30aprile ALEX ZANOTELLI al Valsusa Filmfest - "Nuove povertà e bellezza"

28/apr/2014 11.50.07 Valsusa Filmfest Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Buongiorno, invio informazioni sull'evento che il 30 aprile avrà come protagonista ALEX ZANOTELLI al XVIII Valsusa Filmfest in un incontro sul tema "Nuove povertà e bellezza". In allegato anche un afotografia. Grazie dell'attenzione. Gigi Piga 3480420650


COMUNICATO STAMPA

mercoledì 30 aprile 2014 – ore 21.00
Salone Sottochiesa, via Roma 4 – CONDOVE

Incontro con padre ALEX ZANOTELLI e MARCO AIME
sul tema ‘nuove povertà e bellezza’



Il titolo e tema portante di questa edizione del Valsusa Filmfest è “Poveri ma belli” con sezioni di concorso ed approfondimenti dedicati alla ricerca della leggerezza della vita e a vicende legate a storie di cambiamenti e di nuove opportunità che si escogitano per superare le difficoltà quotidiane e le ‘crisi’ contemporanee.

Mercoledì 30 aprile il Padre Comboniano Alex Zanotelli dialogherà con l’antropologo Marco Aime, ospiti del Valsusa Filmfest alle ore 21.00 nel Salone Sottochiesa di Condove in un incontro sule tema ‘nuove povertà e bellezza’

“Le tre persone più ricche del mondo guadagnano quanto il prodotto nazionale lordo di 43 Paesi africani: fino a quando esisterà una realtà simile la povertà non potrà che considerarsi la prima forma di illegalità del pianeta”. A dichiararlo è padre Alex Zanotelli che nell’incontro di mercoledì 30 aprile a Condove passerà in rassegna i dati che fotografano in maniera chiara come la povertà mondiale sia frutto di scelte legislative e politiche che coinvolgono diverse istituzioni nazionali e sovranazionali.

Per Alex Zanotelli, comboniano, va combattuta l’idea che i poveri siano fannulloni: “Come credente ritengo sia necessario tornare alla tradizione biblica di coltivare il sogno della giustizia”.
Secondo Zanotelli le cause della povertà mondiale vanno ricercate nel sistema economico-finanziario che regge le sorti del mondo: “un apparato economico-finanziario, più finanziario che economico, che permette a pochissimi di vivere da nababbi: solo il 20% delle persone assorbe l’83% delle risorse di questo mondo. La Fao ci dice che abbiamo oltrepassato il miliardo di affamati. Tutto ciò non può non scuoterci; la povertà è la prima forma di illegalità presente sulla Terra”.


Padre Alessandro Zanotelli, più noto come Alex Zanotelli (Livo, 26 agosto 1938), è un religioso, sacerdote e missionario italiano, facente parte della comunità missionaria dei Comboniani.
È l'ispiratore ed il fondatore di diversi movimenti italiani tesi a creare condizioni di pace e di giustizia solidale.[1]
Il 23 settembre 2013 gli viene conferita la laurea honoris causa in Giurisprudenza presso il Dipartimento Jonico in "Sistemi giuridici ed economici del Mediterraneo: società, ambiente, culture» dell'Università degli Studi di Bari Aldo Moro. È direttore, sin dalle origini, della rivista nonviolenta fondata da don Tonino Bello, Mosaico di Pace


Marco Aime insegna antropologia culturale presso l’Università di Genova. Da sempre si occupa di temi sociali ed è particolarmente attento all’emarginazione. Ha condotto ricerche in Africa occidentale, in  Benin e in Mali, e in numerosi altri Paesi. Ha vinto il Premio Chatwin e il Premio Albatros con il libro di racconti "Taxi Brousse". Fra le altre pubblicazioni citiamo: “Le radici nella sabbia: viaggio in Mali e Burkina Faso”, “La macchia della razza. Lettera alle vittime della paura e dell'intolleranza”(ed.  Ponte delle Grazie), “Una bella differenza. Alla scoperta della diversità del mondo” (ed. Einaudi) e “La macchia della razza” (Ed. éleuthera)


Addetto Stampa Valsusa Filmfest
Gigi Piga - cell. 3480420650
Email. ufficiostampa@valsusafilmfest.it

***
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl