iniziative centenario di Roberto Rossellini lunedì 11 all'inaugurazione della Biblioteca comunale Guglielmo Marconi

05/dic/2006 06.00.00 immaginicinema Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
Questa e-mail ti giunge perchè sei iscritto alla newsletter:
archivio immagini cinema
http://www.archivioimmaginicinema.com
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
Musica, viaggi, sport, borsa, amicizie, economia, oroscopo, sexy, news, lavoro, divertimento, aggiornamenti. Centinaia di newsletters gratuite, ti aspettano su http://www.mailextra.com
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
iniziative centenario di Roberto Rossellini
Questo è l'invito a partecipare, lunedì 11
dicembre, all'inaugurazione della Biblioteca comunale Guglielmo Marconi via Gerolamo Cardano 135 Zona Marconi Roma completamente ristrutturata e ampliata.
In questa occasione,
durante tutta la giornata la Fondazione Roberto Rossellini presenterà
- il "Laboratorio Rossellini", il sistema e-learning che sviluppa in
forma ipermediale il progetto enciclopedico di Roberto Rossellini,
- il progetto "La Rete delle storie, le Tele degli autori", una serie
di sistemi e-learning in forma ipermediale, di fruizione, studio e
progettazione, per apprendere la lezione dei maestri della narrazione
e per valorizzare i loro archivi.

Alle ore 19.00 inoltre, verrà presentato in anteprima a Roma, dopo il
successo riscosso al Festival di Torino, il film di montaggio "Era
notte a Roma città aperta", che vuole rappresentare ed esplicitare
sinteticamente i legami interni all'opera di Roberto Rossellini
proponendo una riorganizzazione dei suoi progetti come lui stesso
avrebbe voluto presentarli al pubblico. Fissando un'unità di tempo e
di luogo (Roma 1943 - 1944) la narrazione si alterna tra Roma città
aperta, Paisà, Era notte a Roma, Anno Uno, creando un unicum in cui i
personaggi dei diversi film sembrano quasi interagire direttamente.

Di seguito troverete il comunicato stampa.
In allegato la presentazione completa delle iniziative e l'invito a
partecipare all'inaugurazione della Biblioteca comunale Guglielmo Marconi alla presenza del
sindaco di Roma Walter Veltroni , dell'assessore alle politiche
culturali Gianni Borgna, del presidente del Municipio Giovanni Paris
e al presidente delle Biblioteche di Roma Gino Poggioli.
Interverranno inoltre: Pietro Citati, il presidente della "Fondazione
Rossellini" Adriano Aprà e il direttore scientifico e artistico
Alessandro Pamini.

Grazie della collaborazione
Buona giornata a tutti

Per qualsiasi informazione non esitate a contattarci
Claudia Russo: 335 6790735
Francesca Talamo 320 8264982
info@robertorossellini.it
La "Fondazione Roberto Rossellini per lo sviluppo del pensiero enciclopedico" nasce a Roma nel giugno del 2005 dalla collaborazione tra l'Istituto MetaCultura (associazione di ricercatori che opera da trenta anni nella valorizzazione di archivi di autori cinematografici e non), i familiari e i collaboratori di Roberto Rossellini e alcuni tra i più stimati studiosi dell'autore. La sua costituzione ufficializza il lavoro ventennale svolto dai diversi soggetti allo scopo di implementare e valorizzare il più vasto archivio di documenti digitali sull'opera di Roberto Rossellini.
Tra gli scopi della Fondazione vi è quello di promuovere una rilettura della ricerca e dell'opera di Rossellini slegata da stereotipi e da interpretazioni riduttive specialistiche o ideologiche. Da questa rilettura emerge una figura complessa di autore multi-mediale e di studioso inter-disciplinare, capace, nel secolo del cinema e dei nuovi media, di rappresentare e al contempo di continuare la tradizione umanistica-enciclopedica delle integrazioni tra i diversi campi artistici e tra le arti e scienze; un autore-studioso enciclopedista in grado di ereditare gli insegnamenti metodologici dei grandi umanisti e di promuoverne la conoscenza con la sua stessa opera.
In continuità con gli obiettivi di Roberto Rossellini la Fondazione si è a sua volta posta l'obiettivo di rappresentare e di continuare il progetto «polienciclopedico» rosselliniano, un progetto avviato e solo in parte realizzato dallo stesso Rossellini attraverso la sua opera non solo audiovisiva ma anche letteraria, non solo narrativa ma anche saggistica, non solo artistica ma anche scientifica e didattica. Si tratta infatti di una «polienciclopedia» inter- e multi- mediale che raccoglie e correla tra loro: i grandi progetti dei maestri della tradizione umanistica-enciclopedica, i progetti realizzati o solo ipotizzati dallo stesso Rossellini per implementare il suo sistema enciclopedico, le nuove implementazioni - da parte di altri autori - che la poli-enciclopedia, per la sua struttura aperta, stimola a realizzare, anche adottando mezzi tecnologicamente più adeguati (gli ipertesti), e facendo tesoro delle sperimentazioni rosselliniane. Così il progetto di un'«enciclopedi!
a multipla» (della storia della civiltà occidentale, degli incontri-scontri tra universi culturali, dei sentimenti universali che governano le storie di ogni luogo e tempo, dei principi di narrazione e messa in scena), ideato e avviato da Roberto Rossellini sia con il proprio diretto contributo sia con quello indiretto dei suoi numerosi collaboratori e interlocutori, può essere finalmente ricostruito nella sua complessità, studiato e rappresentato nella sua struttura reticolare, per definizione «non finita», e quindi può avere, da parte di altri «autori-studiosi» in grado di raccogliere a loro volta l'eredità di Roberto Rossellini, quella continuità, quelle implementazioni da lui stesso auspicate.
In questo senso l'idea di una Fondazione "per lo sviluppo del pensiero enciclopedico" intitolata a Roberto Rossellini non è frutto soltanto della volontà di raccogliere e tutelare un patrimonio di ricerche che rappresenta una radice profonda del cinema italiano e internazionale; è soprattutto frutto della volontà di far scoprire lo spirito innovativo di Rossellini, ridandogli la parola, alla giovane età di 100 anni, non solo come grande cineasta da studiare nei testi di storia del cinema, ma anche come grande intellettuale neoumanista, artista, scienziato e insegnante, tessitore di correlazioni tra campi del sapere, capace di mostrare lui stesso, con il suo esempio, come continuare la sua opera a distanza di tempo e come continuare, attraverso di essa, l'opera degli umanisti classici che ne hanno ispirato il disegno e hanno trasmesso gli strumenti adatti a realizzarlo.
La Fondazione è presieduta da Renzo Rossellini e Adriano Aprà, e diretta da Alessandro Pamini. Il team di ricercatori della Fondazione coincide con il gruppo di studiosi e autori ipermediali dell'Istituto MetaCultura che negli anni hanno curato la realizzazione sia dell' "Archivio digitale multimediale di risorse rosselliniane" sia del sistema ipermediale "Laboratorio Rossellini". Il patrimonio archivistico della Fondazione integra l'Archivio digitale multimediale di risorse rosselliniane, creato dall'Istituto Metacultura, con l'archivio di risorse documentali analogiche, raccolto da Adriano Aprà durante i suoi studi sull'autore.
Profili dei soggetti fondatori

Adriano Aprà
Presidente della Fondazione, docente di Storia del cinema italiano presso la la Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università di Roma Tor Vergata. Ha diretto la Cineteca Nazionale, il Festival di Pesaro e di Salsomaggiore. Fra le sue numerose pubblicazioni ha curato due raccolta di scritti e studi di Roberto Rossellini (Il mio metodo, 1987 e La télévision comme utopie, 2001). Nel 1992 ha diretto il film-saggio Rossellini visto da Rossellini.
Renzo Rossellini
Presidente onorario della Fondazione Rossellini, è il maggiore dei figli di Roberto Rossellini. Ha collaborato con il padre come aiuto-regista prima e come suo produttore dopo, fino alla sua morte nel 1977. Ha fondato e presieduto le società di produzione Gaumont Italia ed Artisti Associati Spa con le quali ha prodotto, finanziato e distribuito film di registi quali Fellini, Ferreri, Bellocchio, Antonioni, Truffaut, Losey, Fassbinder, Herzog, Saura, Malle, ecc. Insegna in diverse Scuole di Cinema italiane e internazionali, collabora alle attività cinematografiche dell'Istituto Italiano di Cultura di Los Angeles. Ha diretto per il cinema un episodio di L'Amore a vent'anni, e per la televisione delle parti di l'Età del ferro e La lotta dell'uomo per la sua sopravvivenza.
Alessandro Pamini
Direttore artistico e scientifico della Fondazione Rossellini, dirige l'istituto MetaCultura. E' docente e autore ipermediale dei corsi e-learning dell'area Formazione e Ricerca della Fondazione Teatro La Fenice dedicati allo studio di principi di narrazione e messa in scena in opere classiche che nel tempo si sono arricchite di riscritture e messe in scena in diverse forme mediali; è autore e direttore del progetto di sviluppo della Tela Ipermediale per la fruizione e lo studio del sistema polienciclopedico rosselliniano, e di altri progetti analoghi per lo studio delle correlazioni interne ed esterne alle opere di autori come Lubitsch, Truffaut, Hitchcock. Dirige il Laboratorio di formazione iperautoriale e di progettazione e sviluppo ipermediale istituito dalla Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università di Roma Tor Vergata.
Istituto MetaCultura
Associazione di ricercatori che opera da trenta anni nella valorizzazione di archivi di autori classici; dopo oltre venti anni di attività insieme ai collaboratori e familiari di Roberto Rossellini ha promosso la costituzione della "Fondazione Roberto Rossellini per lo sviluppo del pensiero enciclopedico".
L'Istituto MetaCultura, mentre si dedica alla costituzione e implementazione di archivi digitali di numerosi autori e studiosi, progetta e sviluppa servizi elearning che da tali archivi estraggono le competenze autoriali e ne fanno oggetto di innovativi sistemi cognitivi per lo studio delle correlazioni interne ed esterne all'opera di tali autori in base ai principi di indagine, narrazione e messa in scena identificati nelle opere degli autori stessi.
Per quanto riguarda l'interesse specifico per Rossellini, l'Istituto, oltre a raccogliere un vasto archivio dedicato a questo autore, composto da documenti che ne illustrano il lavoro dall'ideazione alla promozione della sua stessa opera, si dedica da oltre dieci anni alla creazione di un archivio digitale ancora più vasto in quanto raccoglie, classifica e collega ogni risorsa documentale rosselliniana apportata dai numerosi archivi personali e istituzionali in tutto il mondo che hanno voluto sostenerlo. L'Istituto ha elaborato per la Fondazione il progetto "Laboratorio Rossellini" che integra diversi tipi di servizi ipermediali di fruizione e di studio tra cui la Tela Ipermediale "L'Encyclopédie nell'era di Méliès e dei Lumière: Roberto Rossellini enciclopedista multimediale"; tali servizi permettono di esplorare le correlazioni tra i progetti di Rossellini e quelli dei grandi artisti e scienziati della tradizione umanistica con i quali l'autore ha istituito un dialogo indi!
retto a distanza che continua ad arricchirsi di nuove voci di autori e studiosi contemporanei.
Nella stessa Fondazione l'Istituto ha portato l'esperienza e i modelli di sistemi cognitivi ipermediali per e-learning sviluppati in collaborazione con la Fondazione Teatro La Fenice per creare sussidi didattici di supporto ad attività educational di studio e formazione.
· ufficio stampa:
info@robertorossellini.it
Claudia Russo
tel. +39 3356790735
· ufficio organizzativo:
PAV Anna Damiani
tel. +39-06-68134986
email: viapanisperna@tiscali.it
· laboratorio di ricerca, formazione
e sviluppo:
Istituto MetaCultura
via Lucrino 41 - 00199 Roma
tel. +39-06-86214594
email: metacultura@gmail.com
· risorse di archivio:
Fondazione Roberto Rossellini per lo sviluppo del pensiero enciclopedico
sede legale: PMC via dei Prati Fiscali 215 - 00141 Roma email: rrfoundation@robertorossellini.it
Archivio Immagini Cinema immaginicinema@hotmail.com
· siti:
www.centenariorossellini.org
www.robertorossellinifoundation.org
www.robertorossellini.it
www.laboratoriorossellini.org
sviluppo e implementazione:
Ernesto Panzironi email:
ernestopanzironi@gmail.com

Era notte a Roma città aperta
Dichiarazione di Renzo Rossellini
figlio e collaboratore di Roberto Rossellini
presidente onorario della "Fondazione Roberto Rossellini per lo sviluppo del pensiero enciclopedico" presidente del "Comitato nazionale per le celebrazione della nascita di Roberto Rossellini"
Cari amici,
voglio presentarvi Era notte a Roma città aperta, il bel film di montaggio curato dalla Fondazione Rossellini che sintetizza il modo in cui mio padre avrebbe voluto che si fruisse la sua opera.
Mio padre non era solo un cineasta, in lui l'interesse per l'arte era pari a quello per la scienza, era autore completo, un antropologo e uno storico, prima di essere un artista. La sua curiosità lo spingeva a interessarsi dei campi di studio più disparati, cercando allo stesso tempo, maieuticamente, di suscitare gli stessi interessi che lui aveva, nel suo pubblico.
La sua mente reticolare lo aveva spinto a pensare per i suoi film una riorganizzazione che non seguisse i criteri cronologici di realizzazione, bensì dei criteri enciclopedici, tanto da elaborare quattro sistemi entro i quali ricollocare i suoi film: un'Enciclopedia della Storia (dalle caverne di La lotta dell'uomo per la sua sopravvivenza al dopoguerra di Anno Uno), un'Enciclopedia dei Sentimenti (da L'Amore a Dov'è la libertà), un'Enciclopedia delle Culture (da Stromboli a India Matri Bhumi), un'Enciclopedia dei principi di messa in scena (basti pensare alla versione teatrale e cinematografica di Giovanna d'Arco al rogo). Ognuno dei suoi film è collocabile per alcuni aspetti in ognuna delle quattro enciclopedie.
Si tratta di un progetto educativo ambizioso e imponente, per realizzare il quale, negli anni in cui era vivo, purtroppo, non c'erano né le tecnologie necessarie, né il terreno fertile perché fosse accettato e valorizzato.
Questo progetto è stato da subito il fulcro delle attività della Fondazione Rossellini, ed Era notte a Roma città aperta è una versione esemplificativa, breve, promozionale, di una versione più lunga che verrà realizzata dalla Fondazione e distribuita alle scuole e ad altri enti educational per promuovere l'opera di Rossellini, ma soprattutto per suscitare, in particolare negli studenti, l'interesse verso gli oggetti di studio umanistici dello stesso Roberto Rossellini.
Era notte a Roma città aperta rappresenta un segmento specifico della «voce enciclopedica» riguardante «l'Italia tra occupazione e liberazione»; per realizzarlo sono stati rimontati segmenti di quattro tra i film più amati da mio padre, per creare un unico nuovo film di 123' dedicato a Roma tra il 1943 e il 1944. E' sorprendente scoprire come Roma città aperta si coniughi perfettamente con Era notte a Roma e Paisà, e come tra le storie dei personaggi che subivano e combattevano dal basso la loro guerra, si riescano a inserire le considerazioni, tratte da Anno Uno, di quei padri della patria che negli stessi giorni si interrogavano su quale profilo potesse prendere la Nazione che stava per rinascere.
Sperando che possiate apprezzarlo quanto l'ho apprezzato io, da figlio di Roberto Rossellini e da produttore cinematografico, non posso che augurarvi buona visione.
Renzo Rossellini

CELEBRAZIONI PER IL CENTENARIO DELLA NASCITA DI ROBERTO ROSSELLINI
2006-2008

promosse dal
Comitato Nazionale per le Celebrazioni del Centenario della nascita di Roberto Rossellini,
Ministero per i Beni e le Attività Culturali - Direzione Generale per i Beni Librari e gli Istituti Culturali
sotto l'alto patronato del Presidente della Repubblica

Roberto Rossellini
un umanista nel secolo del cinema e della televisione

I PROGETTI DELLA "FONDAZIONE ROBERTO ROSSELLINI PER LO SVILUPPO DEL PENSIERO ENCICLOPEDICO"

PRIMO ANNO DI CELEBRAZIONI: 2006 / 2007

A) "ROBERTO ROSSELLINI ARTE E SCIENZA DELL'UMANESIMO". L'EREDITÀ DELLA TRADIZIONE UMANISTICA NELLA RICERCA E NELL'OPERA DI ROBERTO ROSSELLINI
Un progetto a cura di Istituto MetaCultura e Fondazione Rossellini. Partner nell'attuazione: Comune di Roma, Provincia di Roma, Regione Lazio, Museo di Roma in Trastevere, Mekane, Archivio Immagine Cinema.

- Evento composito

- Mostra "Roberto Rossellini Arte e scienza dell'Umanesimo" in 8 stazioni interdisciplinari e multimediali sui dialoghi a distanza tra Rossellini e i grandi maestri della tradizione umanistica: rileggere e riscrivere i Classici; l'ingegno polivalente; la firma dell'artista; inventare per ricercare; educare all'arte, educare con l'arte; l'organizzazione enciclopedica della conoscenza; la tradizione del racconto filosofico; l'utopia dell'Opera Totale

- Retrospettiva video tematica dei film storico- filosofici dedicati alle storie dei protagonisti della tradizione umanistica: i punti di vista dei personaggi - scienziati, filosofi e artisti - rappresentati da Roberto Rossellini nei suoi film, attraverso i quali si fondono i pensieri di un neoumanista al tempo del cinema con quelli dei maestri dell'umanesimo classico

- Lezioni-spettacolo sui temi metodologici della mostra: come usare l'arte per parlare di scienza e la scienza per parlare di arte; i meccanismi del film-saggio; l'organizzazione enciclopedica del sapere; l'integrazione delle forme espressive nell'opera multimediale


L'iniziativa si configura come un viaggio ideale all'interno dell'opera di Roberto Rossellini e tra l'opera di Rossellini e quella dei grandi umanisti suoi maestri e ispiratori; un viaggio che permette di scoprire aspetti tanto importanti, quanto poco conosciuti, del cinema di Rossellini. In questo itinerario sono esplorate le relazioni tra le ricerche di Roberto Rossellini autore-studioso e quelle dei più grandi autori e studiosi classici, non solo nel campo delle arti ma anche in quello delle scienze. L'iniziativa sottolinea la straordinaria continuità tra le riflessioni dei maestri della tradizione umanistica e quelle dell'autore italiano, in particolare nel ricercare e sviluppare le interrelazioni tra i campi del sapere.
Si tratta di un progetto composito, in cui la mostra, la retrospettiva tematica, e le lezioni-spettacolo si integrano tra loro nel fornire ai visitatori una molteplicità di stimoli, da diverse prospettive, per indurli a compiere viaggi conoscitivi tra libri, film, quadri, messe in scena teatrali e cinematografiche anche fuori dall'evento stesso. Obiettivo di questa iniziativa è contribuire a promuovere il progetto, dello stesso Rossellini, di trasformare la sua opera in uno strumento di conoscenza dei fondamenti della tradizione umanistica, correlando il lavoro dei protagonisti classici a quello degli autori del secolo del cinema e dei nuovi media.
Tale continuità è esplicitata:
I) Facendo conversare virtualmente Roberto Rossellini con i personaggi che lui stesso ha creato per rappresentare la sua interpretazione del pensiero dei grandi umanisti. Brani di saggi e interviste, presentazioni e lezioni in cui Rossellini esprime le sue idee sull'arte, sulla scienza e sulla didattica sono accostati a brani dei suoi film in cui, analogamente, i protagonisti, scienziati e artisti, espongono e difendono le idee che muovono le loro ricerche.
II) Ridando la parola agli stessi maestri dell'umanesimo classico, chiamati a esprimere «direttamente» il proprio punto di vista attraverso estratti autobiografici dalle loro opere saggistiche e narrative.
L'impianto interdisciplinare dell'evento è strettamente legato all'obiettivo di rappresentare il dialogo virtuale tra Roberto Rossellini, neoumanista multimediale, e i maestri della tradizione umanistica classica; quegli artisti, scienziati ed enciclopedisti di cui Rossellini, con la sua opera, ha voluto sia diffondere sia continuare le ricerche.


B) "ROSSELLINI CANTASTORIE". I RACCONTI BREVI DI ROBERTO ROSSELLINI. FAVOLE, APOLOGHI, STORIE ESEMPLARI.
Un progetto a cura di Istituto MetaCultura e Fondazione Rossellini.

- Evento composito
Dodici ambienti narrativi per esplorare forme e modelli dell'antica arte del riraccontare storie e crearne varianti: dalle raccolte tradizionali di favole alle variazioni cinematografiche di Roberto Rossellini
- Mostra "Roberto Rossellini Cantastorie", in 12 storie, per testi e immagini, sui rapporti tra i film di rossellini e le antiche storie di cui costituiscono varianti.
- Retrospettiva video tematica dedicata ai racconti brevi di Roberto Rossellini, in forma di corti e mediometraggi. Proiezione dei film a ciclo continuo presso la mostra stessa.
- Due Lezioni-spettacolo, sul tema "Il riracconto: l'antica arte dei cantastorie dalla tradizione umanistica al cinema di Rossellini" e sul tema "Piccoli eroi. Come i bambini divengono protagonisti nei film di Rossellini e dei suoi eredi Truffaut e Spielberg".

L'iniziativa raccoglie insieme le funzioni di «retrospettiva audiovisiva» (sui racconti brevi di Roberto Rossellini), di «mostra multimediale» (sulla genesi, le fonti, le correlazioni tematiche filologiche e metodologiche dei racconti stessi) e di «seminario metodologico interdisciplinare» (sull'antica arte e scienza del riraccontare). L'iniziativa si connota perciò sia come evento spettacolare, in quanto riracconta, in diverse forme espressive e con diverse integrazioni mediali, alcune storie antiche che hanno attraversato il tempo le civiltà e i media; sia come un'occasione propriamente didattica, assumendo ad oggetto di discorso l'arte della narrazione e, in particolare, la narrazione di storie brevi nelle forme letteraria, visiva e audiovisiva. La forma del «racconto breve poliespressivo» viene presentata come applicazione moderna di una lunga tradizione narrativa che, partendo dai cantastorie, attraversa tutta la storia della letteratura sia popolare che colta per arriv!
are sino al cinema.
A ogni racconto di Rossellini viene dedicato un ambiente narrativo allestito in modo da introdurre il visitatore al racconto, stimolare la sua memoria e sollecitare nuove letture e fruizioni correlate. Lo spazio immaginativo di ogni racconto viene creato non solo attraverso la presentazione del racconto cinematografico rosselliniano ma anche attraverso la raccolta e l'esposizione al pubblico di tutti quei materiali, sia storici che scientifici che artistici, provenienti in parte dalla stessa biblioteca dell'autore; materiali che possono aiutare il visitatore della mostra a entrare nello spirito di ogni racconto e a coglierne tutta la ricchezza e le suggestioni. I materiali correlati hanno infatti non solo il compito di introdurre il racconto, ma anche di implementarlo e di moltiplicarlo. Essi sono pensati per sollecitare lo spettatore a raccogliere e ad elaborare gli stimoli di ogni singolo racconto rosselliniano, e a proseguire nella ricerca di storie altrettanto interessan!
ti, sia di Rossellini che di altri autori. Ogni ambiente può essere considerato in un questo senso una «bussola» con cui il visitatore-viaggiatore può percorrere i sentieri di una tradizione narrativa non solo cinematografica.
Questo evento composito oltre ad avere una distribuzione nazionale - sia autonoma sia come iniziativa promozionale e inaugurale dell'installazione di laboratorio Rossellini presso le sedi degli Enti partner - avrà anche una circolazione internazionale, in Australia e in USA, grazie alla collaborazione con Giffoni International World Alliance.
La distribuzione internazionale con Giffoni Film Festival verrà inaugurata da un Seminario presso il Giffoni Film Festival:

A SCUOLA DI NARRAZIONE CON ROBERTO ROSSELLINI
Lezioni-spettacolo in forma ipermediale sugli insegnamenti metodologici di Rossellini:
- come riraccontare una storia antica
- come fare insieme un film e un saggio
- come raccontare una storia utilizzando materiale documentario di repertorio
- come raccontare utilizzando insieme tutte le forme espressive
- come costruire con la propria opera un sistema enciclopedico
- come trasformare una storia particolare in una storia universale
- come rendere dei personaggi ingenui e infantili i protagonisti di una grande storia


C) "LA VOIX HUMAINE: COCTEAU, ROSSELLINI, POULENC". VARIAZIONI SUL TEMA TRA TEATRO, TEATRO MUSICALE, CINEMA.
Un progetto a cura della Fondazione Teatro La Fenice in collaborazione con Istituto MetaCultura. Partner nell'attuazione: Orchestra Nazionale Giovanile JFutura, Teatro Donizetti di Bergamo.

- Evento composito: Spettacolo multimediale - Seminario formativo - Tavola rotonda interdisciplinare

- Spettacolo composto da:
a) Messa in scena della versione di Poulenc a cura di Fondazione Teatro La Fenice e Teatro Donizetti di Bergamo, direzione musicale Maurizio Dini Ciacci e Diego Dini Ciacci, regia Alessio Pizzech, interprete Elizabeth Garnier, orchestra JFutura;
b) proiezione della versione cinematografica di Rossellini a cura di Cinecittà Holding.

- Seminario interdisciplinare "La voix humaine tra teatro, teatro musicale e cinema" a cura di Alessandro Pamini e Valeria Vitale (Istituto MetaCultura), Domenico Cardone (Fondazione Teatro La Fenice), Alessio Pizzech (regista della messa in scena).

- Tavola rotonda "La voix humaine tra teatro, teatro musicale e cinema": i tre progetti a confronto con la partecipazione di Adriano Aprà, Domenico Cardone, Carlo De Incontrera, Alessandro Pamini, Renzo Rossellini, Valeria Vitale.

Il progetto vuole restituire, in un unico straordinario evento, una parte della ricchezza che il testo di Jean Cocteau ha accumulato nella sua lunga storia di riscritture, interpretazioni, traduzioni mediali. Lo spettacolo infatti mette in scena da un lato il film omonimo di Roberto Rossellini interpretato da Anna Magnani, dall'altro la prova d'attore così come pensata e scritta da Jean Cocteau e reinterpretata dallo spettacolo musicale ideato da Francis Poulenc.
L'iniziativa è concepita sia per consentire di vedere i tre testi a confronto sia per favorire il loro studio da diverse prospettive, cogliendo e apprezzando le variazioni autoriali sul medesimo tema. In questo senso lo spettacolo multimediale è preceduto dal seminario interdisciplinare e seguito dal sussidio ipermediale. A completamento del progetto il sussidio ipermediale raccoglie, in un'esperienza ancora più ricca, la quantità di riscritture e messe in scena del testo insieme alla qualità dei principi di narrazione e messa in scena sperimentati in ogni variazione autoriale.

SENTIERI ESPLORATIVI DA LA VOIX HUMAINE: COCTEAU, ROSSELLINI, POULENC. VARIAZIONI SUL TEMA TRA TEATRO, TEATRO MUSICALE, CINEMA.
- Sussidio Ipermediale in DVDvideo e DVDrom per fruire e studiare i progetti, tra loro correlati, di Jean Cocteau, Roberto Rossellini, Francis Poulenc
Un progetto Istituto MetaCultura e Fondazione Roberto Rossellini in collaborazione con Fondazione Teatro La Fenice


D) LO STATO DELLE RIFLESSIONI SU ROBERTO ROSSELLINI IN ITALIA
- Giornate di studi rosselliniani
Un progetto a cura di Adriano Aprà e Fondazione Rossellini in collaborazione con Università di Roma Tor Vergata.

Convegno nazionale con la partecipazione dei maggiori studiosi non solo cinematografici dell'opera di Rossellini e il coinvolgimento di docenti della Facoltà di Lettere dell'Università di Roma Tor Vergata.


E) ERA NOTTE A ROMA CITTA' APERTA. Roma 1943-1944 tra occupazione e liberazione
- Film di montaggio
Un progetto a cura di Istituto MetaCultura e Fondazione Rossellini.

Un capitolo dell'enciclopedia della storia della civiltà occidentale per rappresentare ed esplicitare sinteticamente i legami interni all'opera di Roberto Rossellini, proponendo una riorganizzazionedella sua opera come lui stesso avrebbe voluto presentarla al pubblico. I «fili» di questo nuovo intreccio sono costituiti dalle storie dei personaggi di quattro film rosselliniani - Roma città aperta, Paisà, Era notte a Roma, Anno uno - i cui protagonisti ri-raccontano, polifonicamente, un momento fondamentale della storia del nostro paese.
Un passaggio fondamentale della storia italiana ricostruito attraverso i volti e i dialoghi dei personaggi più noti dell'universo rosselliniano: da don Pietro e Pina di Roma città aperta a Esperia di Era notte a Roma a De Gasperi di Anno uno a Francesca e Fred di Paisà.


F) IMPLEMENTAZIONE DEGLI ARCHIVI DI ROBERTO ROSSELLINI E DEGLI ARCHIVI UMANISTICI CORRELATI ALLA SUA OPERA costituenti il Giacimento di risorse documentali della Fondazione Roberto Rossellini per lo Sviluppo del Pensiero Enciclopedico
- Ricerca di nuovi documenti e ordinamento del fondo analogico conferito alla Fondazione da Adriano Aprà, a cura di Adriano Aprà, con la collaborazione di studenti della Facoltà di Lettere dell'Università di Roma Tor Vergata
- Digitalizzazione del Fondo Aprà, Integrazione del Fondo Aprà nell'Archivio Digitale di risorse documentali rosselliniane creato dall'Istituto MetaCultura; Editing dei documenti digitali
e classificazione dell'unico archivio della Fondazione risultante dall'integrazione dei due archivi, a cura dell'Istituto MetaCultura, con la collaborazione di studenti della Facoltà di Lettere dell'Università di Roma Tor Vergata


G) LABORATORIO DI RICERCA, DIGITALIZZAZIONE, EDITING E CLASSIFICAZIONE DEGLI ARCHIVI DI ROBERTO ROSSELLINI E DEI SUOI INTERLOCUTORI DIRETTI E INDIRETTI
Spazi attrezzati e assistiti sia per ricerca e formazione (Laboratorio) sia per fruizione (Mediateca) presso la Facoltà di Lettere dell'Università degli Studi di Roma Tor Vergata e presso la Sede della Fondazione Rossellini messa a disposizione dal Comune di Roma.


H) LABORATORIO DI FORMAZIONE PER IMPLEMENTATORI DI ARCHIVI DIGITALI E PER IPERAUTORI DI SISTEMI ELEARNING IPERMEDIALI
Corsi di qualificazione per implementatori del Servizio "Laboratorio Rossellini",
presso la Sede della Fondazione Rossellini, presso la Mediateca della Facoltà di Lettere di Tor Vergata e presso le sedi locali degli enti partner depositari e distributori territoriali del servizio "Laboratorio Rossellini".


I) REALIZZAZIONE DEL PRIMO MODULO DEL "LABORATORIO DIGITALE ROBERTO ROSSELLINI". UNA SALA, UNA SCUOLA, UNA MEDIATECA E UN MUSEO VIRTUALI PER FAVORIRE IL DIALOGO INTERDISCIPLINARE TRA IL CINEMA, LE ARTI E LA TRADIZIONE UMANISTICA
Un progetto a cura di Istituto MetaCultura e Fondazione Rossellini.
Attuali partner nell'attuazione: Comune di Roma, Provincia di Roma, Regione Lazio

- Servizio elearning per lo sviluppo e la distribuzione in forma ipermediale del progetto polienciclopedico rosselliniano

PRIMA AREA: SCUOLA VIRTUALE "EDUMEDIA ROSSELLINI"
- "L'encyclopédie nell'era di Méliès e dei Lumière". Sistema cognitivo ipermediale per lo studio del progetto polienciclopedico rosselliniano.
I implementazione:
come Rossellini ha composto la sua Enciclopedia della storia della civiltà occidentale
- Workshop interdisciplinari in forma ipermediale sui film di Roberto Rossellini.
Strumenti e risorse di studio per «anatomizzare» da diverse prospettive alcuni progetti rosselliniani e identificare le soluzioni metodologiche di narrazione e messa in scena:
I implementazione: workshop sul progetto "Paisà"

SECONDA AREA: SALA VIRTUALE "STUDIO ROSSELLINI"
- "La polienciclopedia rosselliniana". Retrospettiva reticolare multipla in forma multimediale, fruibile unicamente presso le postazioni interattive del Laboratorio.
I) L'Enciclopedia della storia della civiltà occidentale,

TERZA AREA: MEDIATECA VIRTUALE "BOTTEGA ROSSELLINI"
- L'autore e la sua bottega.
I implementazione: "Rossellini racconta" - Prima parte delle sezioni di interviste, presentazioni e lezioni di Roberto Rossellini, in ogni forma mediale, dedicate dall'autore ai suoi progetti.

QUARTA AREA: MUSEO VIRTUALE "ALBUM ROSSELLINI"
- Mostre Biografiche: Vite di Roberto Rossellini. La vita avventurosa di Rossellini raccontata attraverso una serie di mostre cronologiche che confrontano i racconti biografici e li integrano con testimonianze inedite e documenti dagli archivi dell'autore.
I implementazione: Gli anni della Formazione e i primi progetti, dai cortometraggi ai film sulla guerra
- Mostre Tematiche: Percorsi monografici su temi cari all'autore, nei quali la documentazione della genesi, della promozione e della lavorazione dei film di Rossellini si incrocia con risorse di archivio di autori delle arti classiche.
I implementazione: L'iconografia della guerra nell'arte e nel cinema di Roberto Rossellini

Laboratorio polifunzionale educational da installare presso le sedi degli Enti Locali e delle Istituzioni Culturali partner della Fondazione sia nella realizzazione che nella distribuzione territoriale del Laboratorio agli utenti finali.
"Laboratorio Rossellini" è un innovativo strumento di formazione permanente, oggetto promosso da tutti gli eventi previsti per il Centenario; è infatti ciò che può rimanere sul territorio una volta suscitati interessi o nuovi interessi verso il lavoro avviato da Roberto Rossellini; un lavoro di cui oggi è possibile dare compiuta realizzazione e nuovi affascinanti sviluppi, in forma ipermediale, attraverso le soluzioni tecnologiche oltre che metodologiche da lui stesso immaginate e auspicate.
L'Istituto MetaCultura e la Fondazione Rossellini hanno lavorato per venti anni anni allo sviluppo del progetto, per poter arrivare alla sua distribuzione nella ricorrenza del Centenario della nascita dell'autore. Grazie al contributo degli Enti partner, che ne diverranno depositari ed erogatori ai propri utenti sul territorio, si può finalmente prevedere il completamento, e il rilascio entro quattro anni, dell'intero sistema polienciclopedico ideato da Roberto Rossellini.
Il sistema è costituito da quattro moduli ipermediali, ciascuno articolato in quattro sezioni (sala, scuola, museo e mediateca virtuali) che si integrano in un prodotto aperto e implementabile anche con l'intervento degli utilizzatori e dei fruitori locali adeguatamente preparati.
Mediante questo innovativo sistema e-learning è possibile espandere i servizi di una bibliomediateca locale permettendo agli utenti di acquisire sia conoscenze che competenze non solo sul progetto rosselliniano (un'enciclopedia della storia della civiltà occidentale collegata sia a un'enciclopedia degli incontri tra universi culturali, sia a un'enciclopedia dei sentimenti universali che governano le storie di ogni luogo e tempo, sia a un'enciclopedia dei principi di narrazione e messa in scena) ma anche su tutte le risorse documentali umanistiche ad esso correlabili grazie al lavoro che potrà essere sviluppato, negli anni, da ricercatori, studiosi e studenti locali adeguatamente sensibilizzati e formati attraverso il sistema stesso.

Eventi promozionali per la presentazione, l'inaugurazione e l'installazione di Laboratorio Rossellini:

- RETROSPETTIVA VIDEO "ROSSELLINI D.O.C.". Presentazione e proiezione di lungometraggi di Rossellini in versioni varianti a confronto, tra cui alcune autoriali più vicine alle intenzioni del regista e alcune che la Fondazione ha identificato e reperito, tra le versioni home-video e le copie restaurate nel mondo, a cui ha idealmente assegnato un marchio di edizione di qualità per la fruizione dell'opera di Rossellini.
- "ROBERTO ROSSELLINI, UN UMANISTA NEL SECOLO DEL CINEMA E DELLA TELEVISIONE". Proiezioni di materiali rari dagli archivi della Fondazione, accompagnati da testimonianze in video e interventi dal vivo di collaboratori, studiosi e familiari di Rossellini (tra cui Renzo Rossellini, Ingrid Rossellini, Claudio Bondì, padre Virgilio Fantuzzi, Carlo Lizzani, Ugo Gregoretti o altri).
- LA POLIENCICLOPEDIA ROSSELLINIANA: COME TRASFORMARE UN GIACIMENTO DI RISORSE DOCUMENTALI DIGITALI NEL SERVIZIO ELEARNING "LABORATORIO ROSSELLINI". Presentazione multimediale delle modalità di funzionamento del sistema ipermediale "Laboratorio Rossellini" come strumento adatto per la fruizione, lo studio e l'implementazione del sistema polienciclopedico rosselliniano.
J) PRIMO VOLUME DELLA COLLANA
"ROBERTO ROSSELLINI, GLI STUDI". L'INTEGRALE DEI TESTI SCRITTI O TRASCRITTI, EDITI, INEDITI O NON PIÙ EDITI DI ROBERTO ROSSELLINI.
Un progetto Istituto MetaCultura e Fondazione Roberto Rossellini.
Partner nell'attuazione: Editoria e Spettacolo, Archivio Immagine Cinema.
- Collana editoriale in nove volumi cartacei,
Primo volume "Le raccolte saggistiche"; presentazione prevista entro la fine del 2006 a Roma, presso la Mostra "Arte e Scienza dell'Umanesimo" e le "Giornate di studi rosselliniani".
In corso di realizzazione.
L'intero corpus dei pensieri sull'arte, sulla scienza e sulla didattica espressi dall'autore, così come la Fondazione lo ha ricostruito in anni di ricerche sino al momento della pubblicazione.
Dalle lettere ai saggi ai progetti non realizzati, la pubblicazione contribuisce a ricostruire la figura di un autore-studioso impegnato non solo a realizzare testi artistici ma anche a riflettere su di essi e sul modo in cui sono stati composti e sulle competenze «umanistiche» necessarie per idearli e realizzarli. Gli scritti di Rossellini restituiscono infatti al pubblico un intellettuale lucido e ironico capace di esprimere con parole semplici e chiare anche i più complessi concetti scientifici e di elaborare studi rigorosi anche sugli oggetti più familiari. In questo modo è possibile da un lato scoprire la vastità e la profondità delle ricerche e dell'opera dell'autore attraverso il punto di vista dell'autore stesso; al contempo è possibile confrontarsi con aspetti poco conosciuti della poliedrica personalità di un «artista-studioso» come Rossellini, capace di muoversi interdisciplinarmente tra arte e scienza e intermedialmente tra ogni forma espressiva e ogni mezzo di!
comunicazione.
K) PRIMO DVD NUMERO ZERO DELLA COLLANA
"ROBERTO ROSSELLINI, I PROGETTI": STRUMENTI E RISORSE DI STUDIO.
- Collana editoriale in in DVD-Video e DVD-Rom
KIT DIDATTICI COMPOSTI DA
- SEMINARI INTERDISCIPLINARI IN FORMA IPERMEDIALE SU CIASCUN PROGETTO FILMICO ROSSELLINIANO
- LE RELATIVE RISORSE DI ARCHIVIO (ROSSELLINI DOCUMENTATO)
- UN FILM INTEGRALE, IN DVD VIDEO, TRA I FILM DEL GRUPPO CONSIDERATO
Una raccolta, in DVD video e DVD-Rom, di tutte le risorse documentali e di tutti gli strumenti di studio necessari per esaminare interdisciplinarmente, da diversi punti di vista, ogni progetto filmico rosselliniano. Un nuovo tipo di sussidio interattivo per fruizione, studio e didattica, che riunisce insieme e fa interagire strumenti e oggetti di indagine. Un modo per incentivare una feconda interazione tra studio metodologico dei principi compositivi e studio delle loro applicazioni testuali. Una serie di «libri elettronici multimediali», a carattere eminentemente didattico, da distribuire su supporto dvd. Ogni ebook offre: da un lato un complesso seminario interdisciplinare in forma ipermediale su ciascun film di Rossellini considerato; dall'altro un ricco archivio di risorse documentali, sullo stesso film, per proseguirne la conoscenza e lo studio applicando gli insegnamenti metodologici acquisiti a una molteplicità di documenti disponibili da correlare e indagare. Il se!
minario collega infatti tra loro alcune parti delle risorse d'archivio e mostra come moltiplicare il valore informativo di ciascuna di esse attraverso correlazioni molteplici fondate su principi di composizione dei testi presi in esame e correlati. L'archivio di risorse consente invece di fruire i documenti rosselliniani anche integralmente una volta suscitato l'interesse per essi attraverso il seminario.



°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
www.mailextra.com - CENTINAIA DI NEWSLETTER GRATUITE!
LA NEWSLETTER IN EVIDENZA DI OGGI:
ONDALINE ADV CONTROL
Grazie alle news di Ondaline.adv riceverai nella tua casella e-mail offerte, promozioni e notizie sulle date dei casting organizzati in Italia da Ondaline e dai suoi partner!
Per iscriversi alla newsletter descritta clicca qui: http://www.mailextra.com/newsletter.asp?ID=5981
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
Per cancellarsi dal servizio di newsletter clicca qui:
http://www.mailextra.com/elimina.asp?ID=2113
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl