comunicato stampa: incontro con Alba Rohrwacher al Cinema Trevi

22/feb/2010 14.27.07 Centro Sperimentale di Cinematografia Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Cinema Trevi- Cineteca Nazionale


Marted 23 febbraio ore 21.00

Incontro con Alba Rohrwacher
il nuovo volto del cinema italiano

La Cineteca Nazionale dedica una breve rassegna e un incontro ad Alba
Rohrwacher, diplomata al Centro Sperimentale di Cinematografia nel 2003. In
poco tempo la Rohrwacher divenuta la musa ispiratrice del migliore cinema
italiano degli ultimi anni. Un cinema che si riconosce volentieri nel volto
di questa giovane - eppure gi grande - attrice italiana dal cognome
insolito e particolare, proprio come il suo viso.


Dopo l'incontro stato inserito in programma, oltre ai film gi
previsti, un cortometraggio intitolato "La gioia degli altri", realizzato
nel 2006 al Centro Sperimentale di Cinematografia, come esercitazione degli
allievi , in cui la Rohrwacher recita insieme ad Antonio Catania.


Alba Rohrwacher, nata a Firenze nel 1979 da padre tedesco e madre italiana,
inizia prestissimo a studiare recitazione seguendo stage e laboratori con
Emma Dante e Valerio Binasco. Frequenta poi l'Accademia dei Piccoli a
Firenze e la Compagnia De'Pinti.
Nel 2003 si diploma al Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma e
subito esordisce con il film di Carlo Mazzacurati L'amore ritrovato del
2004.
La grande occasione arriva nel 2006 quando Alba interpreta la sorella di
Elio Germano e Riccardo Scamarcio in Mio fratello figlio unico di Daniele
Luchetti e quando, in Giorni e nuvole di Silvio Soldini, recitando accanto
ad Antonio Albanese e Margherita Buy, vince il David di Donatello come
miglior attrice non protagonista e il Ciak d'Oro quale rivelazione
dell'anno.
Autentico talento di rara sensibilit, capace d'interpretare ruoli difficili
e complessi senza mai cadere nella caricatura, nel 2008 si afferma
pienamente nel film di Pupi Avati Il pap di Giovanna, per il quale vince il
David di Donatello come miglior attrice protagonista.
Il resto un continuo susseguirsi di conferme attraverso la scelta di ruoli
e film sempre intensi e impegnativi, da Due partite di Enzo Monteleone a Io
sono l'amore di Guadagnino, sino al recente L'uomo che verr di Giorgio
Diritti.
A breve la vedremo accanto a Pierfrancesco Favino in Cosa voglio di pi di
Silvio Soldini e nell'adattamento di Saverio Costanzo del romanzo di Paolo
Giordano, La solitudine dei numeri primi.

Programma di marted 23 febbraio

Ore 17.00: Mio fratello figlio unico di Daniele Luchetti (100')
Ore 19.00: Riprendimi di Anna Negri (96')

Ore 21.00: Incontro con Alba Rohrwacher moderato da Enrico Magrelli

A seguire La gioia degli altri di Marco Danieli (corto di esercitazione
del triennio 2004-2006 della Scuola Nazionale di Cinema) tra gli interpreti
Antonio Catania. Liberamente tratto dal racconto Nuit de Nol di Guy De
Maupassant.

a seguire Il pap di Giovanna di Pupi Avati (104')

Cinema Trevi, vicolo del puttarello, 25 - Roma tel. 06-6781206


Le proiezioni dei film inerenti la retrospettiva su Bolognini previste per
questo giorno (Le streghe e L'assoluto naturale) e l'incontro con gli
allievi del CSC e gli attori dei due cortometraggi Sole negli occhi e Abbi
cura di te, con proiezione dei corti stessi, sono spostate al 25 febbraio
2010.


Ufficio stampa CSC:
Susanna Zirizzotti, Valentina Contessi tel. 06/72294260 - 339/1411969
susanna.zirizzotti@fondazionecsc.it, valentina.contessi@fondazionecsc.it




blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl