,

come Luca Bonfanti, ma anche consolidati come Davide Frisoni .



Paolo Avanzi propone una serie di tele di grandi dimensioni che

sintetizzano il proprio percorso di ricerca dal 2006 ad oggi.

Alcune di queste opere sono state create negli ultimi mesi

appositamente per gli spazi particolarmente ampi di questa prestigiosa

location, e dimostrano il raggiungimento di una maturità espressiva e

al contempo di un’inconfondibile cifra stilistica da parte di questo

artista .



La figurazione di Paolo Avanzi è basata sulla scomposizione dell’

immagine in una serie di tasselli, così che la figura risulta percepita

attraverso un gioco di specchi.

Ne scaturiscono brandelli di immagini riflesse, come se sulla tela si

depositassero le tessere di un mosaico fatto da tanti frammenti di

vetro.



Nel processo elaborativo l’artista si avvale anche di tecniche di

grafica digitale. Ma è soprattutto a livello mentale che avviene la

definizione del processo che conduce alla scomposizione dell’immagine.

Le singole tessere rimandano poi ad una meticolosa calibratura delle

sfumature cromatiche della materia (olio o acrilico) sulla tela per

rendere in modo intellegibile, agli occhi dell’osservatore, la

progressiva deformazione della figura.



Le opere esposte in questa personale riassumono il percorso evolutivo

dell’artista dal 2006 ad oggi.



I soggetti ritratti prendono linfa dalla realtà contemporanea.

Possono essere palazzi, scorci metropolitani, oggetti di uso comune… ma

soprattutto esseri umani.

Vediamo ritratti di uomini e donne anonimi, che, sotto le mani dell’

artista, riacquistano una identità tutta particolare, quella negata

dalla edulcorata e massificante società consumistico-tecnologica. Un’

operazione che fa riaffiorare vecchi fantasmi, laddove spesso troviamo

sguardi o espressioni solo apparentemente rassicuranti.



Il risultato è una congerie di tessere di un mosaico irrisolto, quale

potrebbe essere quello di uno specchio infranto, e tuttavia tale da

restituire una prospettiva coerente dell’uomo d’oggi. La coerenza nell’

incapacità di percepirsi come soggetto unitario, sotto l’incalzare di

lusinghe dettate da troppe ambizioni pericolose.



Queste operazioni pittoriche possiamo definirle quindi “speculazioni”

sia nel senso letterale del termine (osservazioni attraverso lo

specchio) sia nel senso di elucubrazioni sull’immagine che viene

“processata” mentalmente prima che sulla tela.

Ciò che fa testo, alla fine, è comunque il dato visivo, il senso di

sorpresa o disorientamento dell’osservatore, cercato anzi voluto, senza

il quale ogni elaborazione concettuale, anche la più raffinata,

rimarrebbe uno sterile esercizio fine a se stesso.





Paolo Avanzi è nato nel 1958 a Rosolina (Rovigo).

Risiede a Bresso (Milano)

Autodidatta in campo artistico. E’ approdato alle arti figurative

dopo una serie di esperienze in ambiti culturali molto diversi (studi

classici, conservatorio, laurea in psicologia, esperienze di

organizzazione, scrittura creativa).

Ha effettuato negli ultimi anni parecchie decine di esposizioni

personali e collettive sia in gallerie che spazi pubblici,

Fra le tante ricordiamo la partecipazione alle fiere d’arte di

Agrigento, Forlì, Reggio Emilia, Bergamo, Viterbo, Como, New York,

Miami, Seoul, Cernobbio e Padova.

Opere di Paolo Avanzi sono state aggiudicate nelle aste di

Artemoderna e Artinterni presso la Galleria Arte Capital di Brescia.









Continua la grande promozione su Tiscali Photo. Stampa le tue foto a prezzi mai visti !http://photo.tiscali.it





blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl