Comunicato Stampa: TESTE DI CUOIO (sceneggiatura inedita)

Dopo aver scritto la sceneggiatura inedita,

29/dic/2004 23.20.02 CASTING Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Dopo aver scritto la sceneggiatura inedita, l’attore adesso pensa al film
TESTE DI CUOIO: la loro priorità è salvare gli ostaggi
Autore dell’opera è il giovane attore pugliese Michele Filipponio

 

«Teste di Cuoio è il titolo della sceneggiatura cinematografica inedita - commenta Michele Filipponio, autore e attore -, di genere action-thriller, che parla del reparto d’élite G.I.S. (Gruppo d’Intervento Speciale) che è l’unità antiterroristica dell’Arma dei Carabinieri addestrata per portare a termine operazioni ad alto rischio, come la liberazione di ostaggi, le irruzioni in ogni ambiente per la cattura di criminali e terroristi. Tra di loro si identificano come: Nemo, Big Boss, Attila, Ulisse, Annibale, Lupo Alberto, Apache, Jolly e Ghost. Quanto ai nomi veri, sono segreti: questione di sicurezza. Sono tutti volontari. Questi uomini hanno coraggio, prontezza, sangue freddo e una straordinaria preparazione atletica. Soltanto così sarà possibile resistere al duro addestramento giornaliero, impegnativo e diversificato, che consentirà di migliorare costantemente le tecniche di intervento e di temperare il loro carattere. Il loro insuccesso potrebbe significare la supremazia suicida dei terroristi e l’uccisione degli ostaggi».

 

«Relativamente alla trama del lungometraggio e alle location scelte -  afferma Michele Filipponio - mi riservo di dare comunicazioni ufficiali ad opera realizzata. Posso solo anticipare, che la sceneggiatura promette pura adrenalina, colpi di scena, suspense, umorismo e ironia tra i vari personaggi della Squadra GIS; questo per alleviare le tensioni che si creeranno durante le operazioni antiterroristiche. Inoltre, la sceneggiatura è in concorso per un’importante Festival a livello nazionale ed internazionale per il cinema indipendente, ossia il RIFF 2005 (Roma Independent Film Festival), che si terrà a Roma nell’aprile 2005. In ogni modo il mio obiettivo è veder trasformare quest’opera cartacea in pellicola, in personaggi fatti in carne ed ossa, suoni e musiche, che avranno come fine ultimo, quello di emozionare lo spettatore sul grande schermo».

 

«Adesso la mia vera sfida - conclude Michele Filipponio - sarà trovare la casa di produzione e di distribuzione cinematografica e le Film Commission regionali, che a fronte dei numerosi servizi aggiuntivi riceveranno concreti benefici per l'economia locale mediante un accordo di “Product Placement”, ossia l'innovativo strumento previsto dalla nuova Legge sul Cinema, che consiste nell'inserimento pianificato di marchi pubblicitari e prodotti commerciali all'interno delle opere cinematografiche (cosa che fino ad oggi era vietata, pena l’impossibilità di contare sui finanziamenti statali). Infine, non meno importante dei precedenti punti trattati, il cast artistico e tecnico».
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl