ALICE IN WONDERLAND: TIM BURTON NEL PAESE DELLE MERAVIGLIE

Anche il nuovo film che ci attende è stato voluto dalla Walt Disney ma si tratta di una versione totalmente nuova e diversa: la sceneggiatura è infatti diretta dal regista gotico Tim Burton, che ha saputo dare al film quel tocco dark, originale e personale che troviamo in molti altri suoi film.

04/mar/2010 12.44.57 Giannina Initi Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Domani uscirà ufficialmente nelle sale cinematografiche italiane l’attesissimo film “Alice nel paese delle Meraviglie”.

Non si tratta della prima volta che il racconto di Lewis Carrol viene trasposto sul grande schermo. Il primo film Alice in Wonderland è stato realizzato nel 1933 dal regista Norman Z. McLeod, mentre nel 1951 è stata la volta della Walt Disney che ha realizzato la versione animata e a colori. Anche il nuovo film che ci attende è stato voluto dalla Walt Disney ma si tratta di una versione totalmente nuova e diversa: la sceneggiatura è infatti diretta dal regista gotico Tim Burton, che ha saputo dare al film quel tocco dark, originale e personale che troviamo in molti altri suoi film. Inoltre il film è stato girato con la tecnica della performance capture e con riprese live-action, ossia con attori dal vivo. Tutte queste novità non fanno che aumentare la nostra curiosità verso quello che si prospetta essere un film da botteghino.
 
Non mi soffermerei sulla trama, largamente conosciuta in tutto il mondo, quanto sulle dichiarazioni di Burton in merito al film. Il regista ha espresso dubbi sulla realizzazione del film con la tecnica del 3D, affermando che “il 3D è un utile effetto speciale ma solo se non è un trucchetto per far andare la gente al cinema, quando arricchisce l'esperienza cinematografica. Per esempio Alice che si rimpicciolisce diventa un'esperienza visuale più ricca in 3D. Ma quello che conta è sempre la storia, bisogna poter vedere un film anche in 2D per decidere se è un film che si vorrebbe vedere comunque”. Il film sarà infatti visibile nelle sale sia in versione con occhiali 3D, che nella classica versione 2D.
Burton ha inoltre detto di non avere ancora visto un film su Alice che gli fosse piaciuto fino in fondo, un film che sapesse trasformare veramente le storie di Carroll in cinema. Questo è quindi quello che lui ha cercato di fare. “Ho cercato di dare alla storia una cornice emotiva che prima non c'era. Ci sono sempre strani personaggi, ma ognuno, nel suo immaginario, porta con sé un tipo specifico di "stranezza mentale" che appartiene a tutti noi".
 
Per quanto riguarda il cast del film, troviamo attori che sicuramente contribuiscono al successo di questa pellicola.
Il ruolo della protagonista è stata affidato a Mia Wasikowska, attrice australiana di appena 18 anni. Johnny Depp sarà invece nei panni del Cappellaio Matto, e per lui si tratta della sesta collaborazione con Tim Burton (ricordiamo il film La fabbrica di cioccolato o La Sposa Cadavere).
La Regina Bianca sarà invece interpretata dalla dolce Anne Hathaway,
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl