Elio Bonfanti il 28febbraio a CINEMA in VERTICLAE

26/feb/2014 11:45:55 Valsusa Filmfest Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Buongiorno, vi invio le informazioni sul prossimo appuntamento della rassegna Cinema in Verticale.
Buona giornata. Gigi Piga 3480420650


COMUNICATO STAMPA

28 febbraio 2014 ore 21:00
centro polisportivo “La Sosta Climb Cafè”, via Sacra di S. Michele 3, CAPRIE (TO)
ingresso gratuito

Elio Bonfanti
in
“Ghiaccio dell’Ovest. Anni 2000”
Un viaggio attraverso le valli e i personaggi dell’arrampicata su ghiaccio in Piemonte


Il 28 febbraio 2014 alle ore 21 presso “La Sosta Climb Cafè” di Caprie si svolge il quarto appuntamento della XVI edizione di Cinema in Verticale con Elio Bonfanti che accompagnerà il pubblico in un viaggio attraverso le valli e i personaggi dell’arrampicata su ghiaccio in Piemonte con un particolare ricordo di Giancarlo Grassi, guida alpina e il maestro del “cascatismo” che, insieme a Gianni Comino, dalla seconda metà degli anni ’70 ha esplorato e rivoluzionato la scalata su ghiaccio. Il titolo della serata è infatti ispirato a “Ghiaccio dell’Ovest. Guida alle cascate di ghiaccio in Piemonte” , libro che Grassi scrisse nel 1995 insieme a Aldo Cambiolo.

Elio Bonfanti è nato a Torino nel 1961 ed è istruttore nazionale di alpinismo e di arrampicata libera.
Pratica l'alpinismo dal 1978 seguendone con attenzione lo sviluppo e l’evoluzione.
Scrive per Planet Mountain ed altre testate giornalistiche del settore. Collabora con Camp, Montura ed Aku Case di cui è testimonial. Dal 2007 al 2009 ha fatto parte del team Alpin Ice tour ed ha al suo attivo, sia prime ripetizioni che l'apertura di numerose vie nuove.
Questa passione che estrinseca sia su roccia che su ghiaccio, oltre che sulle Alpi, lo ha portato a scalare
dal Wadi Rum alle Ande peruviane, dal Madagascar, agli USA e Canada per arrivare sino alla Norvegia.
La montagna ha sempre rivestito un ruolo estremamente importante nella vita di Elio Bonfanti ed in essa ha sempre trovato conforto e rifugio. Ha iniziato ad arrampicare verso la fine degli anni ’70 sulla coda del movimento del “Nuovo Mattino” ed essendo cugino di Guido Morello ha avuto modo di conoscere molti dei personaggi di spicco di quel periodo.
Nella sua attività Elio Bonfanti ha avuto la fortuna di conoscere personaggi straordinari con alcuni dei quali ha anche condiviso affascinanti scalate. Da Patrick Gabarrou, a François Damilano, da Gianluca Maspes a Rossano Libera, da Manolo a Giovannino Massari, da Ezio Marlier a Mark Twight da Marco Bernardi a Ugo Manera, per arrivare ad Angelo Siri, Guido Ghigo, Pierre Allain, Spiro dalla Porta Xydias, Michel Cambon, Maurizio Oviglia, Valerio Bertoglio, Enrico Rosso e molti altri. Da ognuno di loro ha avuto modo di imparare qualcosa facendo della polivalenza uno dei punti cardine della sua attività

Giancarlo Grassi lo conobbe grazie a dei corsi di perfezionamento che lui teneva per un negozio di articoli sportivi di Torino. Dopo poco tempo, informato da un comune amico, Giancarlo venne a sapere di un progetto di Elio al monte Plu nelle valli di Lanzo ed immediatamente lo chiamò esordendo con “facciamo società? “. Da quel momento, grazie a lui e con lui, Elio ha potuto prendere parte alla prima fase esplorativa dell’arrampicata sulle cascate di ghiaccio ed all’inizio dell’uso dello spit come sistematico mezzo di protezione nell’arrampicata su roccia.   


Addetto Stampa Valsusa Filmfest
Gigi Piga
tel. 3480420650
email. ufficiostampa@valsusafilmfest.it

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl