MILAN ART AFFAIRS SPECIAL EVENT

MILAN ART AFFAIRS SPECIAL EVENT HAMILTON MOURA FILHO in collaborazione con GRACE ZANOTTO presentano MILAN ART AFFAIRS SPECIAL EVENT A Cura di Hamilton Moura Filho e Grace Zanotto 11-12-13 Dicembre 2009 Presso Spazio Pergolesi Via Pergolesi, 8 - Milano tel. +39 02 66986054 milanartaffairs@email.it Artisti: Alberto Garbati, Luca Lillo, Angelo Cruciani, Gatto Nero, Walter Ladislao, Pietro Geranzani, Salvatore Melillo, Roberto Silvestrini Garcia, Fabio Inverni.

26/nov/2009 15.31.37 mhamiltonarts Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
HAMILTON MOURA FILHO in collaborazione con GRACE ZANOTTO
presentano

MILAN ART AFFAIRS SPECIAL EVENT

A Cura di Hamilton Moura Filho e Grace Zanotto

11-12-13 Dicembre 2009
Presso Spazio Pergolesi
Via Pergolesi, 8 – Milano
tel. +39 02 66986054
milanartaffairs@email.it

Artisti: Alberto Garbati, Luca Lillo, Angelo Cruciani, Gatto Nero, Walter Ladislao, Pietro Geranzani, Salvatore Melillo, Roberto Silvestrini Garcia, Fabio Inverni.
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Dal 11  dicembre  2009  
Al 13  dicembre  2009  
Vernissage: 11  dicembre  2009  Ora: 19:00
Presso:
Spazio Pergolesi
Via Pergolesi, 8 - Milano - (Milano) 
Curatore:
Hamilton Moura Filho e Grace Zanotto
 
Ufficio stampa:
Eleonora D’Angelo tel. +39 3381274403 eleonora.dng@gmail.com
Recapiti telefonici:
Project Manager Flavia Lanza 3409245760 - Ufficio Stampa Eleonora D'Angelo 3381274403
Orario spazio espositivo:
11-21:00
Biglietto: entrata libera

 


 

 


Venerdì 11 Dicembre 2009 presso lo Spazio Pergolesi 8, Grace Zanotto e Hamilton Moura Fiho , presentano Milan Art Affairs, una proposta alla città di Milano di un’altissima selezione di opere d’arte contemporanea che definisce un qualificato ed esclusivo momento di approfondimento sul discorso dell’arte oggi.
Al giorno d’oggi le Gallerie e le Fiere di arte sono ormai diventate dei veri e propri banchi di mercato, dai toni ben poco esclusivi e che puntano l’attenzione più sull’imponenza del nome che sul valore specifico dell’impatto emotivo artistico. La selezione delle opere proposte si rivela troppo spesso mediocre nella tecnica e nei soggetti presentati, sostituendo all’aulico concetto di Arte quello di creatività pubblicitaria.
In questo particolare momento storico tutti cercano di difendere il proprio business, e quindi vengono spinti sempre verso gli stessi artisti, non perchè portatori di messaggi interessanti ma solo in quanto certezza di vendita e garanzia economica.
Finalità principe di Milan Art Affairs è stravolgere le regole di questo insensato sistema e puntare i riflettori su opere che veramente supereranno le mode ed i compromessi. Per questa prima edizione di Milan Art Affairs si è deciso di dare risalto alla tecnica della pittura, proponendo nove artisti estremamente differenti tra loro in quanto a stile. L’evento vuole mostrare alla città di Milano che il Bello non è morto, c’è una sapienza pittorica ancora in atto nel panorama contemporaneo, anche se l’arte contemporanea ora sembra incentrata solo su grandi nomi che fanno moda e soprattutto puntando alla provocazione. Gli eventi certificano che molto spesso l’arte viene confusa e inglobata nel concetto di creatività, ma questo è semplicemente una causale del degrado culturale che evolve idee ampliando le terminologie su territori che spersonalizzano l’identità madre, quindi confondendone l’origine e l’essenza.
E’ importante, quindi, far conoscere alla collettività artisti che hanno alla base una grande preparazione tecnica, che impersonano, in modi diversi tra loro, il risultato dell’evoluzione sviluppatasi nei 2000 anni della nostra storia culturale ed artistica.
Come luogo ideale di questa importante manifestazione è stato scelto lo Spazio Pergolesi 8, ex studi televisivi, ora White Cultural Cube milanese.
All’interno di questa raffinata cornice si ha l’opportunità non solo di poter assistere ad una rara ed esclusiva manifestazione culturale ma di poter acquisire pezzi dall’inestimabile valore economico.
Gli artisti convocati a questa prima edizione sono dieci:
-Angelo Cruciani : Affronta da anni un percorso spirituale che parte dalla figura di Cristo: dalle Operazioni di Street art alle mostre sociali. E’ Ambasciatore del Tibet e noto per le sue opere scandalo tra le quali Obama in Croce. Le sue opere sono frutto di visioni per la redenzione umana.
-Alberto Garbati : Noto regista di moda e contemporaneamente artista lavora da anni sulla visione figurativo materica della metropoli, un luogo disabitato e fantasma quasi a testimoniare un’ architettura disumana, nei colori e nelle forme. Il Regno della Solitudine diventa la popolosa città.
-Gatto Nero: Writer della Old school Milanese, Gatto è un nome internazionale nel Campo della Street Art con oltre venti anni di esperienza. Da anni ha evoluto la sua Arte per affrontare un percorso più istituzionale nelle principali Gallerie e Musei Contemporanei di Milano e d’Italia.
-Pietro Geranzani: Pittore Genovese alla ricerca di una realtà oscura, fatta di mistero e paura. I suoi dipinti, carichi di inquietudine e ombre psicologiche hanno un chiaro riferimento alla pittura settecentesca evolutasi però nella dinamica e tematica contemporanea.
-Fabio Inverni: Nei suoi quindici anni di lavoro pittorico, ha sviluppato costantemente un filone compositivo-narrativo ben preciso. La sua Mano è minuziosa nell’esecuzione dei minimi particolari, il suo iperrealismo è sconcertante nell’anima che riesce a inglobare nel soggetto.
-Walter Ladislao: Approda nel campo della moda negli anni 70 e porta avanti un rapporto decennale con Gianni Versace. Nel 2000 la sua grande passione per la pittura lo porta ad affrontare una profonda ricerca sul colore sviscerandone le più alte potenzialità emotivo-espressive.
-Luca Lillo: Dalla Grafica all’Arte Contemporanea nell’ultimo ventennio il passo è stato molto breve, Lillo ne è uno degli esempi più riusciti. La tecnologia e l’anima trovano un compromesso estetico e concettuale nelle sue opere, che contrappongono intimità infantile e futuro.
-Salvatore Melillo: Il Percoso artistico per Melillo è perdersi nei meandri dell’angoscia e dell’espressione deformante dell’immagine per intrappolare una realtà che spesso solo l’emotività sa mettere a fuoco. I suoi contrasti sfocati portano la figurazione oltre il confine visivo.
-Roberto Silvestrini Garcia: Coniuga i Manga con l’iconografia Sacra. Da fondi oro emergono rappresentazioni di martiri e di soggetti biblici, dissacrati in maniera cruenta attraverso un segno dalla connotazione fumettistica.

L’iniziativa ad ingresso gratuito, è diretta a persone che scelgono il bello, simbolo di una scelta di vita e ne apprezzano non solo l’esclusività o il lusso, ma l’esperienza autentica ed estetica dell’acquisto. Persone che avvertono la necessità di sentirsi protagonisti attivi di un progetto artistico e culturale di grande portata.


11 dicembre 2009, ore 19.00 Ingresso gratuito
Spazio Pergolesi
Via Pergolesi, 8 – Milano
tel. +39 02 66986054
milanartaffairs@email.it


Consulente Artistico Settore Contemporaneo

Grace Zanotto
gracezanotto@gmail.com
Hamilton Moura Filho infogallery@mhamiltonarts.com
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl