IL FLAMENCO DI ANTONIO MARQUEZ IN PRIMA ITALIANA ED IL RIGOLETTO RACCONTATO DA MARCO BOEMI PER UNA GIORNATA SPECIALE

29/lug/2009 17.45.03 Diritto d'Immagine Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

Riva del Garda, 30 luglio 2009 – Giornata davvero speciale, quella di oggi a Riva del Garda, con gli eventi di musicaRivafestival.

Mentre, nel pomeriggio, il pubblico avrà l’opportunità di ascoltare le affascinanti letture divulgative del Maestro Marco Boemi, questa volta incentrate sul Rigoletto di Verdi, ed approfondite, per la parte canora, dal direttore artistico di musicaRivafestival, Mietta Sighele, e dal docente del corso di canto, il Maestro Veriano Luchetti, in serata verrà travolto dalle sonorità e dalle coreografie spettacolari di Antonio Marquez, uno dei maggiori interpreti della tradizione flamenca.


 

I concerti aperitivo della serie “Chiacchiere e Musica”, che tanto successo hanno riscosso nella scorsa edizione di musicaRivafestival, grazie alla verve straordinaria di un beniamino del pubblico rivano come Marco Boemi, riprendono con l’illustrazione, da parte del direttore d’orchestra e di due colonne portanti di musicaRivafestival come Mietta Sighele e Veriano Luchetti, di una delle maggiori opere di Giuseppe Verdi, Rigoletto. Da parte di Boemi, Sighele e Luchetti è lecito attendersi uno spettacolo gustoso e di grande fascino, alla scoperta di alcune fra le pagine più interessanti del grande compositore.


 

Antonio (Homenaje a Antonio Ruiz Soler), la nuova, importante produzione di Antonio Marquez, è un atto d’amore nei confronti di una figura leggendaria per la danza spagnola come Antonio Ruiz Soler, scomparso nel 1996 e noto in tutto il mondo come “Antonio el bailarìn”. Figura poliedrica e geniale, Ruiz ha gettato le fondamenta del grande rinnovamento stilistico e coreografico che ha coinvolto la danza spagnola negli ultimi decenni.

Per un incredibile incrocio di percorsi umani e artistici, il personaggio di “Antonio” da vecchio è interpretato in questa sorta di “Opera Flamenca” dal grande Paco Romero, il maestro di Antonio Marquez stesso, ed a sua volta allievo di Antonio Ruiz; anche grazie a questo “tocco”, l’interpretazione di Marquez è semplicemente indimenticabile per passione interpretativa e coinvolgimento emotivo. Come è stato detto in Spagna, il “duende”, lo spirito sottostante ad ogni vera interpretazione flamenca, sembra toccare qui con il suo vivo fuoco tre generazioni di straordinari artisti.

La traiettoria artistica di Ruiz viene ricostruita con passione ed affetto a partire da un effervescente caffè di Sevilla, passando per le esperienze americane e cinematografiche, mostrando la sua passione per l’insegnamento della sua arte che ha potuto mettere a profitto dopo il ritorno in Spagna nel periodo in cui fu direttore artistico del Ballet Nacional.

Le musiche hanno in questo spettacolo un ruolo centrale: oltre a pezzi di flamenco puro come la coreografia del poema di Lorca “Prendimiento de Antoñito el camborio”, o le danze condotte al solo suono di tacchi e nacchere, emergono brani selezionati tra il meglio della musica classica spagnola: “Leyenda” di Bacarisse; “Sonata” di Padre Soler , “Sevilla” e “Córdoba” di Albéniz , il “Zapateado” di Sarasate e “La leyenda del beso” di Soutullo y Vert.

 

Cortile della Rocca di Riva del Garda

Concerti Aperitivo “Chiacchiere e Musica” –

Marco Boemi spiega Rigoletto,

con Mietta Sighele e Veriano Luchetti

giovedì 30 luglio, ore 18.00


 

Palameeting di Riva del Garda

Gala Flamenco

Antonio – Homenaje a Antonio Ruiz

Compagnia Antonio Marquez

giovedì 30 luglio, ore 21.30


 

BIGLIETTERIA:

Cortile della Rocca, 19.30 - 21.30,

tutti i giorni dal 18/07/2009


 

PREVENDITA:

Sportelli delle Casse Rurali del Trentino

aderenti al circuito "Primi alla Prima"


 

Informazioni su musicaRivafestival

Nel corso dei ventisei anni di attività musicaRivafestival è venuta progressivamente affermandosi come la più importante manifestazione musicale che si svolga in riva al Garda trentino. Eccezionale connubio fra approfondimento, studio e spettacolo, il festival mette in scena ogni sera, per quindici giorni, spettacoli offerti dai docenti dei corsi di specializzazione in diverse discipline della musica classica e lirica, dalla direzione d’orchestra al canto, dal pianoforte al violino, dai corsi speciali di ottoni e per pianisti accompagnatori a quello di flauto, clarinetto e fagotto e dai loro studenti, oltre a spettacoli ospiti provenienti da compagnie e teatri nazionali ed internazionali. Tra i docenti, musicisti di riconosciuta fama, segnaliamo lo stesso Direttore Artistico del Festival, Mietta Sighele, ed i Maestri Veriano Luchetti, Isaac Karabtchevsky ed Aldo Ciccolini. Gli studenti sono giovani talenti provenienti da tutto il mondo.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl