PRESENTATO PRESSO LA SEDE DELL'ANICA DI MILANO IL FILM DREAMLAND LA TERRA DEI SOGNI

27/mag/2011 08.54.40 WBE NEWS Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

Dreamland

 

La terra dei sogni

 

 

un film di

 

Sebastiano Sandro Ravagnani

 

 

con

 

Ivano De Cristofaro e Franco Columbu

 

 

 

 

distribuito da

 

WBE - UCI - THE SPACE - S.I.M.

 

 

uscita: 8 luglio 2011

 

 

 

www.laterradeisogni.it

 

 

 

 

Ufficio stampa: Studio Vezzoli

 

C.so Garibaldi, 125 – 20121 Milano Tel +39 02 6552781 Fax +39 02 89282601

 

info@studiovezzoli.com www.studiovezzoli.com

 

Dreamland |Credits

 

 

Cast Artistico

 

 

FRANCO COLUMBU Frank Graziani

 

IVANO DE CRISTOFARO James De Cristofaro

 

TONY SPERANDEO Don Nicola

 

MARCO BALESTRI il cronista sportivo
ALBERTO SALA il poliziotto Clif

 

ANNA MARIA RIGANTE Suor Matilde
ANTONIO LA BIANCA il sindaco
DANIA BICE SORRENTI ragazza in officina
RUGGERO DI FRANCO Padre di James
VALENTIANA MELIS Madre di James

 

MIRKO PIANETTI James da piccolo
ERNESTO NEBULONI Il fotografo

 

CHRISTIAN DI VIRGILIO un pugile

 

IVAYLO DIMITROV PENEV un pugile

 

DANILO AUTIERO Brendon
NINO FUSCAGNI Don Giovanni

 

LAURA DRZEWICKA la ragazza del ring

 

DIEGO CALZOLARI Miguel
COSIMO PIZZULLI Bruce

 

ALESSANDRO RIVA Alex
ELENA PRESTI Amanda

 

EUGENIO DE CRISTOFARO Gregory
FRANCESCO GAMBADORO Diego
FRANCESCO FERRACINI Jack
GIOIA ORFEI Annie
JESSICA RESTEGHINI Juda

 

IVAN MENGA Fabios

 

MARIA COLUMBU Maria
MARCO CERIANI l’arbitro

 

MELANIA DALLA COSTA Pupa

 

PRISCILLA D'AMANZO CITTI Michela

 

RITA STATTE Sofia

 

WALTER GHEZZI Walter Gym

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Dreamland |Credits

 

 

Cast Tecnico

 

 

 

 

Regia: SEBASTIANO SANDRO RAVAGNANI

 

Soggetto: IVANO DE CRISTOFARO e SANDRO RAVAGNANI

 

Sceneggiatura: IVANO DE CRISTOFARO e SANDRO RAVAGNANI

 

con la collaborazione di MARIO VACCARI

 

Consulente ALBERTO SALA

 

Fotografia: ANTONIO CENTOMANI, MASSIMO ZERI e STEFANO RIZZI

 

Operatore: VINCENZO CAPUOZZO, TIANA HART

 

Montaggio: EMILIANO ALBERGHINI

 

Musiche: PASQUALE FAGGIANO, OSVALDO CAMACQUE, DAVID MINELLI e RONNIE JONES

 

Scenografia: GIUSY POLVERINO

 

Fotografo di scena: ERNESTO NEBULONI

 

Suono in presa diretta: COSTANTINO SIMONE, ZSOLT MAGYAR e MICHELE MENEGOZ

 

Costumi: NADEJDA AVRIONOVA

 

Trucco: EDOARDO SACERDOTI

 

Backstage: FRANCESCO MELICIANI

 

Organizzazione di produzione: RUGGERO DI FRANCO

 

Produttore esecutivo: IVAN PEZZA

 

Produzione: WORLD BUSINESS

 

Formato originale: DIGITAL RED 1,78: 1 / (alta definizione)

 

Colore

 

Suono: presa diretta

 

Durata: 94 minuti

 

Origine: Italia

 

Anno: 2011

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Dreamland | sinossi

 

 

 

Una storia (romantica e di formazione) a cavallo del tempo, per raccontare un classico viaggio di emigranti, dal sud Italia nel primo dopoguerra, verso la mmerica e tutto il tribolato percorso che giunge sino ad oggi, sempre in bilico tra le due sponde dell’oceano…

 

 

La vicenda è all’inizio ambientata nel sud Italia per poi spostarsi, nello stato americano della California, in un quartiere di circa un chilometro quadrato chiamato, non a caso “little italy”.

 

 

Siamo nel 1951, a Fullerton in California, ma potremmo essere a Milwaukee, New York, Boston Chicago e in tante altre città d’America, dove le comunità italiane rappresentavano ancora una vasta componente del tessuto sociale e dove tendevano – nel loro stare racchiusi- a perpetrare usi, costumi, lingua e tradizioni di casa, ed una cultura dove sovente le ragioni erano la violenza e la sopraffazione.

 


La lotta tra bande rivali domina e condiziona la vita del sonnacchioso quartiere ed un ex pugile stimato da tutti, un tranquillo vedovo che si è riciclato in artigiano e falegname, spesso subisce angherie dai vari bullastri del quartiere. Ma il destino gioca scherzi sottili e quando il pugile riconosce nel capo di una banda il proprio figlio adottivo, decide di difenderlo e nel contempo di convertirlo alla lotta per i diritti umani e per una vita senza violenza.

 

 

La cittadinanza, mossa dall’affetto per l’ex pugile e dal fatto che una gang si impegna a difesa dell’ordine, contribuirà in massa a realizzare il grande sogno: la fine della violenza e l’estinzione delle gang s dove, in una atmosfera di grande poesia, assistiamo alla nascita di un campione tra le bellezze archeologiche di una Italia a lungo sognata e alla fine, ritrovata... (continua).

 

 

 

 

 

 

Questo film nasce innanzitutto da un accurata e partecipe analisi dei sentimenti con l’intenzione primaria di riuscire a trasmettere quei valori positivi che a volte, solamente le immagini riescono a narrare in modo che siano comprensibili ad ogni latitudine.

 

 

E’ la volontà di arrivare dritti al cuore con un messaggio chiaro e semplice: mai arrendersi perché la vita è un dono meraviglioso.

 

 

E’ a partire da questo che ho voluto nel mio primo lungometraggio un personaggio come Franco Columbu, grande sportivo e uomo che – nella comunità italiana negli USA – è attivamente impegnato nel sociale. Con e grazie a lui, racconto questa favola moderna dove i personaggi incantano per la loro umanità, attraverso le loro storie di vita vissuta.

 

 

Sandro Ravagnani

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Dreamland | il progetto e note di regia

 

di Sandro Ravagnani

 

 

"Dreamland" è un'idea, un progetto, una passione. In primo luogo lo sport, visto come mezzo educativo per un futuro migliore, che esalta le doti fisiche ma in particolar modo quelle morali e di principio, che fornisce le regole per affrontare la vita correttamente, che abitua al sacrificio e che presenta le sconfitte solo come esperienze negative dalle quali trarne insegnamento per migliorare ed andare avanti. Quindi, non solo come esibizione degli atleti (siano essi pugili, come in Dreamland) ma soprattutto come sacrificio per una lunga preparazione fisica e psicologica e la rivalutazione dello spirito di amicizia e di riconoscenza, scevro da contenuti di prepotenza e violenza gratuite. È proprio attraverso lo sport che si permette lo sfogo delle pulsioni negative in un quartiere dominato dalle bande, In secondo luogo l'emigrazione, uno dei fenomeni che ha caratterizzato la storia italiana e ha lasciato l’impronta in tutti gli Usa attraverso la nascita dei quartieri denominati Little Italy. Oggi suggestivi vicoli folkloristici, ieri luoghi della malavita e della disperazione di chi, giunto in un paese straniero per cercare fortuna, doveva assoggettarsi alle leggi delle gang per riuscire a sopravvivere. In terzo luogo lo scontro generazionale e il rapporto padre figlio, qui raccontate dal rapporto vivido e carico di emozioni tra l’emergente Ivano De Cristofaro ed il grande Franco Columbu.

 

 

Il film, realizzato in collaborazione con la Columbu production, vuole essere una favola moderna dove i personaggi incantano per i loro trascorsi e la loro umanità. Lotte e corse in moto si scontrano e si intersecano lasciando emergere la storia della Little Italy di Milwaukee con le sue vicende e le sue rivalità.

 

 

"Dreamland" è un’idea, un progetto, una passione, nata da un’accurata selezione di sentimenti, con l’intenzione principale di poter trasmettere tanti valori positivi che a volte solo con i film si può fare, utilizzando un linguaggio universale capace di arrivare ai cuori di tutte le età, che è quello della volontà di non arrendersi mai, perché la vita è una cosa meravigliosa ed unica, da zero a cento anni.

 

 

"Dreamland", un film per tutti, le cui tematiche si rivolgono ad un pubblico generalizzato; risulta piacevole e incalzante offrendosi come una favola moderna adatta a bambini, anziani e adulti perché in fondo non c’è età per la terra dei sogni!

 

Allo stesso tempo la presenza di Franco Columbu e location come la Gleason’s Gym in Brooklyn (pietra miliare del genere fondato sul pugilato), permettono di rivolgersi al pubblico degli appassionati di questo sport. Nel contempo, valorizzando i prodotti culinari, le bellezze paesaggistiche dell’America e soprattutto italiane, il film ha ottenuto il riconoscimento dal Ministero dei Beni Culturali e dagli Istituti Italiani di Cultura negli Stati Uniti.

 

 

Molti mi chiedono come ho costruito il personaggio di James?

 

Quali valori ho cercato di attribuirgli?

 

Quali sono le domande che il personaggio deve porsi per calarsi nel personaggio?

 

 

Ecco qui di seguito come Ivano de Cristofaro, entrando ne suo ruolo di James, mi ha risposto a sua volta interrogandosi e trasformandosi in James De Cristofaro.

 

 

Ogni tanto mi chiedo chi sono? Da dove vengo? Chi sono devo ancora scoprirlo, da dove vengo ho dei vaghi ricordi, so solo che il mio spirito è rimasto tra il mare e le montagne, tra l'odore di terra e sabbia. La rabbia che c'è in me, mi sta distruggendo, so che la mia strada prima o poi mi porterà ad incontrare il mio vero essere. Ma per ora lotto, e cerco di sopravvivere, spero solo di non perdermi tra una birra e una scazzottata. Spero che presto io possa riabbracciare la mia storia. Gioco con la mia vita, ma so che la vita non è solo questo. Forse Dio c'e' l'ha con me, forse sono io che ce l'ho con me stesso. La verità la saprò solo vivendo giorno dopo giorno. Ora sono solo, ancora più solo. Devo lottare ancora di più, devo dimostrare che non ho bisogno di nessuno. Non so se ce la farò, ma non ho scelta. Tutti gli uomini hanno un dono, io non so quale sia il mio. Ma devo scoprirlo.

 

Dreamland | il regista

 

 

Sandro Ravagnani

 

 

Nato a Roma nel novembre 1956, Sandro Ravagnani ha all’attivo un’intensa attività in molti campi, sempre attigui allo spettacolo, che lo ha portato a realizzare con Dreamland, la sua Opera Prima.

 

 

Ravagnani ha ideato, scritto, realizzato e condotto programmi radio televisivi: è tutt’ora giornalista ed in tale veste ha firmato anche la biografia di Moira Orfei; ha curato l’ ufficio stampa dell’ Ente Nazionale Circhi AGIS, della Federfauna e tra i molti lavori della sua vita ha collaborato con il Festival del cinema per ragazzi di Giffoni Valle Piana.

 

 

1973 - Domenica In con Corrado - Rai Uno

 

1974 - Circo sul ghiaccio (estemporanea)

 

1975 - Il mondo a colori dei Manhattan road

 

1976 - Tutti insieme alla Radio - Radio 2

 

1977 - Giocasalerno

 

1978 - Giocaitalia

 

1979 - Buona sera con Rita Pavone al circo - Rai Due

 

1980 - Fantastico - Rai Uno con Claudio Cecchetto

 

1981 - Circo sul ghiaccio - Rai uno con Milly Carlucci

 

1982 - Circo di Mosca - Canale 5 con Albano

 

1983 - Giovani stelle del Circo con Corrado Tedeschi - Verona

 

1984 - Holiday on ice - Roma - Canale 5

 

1985 - Festival dei Giocolieri - Bergamo

 

1986 - Circo Nazionale Cinese - Canale 5

 

1987 - Il Giro del mondo in 80 giorni sul ghiaccio - Rai Uno

 

1988 - Trofeo Topolino per lo Spettacolo (Premio Disney) - Armata Rossa show

 

1989 - Sabato al circo con Gigi e Andrea

 

1990 - Sabato al circo 2 (Vincitore del Telegatto) con Gerry Scotti

 

1991 - Sabato al circo 3

 

1992 - Il Grande Circo di Rete 4 con Giorgio Mastrotta

 

1993 - Meeting Internazionale dei Giovani - Salerno Cocciante - Jovanotti -

 

1994 - Gran Premio Internazionale del Circo - Milano con Paolo Bonolis

 

1995 - Gran Premio Internazionale del Circo - Genova -

 

1996 - Gran Premio Internazionale del Circo - Riva del Garda

 

1997 - Gran Premio Internazionale del Circo - Viareggio

 

1998 - Gran Premio Internazionale del Circo - Viareggio con Paolo Villaggio

 

1999 - Gran Gala di Gardaland con Natalia Estrada - Valeria Mazza - Sandra Mondaini

 

2000 - Grazie dei fior special "Sanremo 50° Anniversario" Nilla Pizzi

 

2001 - Mora Orfei Domenica In Rai Uno con Mara Venier

 

2002 - Fenomeni con Piero Chiambretti

 

2003 - Circo Arte Antica

 

2004 - Sanremo Village con Alex Braca

 

2005 - Moira Orfei Amore e Fiori di Carlo Bevilacqua

 

2006 - Reality Circus - Roma - Canale 5 con Barbara D'Urso

 

2007 - Una tigre per Amore con Brigitta Boccoli

 

2008 - La Citta dei Ragazzi

 

2009- Cosa farò da grande

 

2010 - Dreamland La Terra dei sogni

 

2011- Dreamland –Il giorno dopo

 

 

Dreamland | gli attori

 

 

Ivano De Cristofaro

 

 

 

Ivano De Cristofaro, nato a Napoli nel settembre del 1974, nasce come culturista, si allena tutti i giorni per 5 ore da oltre 20 anni ed ha conquistato il cuore degli Americani nel 2009 conquistando la fascia del concorso Il più bello d'Italia in USA, ma i suoi interessi lo conducono al tentativo di poter coniugare la sua passione per la recitazione con l’attività fisica.

 

 

Figura atipica nel suo settore, appena sa del progetto Si arte 24, che consiste in una serie di corti sugli Italiani in America, se ne innamora e ne fa la sua prima esperienza dietro la macchina da presa. Ma il progetto più ambito e importante è la trilogia di “Dreamland – La terra dei Sogni” che lo vede attore-protagonista e sceneggiatore con Sandro Ravagnani; per meglio seguire il progetto si trasferisce prima a New York e successivamente a Los Angeles dove nel frattempo diventa personal

 

trainer di grandi personaggi e partecipa allo show televisivo “Reality Circus”.

 

Al suo attivo, nel 2009, il cortometraggio “Cosa farò da grande” scritto con Sandro Ravagnani.

 


Inizieranno a giugno 2011 le riprese di “Dreamland 2 Il giorno dopo…” sempre con la regia di Sandro Ravagnani, mentre nel 2012, sarà il protagonista del film fantasy “I cerchi della libertà” e nel 2013 partirà il terzo capitolo di Dreamland, “Angel”.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Dreamland | gli attori

 

 

Franco Columbu

 

 

 

Francesco Columbu, noto come "Franco", nasce nel 1941 ad Ollolai, un paese in provincia di Nuoro. Intraprende la carriera di pugile nei primi anni '60 e si trasferisce poi a Monaco di Baviera dove, nel ‘65, incontra Arnold Schwarzenegger di cui diventerà amico inseparabile e compagno d'allenamento.

 

 

Due tratti lo contraddistinsero come atleta: la bassa statura, 1,65 metri, nettamente sotto la media degli altri culturisti, e un sensazionale sviluppo dorsale. È stato Mister Universo, Mister Mondo e, negli anni 1976 e 1981 Mr. Olympia, unico italiano nella storia; ha inoltre detenuto una lunga serie di primati mondiali.

 

 

Columbu partecipa all'edizione del ‘77 del World's Strongest Man: durante la prova "Refrigerator", mentre era in testa, inciampò e venne ripresa in diretta la terribile slogatura della sua gamba. Questo lo portò ad abbandonare l'evento terminando comunque in quinta posizione grazie ai punti fin lì conquistati. Nonostante i dottori avessero detto che non sarebbe tornato più a camminare, Columbu riuscì a recuperare in soli tre anni e a tornare all'attività agonistica, vincendo il suo secondo titolo di Mr. Olympia nel 1981, succedendo al sette volte campione Arnold Schwarzenegger.

 

Franco e Arnold erano inseparabili nella prima metà degli anni '70 ed era possibile trovarli insieme in allenamento; la loro amicizia portò Columbu ad essere testimone di nozze di Schwarzenegger e Maria Shriver.

 

 

Dal suo arrivò in America nel 1969, Columbu venne considerato l'uomo più forte al mondo: conquistò vari titoli di powerlifting e olimpici (nel sollevamento pesi), segnando anche dei primati mondiali.

 

 

 

In aggiunta al successo come atleta, Columbu ha anche intrapreso la carriera cinematografica, solo o al fianco di Schwarzenegger; tra i suoi film citiamo: “Pumping Iron, “Ancient Warriors”,Conan il barbaro, “Terminator “e “L'implacabile (The Running Man).

 

E’ stato protagonista del film “Un poliziotto sull'isola (Beretta's Island) ed è apparso anche in alcune pubblicità di successo.

 

 

La trilogia di “Dreamland – La terra dei Sogni” è il suo ultimo lavoro.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Dreamland | il direttore della fotografia - riprese in Italia

 

Antonio Centomani

 

 

Regista, D.O.P. ed autore televisivo, nato a Napoli nel ‘64 si è dedicato dall’82 ad attività legate al mondo della comunicazione maturando esperienze alla radio, nel cinema con particolare riferimento alla documentaristica ed alla fotografia, ai videoclips musicali, alla pubblicità e alla regia televisiva. Centomani ha lavorato anche in Tunisia, Ungheria, Francia, Germania e Spagna.

 

 

Film:

 

Dreamland “la terra dei sogni” - Worldbusiness Produzioni - D.O.P.

 

“Irreality” - Easycinema – D.O.P.

 

“Il primo Giorno” - Atlantica Production - Regista/Autore/DOP

 

“Finalmente” - PON Istituto Gandhi – S.V. Regia

 

“La Strada” – regista/direttore della fotografia –

 

“Parentesi tonde” – aiuto regista

 

“Timeout” di Gianfranco Gallo – Direttore della Fotografia

 

“Incontri Al Buio” Istituto Gandhi – Regista/Direttore della fotografia

 

 

Back-stage film :

 

“Apri gli occhi e sogna” – per Cecchi Gori Group

 

“L’Avvocato De Gregorio” – Studio Rapa

 

“Pater Familias” – Marina Suma

 

“Il Latitante” – Q.S.

 

 

Documentari:

 

“Natuzza Evolo” - MediaService – Musiche :Ennio Morricone

 

“Piraino” - “Tripi” -“Montalbano Elicona” - “Gioiosa Marea” - Regione Sicilia

 

“Itinerati turistici della Campania” – Regione Campania;

 

“Le Atassie” – Associazione Italiana Sindromi Atassiche – Poloclinico di Napoli

 

“Tullia Matania” – Accademia Belle Arti Napoli;

 

“S. Rocco” – “i Fujenti” – “Festa dello Gnundo” Facoltà di Antropologia – Suor Orsola Benincasa;

 

“Vivere il mare” – Liceo Matilde Serao

 

 

 

Dreamland | il direttore della fotografia - riprese negli USA

 

Massimo Zeri

 

Ha frequentato a Roma l’Istituto Roberto Rossellini per la Cinematografia e la TV. Dopo alcuni anni come cameraman in Italia, è assistente operatore per il film di Paul Mazursky Tempest; nell’85 si trasferisco a New York come assistente operatore nel film Cocktail con Tom Cruise. Poi a Los Angeles il primo film come direttore della fotografia, ironicamente si gira principalmente in Sardegna, è Beretta’s Island prodotto e interpretato da Franco Columbu con Arnold Schwarzenegger”.

 

Da allora, in 25 anni, ha diretto la fotografia di oltre 45 lavori fra lungometraggi, cortometraggi e documentari lavorando con: Paul Mazursky, Francis Ford Coppola, Faye Dunaway, Richard Gere, Kevin Costner, Jon Voight, Brian Austin Green.

 

Zeri vanta anche esperienze di lavoro in Italia, come nel 2003 “L’Iguana”, film diretto da Catherine McGilvray, tratto dal romanzo di Anna Maria Ortese; nel 2005 lo chiama Giorgio Serafini per “Il Bene e il Male” una fiction per RaiUNO), e sempre da Serafini è arrivata l’opportunità per un’altra fiction, “Il Falco e la Colomba” per Canale 5.

 

 

 

Dreamland | contatti

 

 

dreamland@laterradeisogni.it

 

 

Via Achille Grandi, 19
20014 Nerviano

 

Milano - Italia

 

Tel + 39 03311774324

 

fax + 39 0331 077966

 

 

Ernesto Nebuloni 346 3739040

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl