comunicato stampa ripresa rubrica culturale di Luca Faccenda al Maurizio Costanzo Show

comunicato stampa ripresa rubrica culturale di Luca Faccenda al Maurizio Costanzo Show COMUNICATO STAMPA Riparte l'11 ottobre la rubrica culturale di Luca Faccenda al Maurizio Costanzo Show Il critico d'arte parler in trasmissione dell'artista keniano Abdallah Salim L'arte contemporanea nei suoi pi sofisticati linguaggi torna al Teatro Parioli.

09/ott/2009 12.59.12 lucilla quaglia Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
COMUNICATO STAMPA





Riparte l'11 ottobre la rubrica culturale di Luca Faccenda al Maurizio
Costanzo Show





Il critico d'arte parler in trasmissione dell'artista keniano Abdallah
Salim





L'arte contemporanea nei suoi pi sofisticati linguaggi torna al Teatro
Parioli.

Riparte domenica 11 ottobre la rubrica di arte a cura del critico d'arte
Luca Faccenda all'interno del salotto del Maurizio Costanzo Show. Tema
scelto dal direttore artistico della National Gallery Firenze per la prima
rubrica della serie autunnale un artista del sud del Kenya - Abdallah
Salim - che si caratterizza per le sue opere realizzate con colori acrilici
su grandi pannelli in legno traforato.

In trasmissione Faccenda porter tre grandi opere dell'autore dalla serie
intitolata (da 200x100 cm a 150x150 cm), serie prodotta
da Salim per il Museo d'Arte Moderna pi importante del Giappone: la Tama
Gallery di Tokyo che li espose in una celebre mostra intitolata "Afrika",
tenutasi nel 2000.

Quella di Salim, di intagliare sagome di legno nella falegnameria dello zio,
per poi dipingerle, una passione che risale all'infanzia trascorsa a
Mambrui.

Si notano evidenti influenze della cultura islamica provenienti dal
confinante bacino dell'Oceano Indiano nel suo modo di narrare, visivamente,
scene semplici e familiari cos come le descrizioni dei riti di iniziazione
maschili.

Le opere che Faccenda porter in trasmissione sono gigantesche metafore dei
tamburi rituali, rotonde per suggerire la forma dello strumento a
percussione e traforate per emulare un'antica tradizione di quell'area
africana che consiste nel conciare le pelli delle antilopi prima di tosarne
il pelo con motivi geometrici ancestrali.

Faccenda apparir sorprendentemente proprio dietro a queste parti traforate
per spiegare al pubblico e ai telespettatori, dal palco, la straordinaria
capacit di questo artista cinquantunenne di comunicare il quotidiano della
sua terra attraverso queste aperture, vere e proprie finestre spalancate
sulle culture altrui.









Lucilla Quaglia

Ufficio stampa National Gallery Firenze

www.nationalgalleryfirenze.it

338.7679338

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl