AD ASSISI UOMO, AMBIENTE E NATURA PROTAGONISTI DEL FLOWER FILM FESTIVAL

25/giu/2010 15.19.07 FLOWER FILM FESTIVAL Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Tre cartelloni, cinque premi  e riconoscimenti internazionali all’interno della rassegna

AD ASSISI UOMO, AMBIENTE E NATURA PROTAGONISTI DEL FLOWER FILM FESTIVAL

Da venerdì 16 a domenica 18 luglio, tre giornate dedicate alla settima arte

 

Assisi, 21 giu. (Avi News) - Torna per la sua IV edizione “Flower film festival”, rassegna con concorso internazionale di cinema, ispirata ai temi legati a natura, ambiente, architettura del paesaggio, usi e i costumi del territorio, turismo, ecologia, botanica e florovivaismo, che sarà ospitata ad Assisi, nelle sale della pinacoteca in piazza del Comune, da venerdì 16 a domenica 18 luglio. La tre giorni, dedicata alla settima arte, con proiezioni di documentari, film, lungometraggi, cortometraggi e videoclip, per cinema e televisione, e organizzata dall’associazione “Palladium productions”, prevede il concorso “Silver Flower” e diversi premi che saranno consegnati durante le serate della manifestazione. Il “Silver Flower” è dedicato ai lavori di recente produzione, realizzati da giovani autori e registi alla loro prima esperienza (o seconda, ma solo per i lungometraggi). Quattro i film selezionati come finalisti: “Fratelli d’Italia” di Claudio Giovannesi, “Vietato respirare” di Ricky Farina, Pietro Menditto e Diego Fabricio, “Oil” di Massimiliano Mazzotta e “L'Aquila bella mè” di Pietro Pelliccione e Mauro Rubeo. Sarà una giuria, composta da tre personalità del cinema e della cultura, italiane e straniere, a decidere il primo classificato del concorso, che sarà consegnato domenica 18 luglio, tra le 19 e le 20. A seguire, ci sarà un incontro con il regista vincitore.

Gli altri riconoscimenti, invece, sono già stati assegnati dal comitato scientifico del festival, composto da personalità del cinema e della televisione, e sono il “Golden Flower”, riservato agli autori che hanno realizzato un’opera, che si è distinta in un festival o in sala per qualità e validità artistiche, quest’anno assegnato a Tonino De Bernardi con “Pane/Piazza delle Camelie”; il “Platinum Flower”, premio alla carriera riservato ai grandi autori nazionali e internazionali, vinto da Luigi Di Gianni con “Magia Lucana” e “Nascita e morte nel Meridione”. Il “Palladium Flower” è, invece, dedicato alle opere di alto valore artistico, etico e morale e va a Karma Chukey, Piero Verni e Mario Coccodoro con “In marcia verso il Tibet”.

Il festival prevede anche una rassegna, articolata in programmi diversi, che, oltre ai film finalisti del “Silver flower”, proporrà la proiezione di opere fuori concorso, in lingua originale e non necessariamente di produzione recente. Tanti i film in programma, che sono stati suddivisi in tre sezioni cinematografiche: “En regarde” sulle forme d’arte (in programma da venerdì 16 a domenica 18 luglio, nella mattinata, tra le 10 e le 12), “La natura dell’uomo”, dedicata all’uomo e alla società (in scena, nel corso delle tre giornate, dalle 13 alle 15), e “L'uomo e la natura”, sui temi di ambiente e territori (protagonista, nei tre pomeriggi dalle 15 alle 19). Di “En regarde” fanno parte una selezione dei documentari d’arte di Luciano Emmer, tratti da “Parole dipinte” (proiettati venerdì 16), “Caravaggio, l'eredità di un rivoluzionario” di Massimo Magrì, “Caravaggio, l'ultimo tempo” di Mario Martone (sabato 17) e “Non chiederci la parola - Il gran teatro montano del Sacro Monte di Varallo” di Elisabetta Sgarbi (domenica 18).

Nel programma di “La natura dell’uomo” ci sono “The Virgin of Palermo” di Antonio Guidi, The road to Tibet” di Manfred Manera, versione originale in inglese (saranno proiettati venerdì 16 luglio), “Corde” di Marcello Sannino, “C’est deja l’ete” di Martijn Maria Smits, versione originale in inglese (sabato 17), “Iaco’s tale” di Gaia Ceriana, versione originale in inglese e “Fratelli d’Italia” (domenica 18 luglio).

La terza sezione “L’uomo e la natura” comprende “L’acqua invisibile” di Astrid Lima e Andrea Palladino e “Basilicata coast to coast” di Rocco Papaleo (venerdì 16 luglio), “Lo Specchio” di David Christensen e “Strade d'acqua” di Augusto Contento (sabato 17), “Vietato respirare”, “Oil”, e “L'Aquila bella mè” (domenica 18).

I premi Golden, Platinum e Palladium Flower saranno consegnati, rispettivamente nelle tre serate, a partire dalle 22. A seguire verranno proiettati i film dei registi vincitori. A fare da cornice durante la manifestazione workshop, dibattiti, musica dal vivo, mostre d’arte presentazioni di libri e degustazioni di prodotti tipici.

 

Carla Adamo

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl