Comunicato Stampa_CTw_Tour Febbraio/Marzo 2012

Allegati

07/feb/2012 11.53.02 Cie Twain Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Cie Twain physical dance theatre
Direzione Artistica Loredana Parrella

Nel 2012 tornano gli appuntamenti con la compagnia di danza contemporanea e teatro fisico, il 23 e 24 Febbraio al Teatro Cassia di Roma, Loredana Parrella rivisita e ri-allestisce "Transgression" creazione del 2006, spettacolo vincitore del Bando per il Festival Teatri di Vetro 2007 che vedrà un vero e proprio ri-debutto in una nuova versione, forte del cammino percorso fino ad oggi dalla compagnia e dalla sua autrice.
Altri appuntamenti con la compagnia per Marzo 2012: il 10 sarà in scena con "Lei e Tancredi" per la Rassegna di Danza Contemporanea Italiana "Quelli che la Danza" organizzata dal CDTM Circuito Danza Campano al Nuovo Teatro Nuovo di Napoli; mentre il 17 vedrà sul palco una delle ultime produzioni "Dinamiche di Coppia" per la Stagione del Teatro di Bucine (AR); Loredana Parrella e la sua compagnia saranno presenti inoltre alla Rassegna DanzainTrilogia al T.Off di Cagliari il 31 marzo e 1 aprile che vede un gradito ritorno in Sardegna dopo l'assegnazione, lo scorso Giugno, del Primo Premio alla Miglior Coreografia al CortoinDanza 2011 per la piéce Féroce présence.


  
 
23-24 Febbraio 2012_ore 21.00
Cassia Danza 2012
Teatro Cassia - Roma

Coreografia - Regia - Drammaturgia: Loredana Parrella
Musiche - Scenografia: Roel Van Berckelaer
Disegno luci: Cesare Lavezzoli
Costumi: Roel Van Berckelaer, Loredana Parrella - Realizzazione: Sartoria Mulas
Organizzazione: Paolo Fontani
Interpreti: Elisa Teodori, Camilla Zecca, Yoris Petrillo, Giuseppe Insalaco
Durata: 60 minuti

Produzione AcT
In residenza presso SpazioCTw_centrocoreograficopermanente
Vincitore Bando Teatri di Vetro 2007
Con il sostegno del MiBAC - Ministero per i Beni e le Attività Culturali

TRANSGRESSION #1 disobedience, TRANSGRESSION #2 4R in A room, due atti che raccontano il dramma dell'impossibilità di comunicare e la necessità di superare la paura della solitudine. In questo senso trasgredire vuol dire ascoltare l'impeto della propria anima che chiede di " andare vicino al cuore selvaggio", vuol dire spingersi fuori dalla claustrofobica ragnatela di un microcosmo per correre il rischio di restare abbagliati da una luce sconosciuta.
Loredana Parrella da vita a un teatro fatto di interazioni tra gestualità e danza, proiezioni video e elementi scenici presi dalla vita quotidiana, suoni live e suoni registrati, corpi denudati e corpi perfettamente abbigliati.
Attraverso una successione di immagini lo spettatore viene condotto in un viaggio che si snoda attraverso un percorso drammaturgico la cui struttura rivela un'esperienza personale, a tratti drammatica e insolente, altri sensuale e ironica, sempre in un gioco a specchio fitto di tensioni, insofferenze, rotture, accensioni. Una visione della vita dove la routine quotidiana viene interrotta dai suoi tratti più drammatici che si mescolano a quelli ironici e grotteschi.
Loredana Parrella
Lei e Tancredi
denunce di corpi parlanti

 

10 Marzo 2012_ore 22.00
Rassegna Danza Contemporanea Italiana - "Quelli che la Danza" - CDTM Circuito Danza Campano
Nuovo Teatro Nuovo - Napoli

Coreografia e regia Loredana Parrella
Produzione AcT - Coproduzione OFFicINa di tst, Regione Lazio
Con il sostegno di A.T.C.L. e Itinerario44, Provincia di Roma
In residenza presso SpazioCTw_centrocoreograficopermanente
Progetto Finalista Premio Equilibrio 2008
Spettacolo Vincitore Bando Fuori Rotta 2010/2011 Areapergolesi, Milano
Prima Nazionale Teatro Palladium/Fondazione Romaeuropa
Premio MarteAwards Miglior Compagnia 2010
Progetto per 7 danzatori
Con il sostegno del MiBAC - Ministero per i Beni e le Attività Culturali

Disegno luci: Cesare Lavezzoli
Consulenza alla drammaturgia: Roberta Nicolai
Costumi: Loredana Parrella
Musica: AAVV
Organizzazione: Paolo Fontani
Interpreti: Camilla Zecca, Elisa Teodori, Carmen Fuentes Guaza, Annarita De Michele,
Yoris Petrillo, Fernando Pasquini, Giuseppe Insalaco.
Durata: 75 minuti

Lei e Tancredi si interroga sullo status dell'eroe. L'eroe solo, più che solitario, la cui solitudine è ben espressa dall'amore impossibile, quello degli amanti separati dalla cultura e dalla religione, come racconta Torquato Tasso nella Gerusalemme Liberata. Un'eroicità vissuta nel continuo superamento della fragilità dell'essere umano, messo alla prova da una Storia che stanca e sfianca.
Loredana Parrella allestisce una macchina coreografica d'inedita forza e impatto emotivo che si concentra sull'azione del corpo umano(...) Coreografie intimamente contaminate dalla parola, proferita, anche tramite l'ausilio di due microfoni, posti ai lati di proscenio, dai sette danzatori e danzatrici che alternano la litania dei nomi dei nostri eroi quotidiani (c'è anche quello di Anna Politkovskaja) ai versi del Tasso che raccontano dell'amore impossibile di Tancredi per Clorinda.
Un teatro e una danza crudeli nel senso che dava all'aggettivo Artaud: non come sadismo, o causa di dolore, crudeltà come rinuncia a qualsiasi elemento non necessario alla rappresentazione. Lei e Tancredi incarna proprio lo sgominamento della tirannia del testo sullo spettacolo, e il raggiungimento di un teatro integrale, che fonde gesto e movimento, suono e parola anche tramite la tecnologia.

"Lei e Tancredi, denunce di corpi parlanti", lo spettacolo della compagnia Cie Twain - physical dance theatre, ha come protagonista assoluto il corpo. Loredana Parrella, direttore artistico della compagnia, coreografa e regista dello spettacolo, riflette sulla "figura dell'eroe, sul suo essere troppo umano, fino a staccarsi completamente da qualsiasi condizionamento, in nome di un credo e di una fede, al di sopra di tutto e di tutti". Sul palco otto danzatori che incarnano la figura dell'eroe partendo da Clorinda e Tancredi, personaggi della "Gerusalemme liberata" di Torquato Tasso. I due, amanti impossibili, infaticabili, tragici, mettono in atto una personale esplorazione del mondo.


Dinamiche di Coppia_Serata Humor

 

17 marzo 2012_ore 21.00
Stagione 2012
Teatro Comunale - Bucine (AR)

Coreografia/Regia: Loredana Parrella
Musiche : AAVV
Disegno luci: Cesare Lavezzoli
Costumi: Loredana Parrella - Realizzazione: Sartoria Mulas
Organizzazione: Paolo Fontani
Danzatori: Elisa Teodori, Camilla Zecca, Yoris Petrillo, Giuseppe Insalaco
 
Durata: 55 minuti
Produzione AcT
Progetto in residenza presso SpazioCTw_centrocoreograficopermanente
Premio MarteAwards Miglior Compagnia 2010
Con il sostegno del MiBAC - Ministero per i Beni e le Attività Culturali


É una pièce composta da diversi sketch intesi come schizzi preparatori per strisce di fumetti.
Questi sketch illustrano le dinamiche di coppia basandosi sull'analisi dei meccanismi che le governano senza per questo pretendere di proporre soluzioni.
In scena un uomo e una donna che danno vita a due particolari personaggi che costituiscono la base di diverse storie imperniate su di loro.
Che cosa tiene unita una coppia? Compensazione e complementarietà? Quante volte abbiamo sentito frasi come: "è la mia mezza mela", "mi completa" oppure "insieme siamo una unità". Probabilmente frasi del genere sono l'anticamera del fallimento di un rapporto. Forse ogni individuo deve essere intero per poter amare; dunque non si può fare una scelta per compensare le proprie mancanze. Siamo sicuri che la scelta di un partner per la vita è sempre veramente consapevole?
La mancanza di consapevolezza fa si che prevalgano le dinamiche superficiali e la vita di coppia diventa la messa in scena di un copione già scritto da un autore di soap_opera.
È per tutti chiaro che l'armonia all'interno di un rapporto di coppia è cosa fondamentale, ma al di là dell'attrazione fisica e dell'amore vi è un elemento determinante: conoscere il proprio partner e accettarlo per quello che è senza cercare di cambiarlo altrimenti avremo sì due mezze mele, ma perché l'altra metà è marcia.
Loredana Parrella

Féroce présence


   

31 marzo/1 aprile 2012 _ore 21.00
Rassegna DanzainTrilogia
T.Off - Cagliari

Coreografia/Regia: Loredana Parrella
Musiche : J. S. Bach
Disegno luci: Cesare Lavezzoli
Costumi: Loredana Parrella - Realizzazione: Sartoria Mulas
Organizzazione: Paolo Fontani
Danzatori: Camilla Zecca, Elisa Teodori, Yoris Petrillo
Durata: 20 minuti
Produzione AcT
Progetto in residenza presso SpazioCTw_centrocoreograficopermanente
Primo Premio alla Miglior coreografia_CortoinDanza 2011, Cagliari
Selezione Premio Internazionale di Coreografia Roma Danza 2011
Premio MarteAwards Miglior Compagnia 2010
Con il sostegno del MiBAC - Ministero per i Beni e le Attività Culturali
 
"Non c'è niente di permanente in questo mondo malvagio, neanche i nostri dispiaceri."
Charlie Chaplin
L' esigenza di non ridurre il dolore ad un puro e semplice sintomo ma piuttosto di riuscire a dar voce a ciò che in esso è muto, mi ha portato a comporre Féroce présence.
Ho scelto un percorso "drammatico" che necessitava solo di azione e di un linguaggio immediato. Un ritratto strutturale che tenta di parlare da dentro, dal punto di massima profondità, dall'abisso delle carni. Con vampate di frammenti dolorosi, che zampillano dai corpi e che, come le grandi inondazioni, travolgono tutto ciò che trovano sul loro percorso, si manifesta dentro di me la feroce presenza dell'Assenza.
Loredana Parrella
 


ph Elettra Dallimore Mallaby
ph Daria Moretti
 




Cie Twain-Ufficio Stampa

Segreteria: 338 2051200
Yoris Petrillo: 328 2081180







Tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento di dati personali D. Lgs. 196/2003.

Vi informiamo che gli indirizzi e-mail presenti nel nostro archivio provengono da elenchi e servizi di pubblico dominio pubblicati anche via web o per autorizzazione dei possessori. Secondo quanto previsto dall'art. 13 della legge, in qualsiasi momento, potrete non ricevere più comunicati da parte nostra, rispondendo a questa mail con oggetto: REMOVE

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl