AL VIA IL FLOWER FILM FESTIVAL TRA PREMI A CONCORSO E RICONOSCIMENTI

AL VIA IL FLOWER FILM FESTIVAL TRA PREMI A CONCORSO E RICONOSCIMENTI Giuria e comitato scientifico sono composti da personalità di calibro internazionale AL VIA IL FLOWER FILM FESTIVAL TRA PREMI A CONCORSO E RICONOSCIMENTI Ad Assisi dal 16 al 18 luglio nelle sale della pinacoteca in piazza del Comune Assisi, 13 lug.

13/lug/2010 18.15.10 FLOWER FILM FESTIVAL Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 
 

Giuria e comitato scientifico sono composti da personalità di calibro internazionale

AL VIA IL FLOWER FILM  FESTIVAL TRA PREMI A CONCORSO E  RICONOSCIMENTI

Ad Assisi dal 16 al 18 luglio nelle sale della pinacoteca in piazza del Comune

 

Assisi, 13 lug. (Avi News) - Conto alla rovescia per la quarta edizione di “Flower Film Festival”, rassegna con concorso internazionale di cinema, ispirata ai temi legati alla natura in tutte le sue forme ed espressioni che sarà ospitata ad Assisi, nelle sale della pinacoteca in piazza del Comune, da venerdì 16 a domenica 18 luglio. La tre giorni, dedicata alla settima arte, con proiezioni di documentari, film, lungometraggi, cortometraggi e videoclip per cinema e televisione, e organizzata dall’associazione “Palladium productions”, prevede il concorso “Silver Flower” e diversi premi che saranno consegnati durante le serate della manifestazione. Il “Flower Film Festival”, poi, non è solo cinema, ma anche incontri dibattiti, laboratori, musica, arte, cibo, con appuntamenti dedicati alla filiera produttiva agroalimentare. I particolari dell’evento sono stati presentati martedì 13 luglio, nella sala del Consiglio della Provincia di Perugia da Barbara Cannata e Odetta Ciancarelli, rispettivamente direttore artistico e direttore cinema del “Flower Film Festival”, Donatella Porzi, assessore alle attività culturali della Provincia di Perugia e Daniele Martellini assessore all’ambiente del Comune di Assisi. “La nostra manifestazione - ha spiegato Barbara Cannata - vuole rappresentare la natura nei suoi diversi modi di essere e nel sentire quotidiano dell’uomo che si rapporta ad essa. All’interno del Flower Film Festival è ospitato un cinema che parla a favore della natura. Le pellicole, quando scorrono cercano di suscitare emozioni nello spettatore che può fare tesoro dell’esperienza vissuta e approcciarsi in modo nuovo all’ambiente in cui vive”. “Nel corso dell’evento, poi - ha aggiunto il direttore artistico del festival - riserviamo grande attenzione all’ambiente che per noi significa anche valorizzare filiera produttiva e territorio. Lo spettatore può, infatti, accompagnare alla visione dei film, ai dibattiti e agli incontri con artisti e autori la degustazione di prodotti tipici, vivendo così, un’esperienza multisensoriale”. Diversi i riconoscimenti che saranno consegnati durante le serate del festival e tra questi il “Silver Flower”, premio dedicato ai lavori di recente produzione, realizzati da giovani autori e registi alla loro prima esperienza. Quattro i film in finale: “Fratelli d’Italia” di Claudio Giovannesi, “Vietato respirare” di Ricky Farina, Pietro Menditto e Diego Fabricio, “Oil” di Massimiliano Mazzotta e “L'Aquila bella mè” di Pietro Pelliccione e Mauro Rubeo. Il primo premio sarà deciso da una giuria di professionisti e consegnato domenica 18 luglio, tra le 19 e le 20. A seguire, ci sarà un incontro con il regista vincitore. Gli altri riconoscimenti, invece, sono già stati assegnati dal comitato scientifico del festival, composto da personalità del cinema e della televisione, e sono il “Golden Flower”, riservato agli autori che hanno realizzato un’opera che si è distinta per qualità e validità artistiche, quest’anno assegnato a Tonino De Bernardi con “Pane/Piazza delle Camelie”; il “Platinum Flower”, premio alla carriera riservato ai grandi autori nazionali e internazionali, vinto da Luigi Di Gianni con “Magia Lucana” e “Nascita e morte nel Meridione”. Il “Palladium Flower” è, invece, dedicato alle opere di alto valore etico e morale e va a Karma Chukey, Piero Verni e Mario Coccodoro con “In marcia verso il Tibet”. Il festival prevede anche una rassegna, articolata in programmi diversi, che, oltre ai film finalisti del “Silver flower”, proporrà la proiezione di opere fuori concorso, in lingua originale e non necessariamente di produzione recente. “Abbiamo cercato di toccare tante tematiche - ha spiegato Ciancarelli - e di differenziare le tipologie di proiezioni proposte: andiamo infatti da film leggeri, fiction, che celebrano la natura ad altri più impegnati che parlano di lavoro in fabbrica, privatizzazione dell’acqua, immigrazione, tutte tematiche che vedono un rapporto e un continuo rimando tra uomo e natura”. “Una manifestazione - ha aggiunto Martellini - che ha il plauso dell’amministrazione comunale e che dedica la giusta attenzione al territorio e al sociale. Assisi si è messa a disposizione dell’evento con i suoi locali e i suoi ambienti e mi auguro che questo evento sia un’occasione per un ulteriore arricchimento reciproco”. “Sono molto soddisfatta - ha concluso l’assessore Porzi - di presentare un progetto che affronta tematiche che rappresentano la quotidianità e danno modo di riflettere e di capire che direzione stiamo seguendo nel rapporto con l’ambiente e nelle scelte che come società facciamo ogni giorno. Spero che sia un appuntamento seguito dai giovani perché si tratta di tematiche a cui è bene che si avvicinino anche durante l’adolescenza". Tra i momenti dedicati alla filiera produttiva “Salumiamo con Bacco”, un tour del gusto promosso dall’Istituto valorizzazione salumi italiani e dall’Unione italiana vini che prevede degustazioni di salumi e vini Dop e Igp, che farà tappa ad Assisi per l’occasione.

Per informazioni e programma: www.flowerfilmfestival.it

Carla Adamo

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl