A Tarquinia la 2ª edizione di “Cin’è Cucina”.

20/lug/2011 15.28.17 Dabel Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

La rassegna “Cin’è Cucina” giunge alla 2ª edizione e dal 27 luglio al 23 agosto proporrà nel cortile dell’ex mattatoio comunale di Tarquinia interessanti proiezioni cinematografiche, incentrate sul felice connubio tra la settima arte e la cucina. Nata da un’idea di Dino Alfieri, Piero Nussio e Pino Moroni, la manifestazione è patrocinata dall’assessorato alla Cultura. Nove le serate in programma, che si apriranno alle ore 20 con un gustoso buffet (ad offerta), a cui seguirà alle ore 21 la proiezione del film (ingresso gratuito). Primo appuntamento il 27 luglio con Chocolat di Lasse Hallstrom, in cui una nomade decide di aprire una cioccolateria in un piccolo paese della Francia, facendo trionfare il gusto per il cioccolato e trovando l’amore di uno zingaro musicista. Il 29 luglio Camerieri di Leone Pompucci, storia del passaggio di proprietà di un ristorante di Anzio, dove campioni di varia umanità s’incrociano durante il ricevimento per le nozze d'oro di due anziani signori. Il 3 agosto Un tocco di Zenzero di Tassos Boulmetis, racconto d’iniziazione all’astronomia e all’arte culinaria, in un viaggio tra la Grecia e la Turchia in guerra. Il 4 agosto Ricette d’amore, di Sandra Nettlebeck, vicenda di un’apprezzata chef tedesca che deve badare alla piccola nipote orfana e a un aiutante cuoco italiano. L’11 e il 12 agosto, diviso in due parti, Sabato, domenica e lunedì di Lina Wertmuller, riduzione cinematografica della commedia omonima di Eduardo De Filippo, con Rosa, superba cuoca specializzata nel ragù sposata con Peppino, che si vendica di un “tradimento gastronomico” del marito, suscitando la sua gelosia. Il 17 agosto Soul Kitchen, di Fatih Akin, ambientato ad Amburgo in un vecchio e modesto ristorante di periferia che sarà trasformato dall’arrivo di un nuovo cuoco in un locale molto in voga. Il 19 agosto Come l’acqua per il cioccolato, di Alfonso Arau, tratto da un romanzo piccante della scrittrice Laura Esquivel, vede, nel Messico rivoluzionario del primo Novecento, Tita destinata a non maritarsi per accudire alla dispotica madre e Pedro, innamorato di lei, che si rassegna a esserle cognato, sposando la sorella maggiore. A chiudere il 23 agosto C’era una volta di Francesco Rosi, storia ispirata alla raccolta di novelle popolari Lo cunto de li cunti dello scrittore di epoca barocca Giambattista Basile, in cui un principe spagnolo s'innamora di una bella popolana del Sud Italia e, per sposarla, impone alle principesse pretendenti una gara: vincerà colei che laverà più piatti nel minor tempo senza romperne.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl