=C2=ABL’Ultimo Templare=C2=BB, il nuovo corto cinematografico scritto e diretto da Mike Filipponio.

Ho immaginato che la causa dellâ__incendio, avvenuto nella notte fra l'11 e il 12 aprile 1997 nella Cappella del Guarini, fosse il tentativo di furto della Sindone, che coincide con il trasferimento di Don Michel de Molay, il giovane e misterioso sacerdote appartenente ai Templari, il millenario Ordine segreto della Chiesaâ_¦mentre ad investigare sul â__casoâ__, se ne occupa Ada Neri, la giovanissima Commissario della Squadra Mobile torinese.

24/dic/2006 12.30.00 CASTING Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
«L’Ultimo Templare», il nuovo corto cinematografico scritto e diretto
da Mike Filipponio.

COMMENTO DEL REGISTA:
Nel corto si narrano due dei più affascinanti misteri della storia
universale, ossia i Templari e la Sacra Sindone. I primi, l’Ordine
cavalleresco più potente e misterioso della Cristianità; l’altra, la
reliquia più adorata e contesa dal mondo intero.
Ho immaginato che la causa dell’incendio, avvenuto nella notte fra
l'11 e il 12 aprile 1997 nella Cappella del Guarini, fosse il tentativo
di furto della Sindone, che coincide con il trasferimento di Don Michel
de Molay, il giovane e misterioso sacerdote appartenente ai Templari,
il millenario Ordine segreto della Chiesa…mentre ad investigare sul
“caso”, se ne occupa Ada Neri, la giovanissima Commissario della
Squadra Mobile torinese.
L’idea del soggetto è maturata leggendo vari articoli di giornale
relativi a scritte blasfeme e demoniache, danneggiamenti e furti di
oggetti sacri; dossier di riviste, che descrivono un’Europa “culla” di
Nuovi Movimenti Pagani e con la partecipazione ad un convegno di
criminologia, tra i cui relatori c’era Padre Moreno Fiori, criminologo
e socio benemerito dell’Associazione Nazionale della Polizia di Stato,
il quale ha relazionato sul tema: Le Sette Sataniche come aggregazioni
giovanili.
Pertanto, si è presentato davanti ai miei occhi uno scenario, vasto e
variegato, che mi ha fatto riflettere e domandare: che ruolo giocano la
arti occulte nella globalizzazione della nostra cultura contemporanea?
Noi uomini crediamo di più ai valori spirituali o materiali? E se la
Sacra Sindone dovesse sparire e cadere in mani ostili, quel qualcuno
che la possedesse, potrebbe cambiare il corso della storia?…
Da ciò nasce L’Ultimo Templare, che non è altro che una combinazione
di tre fattori: una bella idea, una valida sceneggiatura e un ottimo
cast d’interpreti. Quest’ultimo è così formato: partecipazione
straordinaria dell’autore, attore e regista teatrale Luigi Angiuli
(Padre Ivan Blanco), con i suoi cinquant’anni di carriera; Ida
Caracciolo (Commissario Ada Neri) al suo debutto cinematografico, ma
con una consolidata esperienza teatrale alle spalle; Francesco De
Bartolo (Don Michel), il quale è stato uno dei dodici Apostoli nel film
di Mel Gibson, La Passione di Cristo; Gianni Vezzoso (Signor De Feudis)
attore nella sit-com televisiva regionale Catene (Telenorba); Francesco
Zenzola (Ispettore Giordano) già interprete di numerosi cortometraggi;
senza dimenticare le Comparse (Anna Maria De Leonibus, Roberto Grande,
Mario Lampignano e Enzo Manzari) e la Troupe (Giuseppe Abate, Bart
Colucci ed Emilia De Frenza) che a vario titolo hanno partecipato ad
altri film, spettacoli teatrali e/o musical.
Con queste premesse, la mia regia si è mossa agilmente e questo
cortometraggio, proprio per i suoi contenuti ed i temi trattati, quanto
mai attuali, può costituire spunto per ampi dibattiti e riflessioni. A
tale scopo, ne verrà offerta la visione ad ogni ordine di scuola, dalle
medie alle Università, oltre che ai Centri ed Associazioni culturali.
Tuttavia non escludo la possibilità di partecipare ai più importanti
festival nazionali ed internazionali di settore.
“L’Ultimo Templare” è stato distribuito gratuitamente in 40 copie, tra
le città di: Adelfia, Bari, Bisceglie, Bitetto, Casamassima, Molfetta,
Roma, Terlizzi, Torino, Toronto (CANADA) e Valenzano.


IL REGISTA:
Mike Filipponio ( www.mikefilipponio.com ), attore, regista e
sceneggiatore è stato allievo del tre volte premio Oscar per gli
effetti speciali Carlo Rambaldi e del pluripremiato regista portoghese
Manoel de Oliveira.
Sin da bambino ha mostrato un talento innato nella recitazione,
misurandosi con le prime recite realizzate nella Parrocchia di paese.
Nel 1996 è stato chiamato dal direttore artistico del gruppo musicale
Costellazione 2000, per rivestire un duplice ruolo: ballerino e
scenografo. Nel frattempo, il Gruppo si mette in luce realizzando sei
concerti, in tre mesi, di musica rock (ispirandosi al gruppo Gen Rosso,
espressione del movimento ecclesiale dei Focolari), tra i quali
ricordiamo l’esibizione a Bari (collegamento esterno da Piazza C.
Battisti), in occasione della manifestazione Trenta ore per la vita
(Canale 5, Mediaset), condotta da Lorella Cuccarini e Marco Columbro.
La passione per il Cinema è maturata durante gli anni in cui ha
lavorato come Maschera, presso una multisala cinematografica americana.
Da regista ha realizzato i cortometraggi: “FRANCESCO: un Uomo, un
Santo” (2006), che racconta un episodio della vita di San Francesco d’
Assisi; “L’Ultimo Templare” (2006) e “Attenti a quei due” (2005), che
racconta di truffe a danno degli anziani.



Naviga e telefona senza limiti con Tiscali
Scopri le promozioni Tiscali adsl: navighi e telefoni senza canone Telecom

http://abbonati.tiscali.it/adsl/

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl