Galleria Piziarte

07/dic/2004 14.41.16 PiziArte Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.


"CAMERA A SUD"


Mostra collettiva di Giorgia Beltrami,Berardo di Bartolomeo,Matteo
Clementi,Antonella Cinelli,Ruggiero Lacerenza,Lucia Leuci,Eric
Serafini,Gabriele Talarico.

11 Dicembre 2004 / 8 Febbraio 2005
Inaugurazione: sabato 11 dicembre ore 18,30



Nella collettiva "Camera a Sud" curata da Manuela e Patrizia Cucinella
presso la Galleria Piziarte di Teramo otto giovani artisti esprimono la loro
passione per la pittura e per l'immagine dimostrando una gran voglia di
rinnovarsi, di fare nuovi esperimenti e soprattutto di confrontarsi.
Regalano, a chi si sofferma ad osservare le loro opere, intense emozioni; le
stesse che si provano quando al mattino in una "Camera a Sud" il Sole ci
sveglia dolcemente colpendoci sul viso e abbagliandoci con il suo splendore.

Giorgia Beltrami: " l’artista ritrae con la grafite su grandi tavole di
legno immagini di persone care fotografate anni addietro. Gli effetti di
chiaroscuro, le luminescenze del legno, il disegno non finito conferiscono
all’immagine una dimensione di atemporalità e di rimembranza caratteristiche
della vecchia fotografia in bianco e nero."

Berardo di Bartolomeo:"elabora una sapiente texture pittorica percorsa dalle
trame di un racconto polifonico, brusio materializzato da un compositore
visivo capace di creare un concerto di voci lontane, sempre presenti."

Matteo Clementi: "La nudità neutralizzata si sospende nel vuoto della
superficie. La pelle degli sconosciuti ascolta i nostri sguardi. Le colature
piangono i mali di un mondo mai troppo lontano. Il colore si prepara al
sacrificio necessario. Dentro i quadri di Clementi non esistono più attimi
normali (nella loro normalità) ma solamente gesti assoluti (nella loro
normalità), unici nel fermarsi lungo il tempo anomalo del dipingere."

Antonella Cinelli:"I suoi lavori raccontano di spogliarelli pudichi senza
parole e senza musica, di un sex appeal semplice e spontaneo, di corpi nudi
che si offrono timidamente alla vista, un po’ vergognosi un po’ dolcemente
seducenti. Quando nel quadro è ritratto anche il volto della modella, spesso
lo sguardo della ragazza raffigurata si volge a cercare quello dello
spettatore, lo guarda fisso per trovare una tenera complicità, come se
dall’altra parte della tela non potesse che esserci una persona soltanto,
fidata e complice."

Ruggiero Lacerenza:"Per quanto riguarda i dipinti,una nota merita il medium
adoperato,ossia lo smalto industriale(sia pure sul tradizionale supporto di
tela).Questa vernice asseconda la velocità gestuale
dell'esecuzione,riservando alla figura umana un trattamento analogo a quello
degli oggetti della produzione industriale."

Lucia Leuci:"Da un lato, abbiamo sequenze "seriose" di autoscatti in
dissolvenza, esibizioni del proprio corpo sui tempi lunghi di un movimento
frenetico e nevrotico, che sottrae la fisicità carnale e cancella i volti.
Uno scandaglio quasi ossessivo, in cui la fotografia diviene un modo per
riappropriarsi dello sguardo su se stessa, e comunicare un disagio e
un'irrequietezza certamente personali, ma anche tipici di un malessere e di
una condizione generazionale e di genere."

Eric Serafini: "Non importa che si tratti d'un ritratto stile inizio
Novecento o di un orizzonte newyorkese stracontemporaneo, da terzo
millennio, magari già ferito dal Ground zero e da edificazioni recentissime:
l'artista succhia comunque via dal paesaggio e dalle figure i colori vivi e
originali - come ci si trovasse di fronte a una cartolina violentata per
lungo tempo dal sole e dalle intemperie - e lascia quella patina ocra e
ambra tipica delle fotografie ritrovate in soffitta, in album dimenticati,
dove anche la situazione più banale è resa affascinante e coinvolgente dalla
lontananza e dal mistero."

Gabriele Talarico:" Usa la tecnica del -negativo fotografico- esaltando sia
l'originalità del dipinto che le sue qualità pittoriche.




Galleria Piziarte
di Manuela e Patrizia Cucinella
Viale F.Crucioli 75/a
64100 Teramo
Tel/Fax: 0861/252795


Orari della Galleria
dal Martedì al Sabato ore 10/13 - 16/20
Lunedì e Domenica su appuntamento
Ingresso libero

www.piziarte.net
info@piziarte.net


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl