proiezioni e seminari gratuiti al museo di Roma in trastevere Piazza sant'Egidio 1

13/feb/2007 07.10.00 immaginicinema Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
Questa e-mail ti giunge perchè sei iscritto alla newsletter:
archivio immagini cinema
http://www.archivioimmaginicinema.com
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
PERDERE PESO? CONTROLLA IL TUO PESO IN MODO SEMPLICE. FACILE COME CONTARE FINO A TRE! PER INFORMAZIONI CLICCA QUI: http://www.mailextra.com/link.asp?ID=32
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
La Fondazione Roberto Rossellini per lo sviluppo del pensiero enciclopedico e i suoi partner nella realizzazione dell'iniziativa "Roberto Rossellini Arte e scienza dell'umanesimo" invitano a seguire gratuitamente nell'ambito dell'iniziativa:
- la retrospettiva tematica dei film di Rossellini
- gli incontri seminariali sulle ricerche e i progetti di Rossellini
Si ricorda inoltre che il costo del biglietto di ingresso alla mostra (sono previste diverse riduzioni) comprende l'accesso a:
- la mostra fotografica
- i sentieri multimediali
- lo studio di un umanista
- la videogalleria di protagonisti della tradizione umanistica
- la sala delle invenzioni rosselliniane

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

PROGRAMMA DELLE PROIEZIONI
MARTEDI' 12 FEBBRAIO

ore 10,15 Francesco Giullare di Dio
ore 12,00 Giovanna d'arco al rogo
ore 15,00 Francesco Giullare di Dio
ore 16,30 Giovanna d'arco al rogo
ore 18,00 Francesco Giullare di Dio

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

ROBERTO ROSSELLINI. ARTE E SCIENZA DELL'UMANESIMO
PROGRAMMA GENERALE

_LA RETROSPETTIVA TEMATICA

Un ciclo di proiezioni dedicato alle storie dei protagonisti della tradizione umanistica raccontate da Rossellini (Francesco giullare di Dio, Giovanna d'Arco al rogo, L'età di Cosimo de' Medici, L'esilio di Cosimo, Il potere di Cosimo, Leon Battista Alberti, Blaise Pascal, Cartesius, e altri...), dal 13 febbraio nella sala multimediale del museo, tutti i martedì.

Programma:

Prima giornata - 13 Febbraio
- Francesco giullare di Dio, (10,15 - 15,00 - 18)
- Giovanna d'Arco al rogo (12,00 - 16,30)

Seconda giornata - 20 Febbraio
- L'eta' di Cosimo de' Medici (tre episodi)

Terza giornata - 27 Febbraio
- Blaise Pascal,
- Cartesius

Quarta giornata - 6 Marzo
- estratti da L'eta' del Ferro,
- estratti da La lotta dell'uomo per la sua sopravvivenza,
- La presa del potere da parte di Luigi XIV

Quinta giornata - 13 Marzo
- Socrate,
- Agostino d'Ippona

Sesta giornata - 20 Marzo
- Il Messia,
- Gli atti degli apostoli

Orari delle proiezioni 10,30-14,30 / 15,00-19,30.
Repliche al sabato e alla domenica negli stessi orari

ACCESSO GRATUITO
_
I SEMINARI DI STUDIO INTERDISCIPLINARE SUI TEMI DELLA MOSTRA
Le potenzialità formative dei progetti di Roberto Rossellini presentati in questa iniziativa verranno sviluppate in alcuni incontri seminariali tenuti dai curatori insieme ad eminenti personalità dell'ambiente universitario, scientifico e artistico, italiano e internazionale.

Ciascun tema, presentato attraverso la mostra fotografica e i sentieri esplorativi multimediali, sarà oggetto di lezioni spettacolo supportate sia da estratti audiovisivi dall'opera di Rossellini sia da programmi e documenti sull'opera di Rossellini.

Questo ciclo di incontri è organizzato in collaborazione con le Biblioteche di Roma anche per promuovere la fruizione degli innumerevoli testi letterari e audiovisivi che hanno composto la biblioteca ideale su cui si è formato e intorno a cui ha lavorato un umanista contemporaneo come Roberto Rossellini.

In ognuno degli incontri, in relazione al tema trattato, verrà presentata ai partecipanti, in anteprima, una parte dell'innovativo sistema polienciclopedico per lo studio della tradizione umanistica ideato da Roberto Rossellini e sviluppato dall'Istituto Metacultura in forma ipermediale.

Dal primo marzo ogni giovedì dalle 16 alle 19,30

1 Marzo 16 - 19,30
- Rileggere e riscrivere i Classici: come rappresentare e insieme continuare la tradizione di ricerca umanistica
Partecipa Maurizio Caminito, direttore del sistema Biblioteche del Comune di Roma

8 Marzo 16 - 19,30
- L'ingegno polivalente: la multicompetenza dell'artista-scienziato umanista
Partecipa Claudio Bondì aiuto regista di Roberto Rossellini e curatore di un programma televisivo dedicato al progetto inedito rosselliniano su "La scienza"

15 Marzo 16 - 19,30
- Scrittura narrativa e scrittura scientifica. Forme e modelli dell'organizzazione enciclopedica del sapere attraverso la tradizione umanistica
Partecipa l'antropologo Alberto Mario Cirese

22 Marzo 16 - 19,30
- La firma dell'autore: il concorso dei collaboratori alla definizione dell'identita' autoriale
Partecipano l'architetto Roberto Pirzio Biroli e Arturo Calzona (per la Fondazione Leon Battista Alberti)

ACCESSO GRATUITO

_LA MOSTRA FOTOGRAFICA

A complemento della sezione multimediale, viene presentata per la prima volta al pubblico la più grande Mostra fotografica sulla sperimentazione audiovisiva enciclopedica di Roberto Rossellini.

La mostra raccoglie i lavori del fotografo Gianni Assenza da L'età del ferro a Il Messia e propone un vero e proprio viaggio nel tempo attraverso le scoperte e le invenzioni, i laboratori di ricerca e le storie leggendarie dei protagonisti della tradizione umanistica classica; tutti quegli oggetti, cioè, che hanno costituito la materia privilegiata, di studio e di rappresentazione, dell'opera e della ricerca rosselliniana.

Si tratta della piu' grande esposizione di foto di scena e di set sul lavoro cinematografico di Rossellini.

Essa costituisce inoltre un'occasione unica per scoprire una parte rilevante della produzione rosselliniana, meno nota al grande pubblico e tuttavia più cara all'autore stesso.

Il materiale esposto rappresenta anche una rilettura dei temi della tradizione umanistica lontana da quelle interpretazioni riduttive e divulgative che promettono un facile avvicinamento ai testi e sostituiscono l'illusione della conoscenza al desiderio stesso di continuare a conoscere.

Attraverso queste immagini, viceversa, il pubblico è invitato ad appassionarsi ai modelli narrativi e iconografici della classicità fonte d'ispirazione insostituibile per ogni grande autore.

Infine la mostra costituisce un'opportunità per osservare da vicino Roberto Rossellini al lavoro sui set dei suoi film, insieme ai collaboratori e alle prese con le invenzioni tecnologiche e le soluzioni espressive che hanno caratterizzato il suo cinema.

Se la mostra è dedicata a Roberto Rossellini, essa costituisce anche indirettamente un omaggio al fotografo che ha saputo interpretare per oltre un decennio il pensiero più maturo di Rossellini sul cinema, inteso come strumento di conoscenza, formazione e narrazione multimediale.

Le foto di Gianni Assenza infatti possono anche essere considerate come applicazioni rigorose e riuscite dell'idea rosselliniana di coniugare la scrittura narrativa e quella saggistica, il documento e l'invenzione, rendendo coinvolgenti le immagini documentarie, e scientifiche persino quelle totalmente immaginarie.

ACCESSO COMPRESO NEL BIGLIETTO DI INGRESSO



_I SENTIERI ESPLORATIVI DELLA SEZIONE MULTIMEDIALE

La sezione multimediale dell'iniziativa si compone di otto «sentieri esplorativi», che permettono di confrontare il punto di vista di Rossellini e quello dei suoi interlocutori intorno ai medesimi temi.

I sentieri in sintesi:

Rileggere e riscrivere i Classici.
Il primo sentiero esplorativo aiuta a immaginare la biblioteca ideale di Rossellini, e invita a viaggiare dalla biblioteca di un umanista classico a quella di un neo-umanista, ricreando un dialogo a distanza tra testi classici e testi di autori e studiosi contemporanei che hanno assunto i primi come modelli ispiratori.

L'ingegno polivalente.
Il secondo sentiero esplorativo propone un viaggio tra le multi-competenze che compongono il bagaglio interdisciplinare ideale di un intellettuale umanista, autore e studioso, esperto di arti, scienze e tecnologie, capace di padroneggiare diversi campi del sapere e di coglierne e sfruttarne le interrelazioni.

La firma dell'autore.
Il terzo sentiero esplorativo propone un viaggio nel tempo, dalle botteghe medioevali e rinascimentali alle factory contemporanee degli autori di testi audiovisivi e multimediali per comprendere il valore del lavoro di gruppo che si cela dietro il nome di un singolo autore.

Inventare per ricercare.
Il quarto sentiero rappresenta un viaggio tra le «macchine» ideate da Rossellini e gli antecedenti tecnologici ideati dai grandi umanisti per condurre le loro ricerche e sviluppare i loro progetti.

Educare all'arte, educare con l'arte.
Percorrere il quinto sentiero equivale a intraprendere un viaggio dai cenacoli greci alle aule delle università seicentesche fino ai progetti di spettacoli didattici di Brecht e Rossellini; un viaggio per scoprire come un testo classico possa favorire l'apprendimento tanto di nuove conoscenze quanto di nuove competenze.

L'organizzazione enciclopedica della conoscenza.
Il sesto sentiero consente di compiere un viaggio tra i musei e le opere di sistematizzazione enciclopedica delle conoscenze, dalle prime raccolte museali alle tavole dell'Encyclopedie, dal progetto di polienciclopedia multimediale rosselliniana alle potenzialità iper-enciclopediche della rete internet.

La tradizione del racconto filosofico.
Il settimo sentiero invita ad un viaggio tra sacre rappresentazioni, parabole, racconti filosofici e film-saggi per capire come rappresentare in forma narrativa dialogica anche le più complesse teorie scientifiche.

La Natura ispiratrice.
L'ultimo sentiero propone un viaggio tra le ricerche e i progetti dei grandi umanisti che, da studi scientifici intorno alla complessità strutturale degli organismi biologici, hanno saputo trarre ispirazione per rappresentare la molteplicità della natura umana.

ACCESSO COMPRESO NEL BIGLIETTO DI INGRESSO


_
LO STUDIO DI UN UMANISTA
Questo ambiente ricostruisce il luogo di incontro ideale tra gli umanisti del passato e quelli del presente. Qui è possibile immaginare che personaggi come Leon Battista Alberti, Cusano, Cartesio, Pascal, Galileo, Rabelais e lo stesso Rossellini possano ritrovarsi per discorrere di arte e di scienza. Un luogo di incontro virtuale, fuori del tempo e dello spazio, che possa accogliere tanto gli umanisti veri e propri del XV secolo - quelli del tempo di Cosimo de' Medici - quanto gli altri studiosi dei secoli successivi che, sotto altri denominazioni, hanno portato avanti le stesse idee di un sapere armonico e globale e della diffusione della conoscenza come mezzo per raggiungere la felicità del singolo e il miglioramento della società.
Qui i protagonisti dell'Umanesimo sembrano ritornare per incontrarsi e confrontarsi. Essi si trasformano da oggetti di discorso dei film di Rossellini a suoi interlocutori, giunti in questa stanza per riunirsi in un simposio ideale.
Nelle teche sono esposti i libri della biblioteca di Rossellini che, come tutti gli umanisti che ha amato e di cui ha raccontato le storie, si appassionava di tutti gli argomenti e tutti voleva approfondirli.
Pur essendo un regista nella sua libreria non troviamo esclusivamente libri di cinema ma soprattutto libri di storia, filosofia, sociologia, arte ma anche biologia, matematica, astronomia.
Allo stesso modo nella stanza sono idealmente presenti sia gli strumenti per la ricerca scientifica (alambicchi, strumenti di misurazione astronomica) che gli strumenti per la realizzazione di opere artistiche. Strumenti utilizzati dagli umanisti con la medesima competenza dal momento che la scienza è necessaria per la realizzazione dell'arte e l'arte è necessaria per la sintesi e la diffusione della conoscenza.
ACCESSO COMPRESO NEL BIGLIETTO DI INGRESSO


_VIDEOGALLERIA DI PROTAGONISTI DELLA TRADIZIONE UMANISTICA
Questo video, preparato apposta per l'iniziativa, raccoglie i ritratti di grandi umanisti che Rossellini ha realizzato all'interno dei suoi film. Una galleria di artisti e scienziati, studiosi e narratori, che si presentano al pubblico attraverso gesti significativi e dialoghi esemplari. Socrate, Agostino, San Benedetto, Brunelleschi, Alberti, Rossellino, Gutenberg, Tartaglia, Paracelso, Rabelais, Harvey, Cartesio, Pascal, Lavoisier, Jean Nollet, Franklin, Stevenson, Watt, Galvani, Volta, Cook, Pasteur, Marconi, ognuno di questi personaggi diventa sotto un certo aspetto alterego di Rossellini nel manifestare idee condivise e sviluppate dallo stesso Rossellini. Una serie di ritratti ma anche un filo rosso che attraversa il tempo e lo spazio e crea le premesse per le ricerche e i progetti dell'autore che ha voluto dedicare il suo lavoro a tenere viva la tradizione umanistica.
ACCESSO COMPRESO NEL BIGLIETTO DI INGRESSO



_SALA DELLE INVENZIONI ROSSELLINIANE
In questo ambiente vengono ricostruiti con foto, bozzetti, tavole esplicative e modellini i progetti tecnologici elaborati da Roberto Rossellini: quelle invenzioni che nascevano dal bisogno di inventare strumenti più adatti al proprio mestiere, non esauribile nelle competenze di cineasta. Rossellini come Leonardo Da Vinci, Galileo Galilei, Leon Battista Alberti adatta le tecnologie esistenti ai suoi progetti, considerati utopistici dai suoi contemporanei, rivolti da un lato al passato della tradizione umanistica, dall'altro al futuro delle nuove tecnologie. Tra questi strumenti un videolettore domestico antesignano del videoregistratore VHS, per portare il cinema in casa e consentire di studiare il cinema più da vicino. Ma soprattutto tra i progetti esposti, sotto forma di riproduzione funzionante in scala, il trucco ottico degli specchi, di origine rinascimentale, con cui Rossellini riusciva a far muovere i suoi personaggi in uno scenario virtuale storico e insieme artistic!
o, proiettando immagini pittoriche dalla storia dell'arte sui fondali reali in cui si muovevano i personaggi, e ottenendo così, già in fase di produzione (senza cioè richiedere alcun intervento aggiuntivo di effetti speciali in postproduzione) un effetto visivo ottico analogico antesignano del fotoritocco digitale.
ACCESSO COMPRESO NEL BIGLIETTO DI INGRESSO



PRESENTAZIONE DELL'INIZIATIVA "Roberto Rossellini Arte e Scienza dell'Umanesimo"
Questo evento composito, nato nell'ambito delle celebrazioni del Centenario della nascita di Roberto Rossellini, e' stato pensato per promuovere la conoscenza di aspetti tanto importanti quanto ancora poco conosciuti delle ricerche e dell'opera del grande autore e studioso italiano.
A cento anni dalla sua nascita, infatti, Rossellini e' noto al grande pubblico quasi esclusivamente per la cosiddetta "trilogia della guerra" (Roma citta' aperta, Paisa', Germania anno zero). Rimane invece per lo piu' sconosciuto il suo progetto enciclopedico per rappresentare, attraverso il racconto audiovisivo e multimediale, le interrelazioni tra le ricerche dei protagonisti della tradizione umanistica del passato e del presente.
Assumendo tali premesse si e' cercato di spostare l'attenzione sul legame di continuita' tra il lavoro svolto dai maestri dell'umanesimo classico e quello svolto da Roberto Rossellini per mantenere vivo - attraverso lo studio interdisciplinare e la continua riorganizzazione enciclopedica delle conoscenze - il dialogo tra la ricerca scientifica, la ricerca artistica e la ricerca tecnologica fino al secolo del cinema e dei nuovi media.
L'iniziativa si configura quindi come un viaggio ideale tra l'opera di Rossellini e quella dei grandi umanisti suoi maestri e ispiratori; un viaggio che si articola in diverse parti tra loro complementari:

I. una serie di sentieri multimediali per inseguire le correlazioni tra le ricerche di Roberto Rossellini e quelle dei maestri della tradizione umanistica classica,
II. una mostra del fotografo di scena Gianni Assenza, che ha seguito Rossellini per gran parte del suo lungo viaggio attraverso la tradizione umanistica,
III. una retrospettiva tematica dedicata alle storie leggendarie dei protagonisti della tradizione umanistica raccontate da Roberto Rossellini,
IV. un ciclo di incontri seminariali sui temi della tradizione umanistica cari a Rossellini,
V. un ambiente di studio interdisciplinare in cui si raccolgono e si integrano progetti di umanisti del presente e del passato accompagnati da presentazioni audiovisive e letterarie di Roberto Rossellini.

Per raggiungere questo scopo, attraverso le diverse sezioni del progetto, vengono accostati tra loro documenti letterari, visivi e audiovisivi che rappresentano:

- il punto di vista di Rossellini: i suoi pensieri espressi direttamente in ogni forma mediale (saggi, interviste, annotazioni a libri, presentazioni televisive in saggi e interviste),
- il punto di vista degli umanisti classici: i pensieri direttamente espressi dagli autori e studiosi umanisti del passato e del presente interlocutori di Roberto Rossellini; tali pensieri sono manifestati attraverso i loro progetti, saggi, disegni, bozzetti, nelle loro opere, per lo piu' letterarie, e nell'iconografia che le accompagna,
- il punto di vista dei personaggi creati da Rossellini per rappresentare una sintesi tra il suo pensiero e quello degli autori classici suoi interlocutori indiretti; tali affinita' sono espresse attraverso clip dai film, estratti da sceneggiature, foto di scena e di set..

L'impianto interdisciplinare del progetto e' strettamente legato all'obiettivo di rappresentare il dialogo virtuale tra Roberto Rossellini, neoumanista multimediale, e i maestri della tradizione umanistica classica; quegli artisti, scienziati ed enciclopedisti di cui Rossellini, con la sua opera, ha voluto sia diffondere sia continuare le ricerche.

La struttura dell'evento e' quella di un labirinto conoscitivo che esplicita i legami tra le riflessioni di Rossellini e quelle dei suoi interlocutori 'storici ' sulla scienza, sull'arte e sulla didattica.
Una delle finalita' dell'evento e' quella di ricreare un ambiente di studio umanistico (tra ricerca e progettazione, tra arte e scienza, tra didattica e spettacolo) che per alcuni aspetti e' contestualizzato nel Rinascimento di Leon Battista Alberti e per altri nella contemporaneita' di Rossellini. In tale ambiente si vuole introdurre lo spettatore, allo stesso tempo, sia nel laboratorio di un umanista classico ideale, come Pascal, Cartesio, Agostino di Ippona, sia nel laboratorio di Rossellini stesso considerato come artista intermediale e come studioso interdisciplinare.

I fili che uniscono questi universi cronologicamente distanti tra loro sono i temi di ricerca artistica, scientifica e didattica che attraversano il tempo, le epoche, le discipline e che collegano il lavoro dei grandi umanisti a quello di un autore polivalente come Rossellini, che vuole esserne il continuatore, oltre che il cantore nel nostro tempo.

Lo stile e' quello dell'accostamento ragionato e del collage multimediale tra documenti di diversa provenienza e tipologia. Sul piano visivo si vuole riprodurre la bacheca di appunti e studi preparatori di uno studioso umanista che sviluppa contemporaneamente piu' ricerche e progetti all'interno della sua opera.

L'ambiente si compone sia di documenti relativi alle ricerche, agli studi e alle letture di Roberto Rossellini (lettere, rubriche di appunti, biblioteca annotata), sia di documenti relativi alla progettazione e realizzazione dei suoi film (foto di scena, foto di set, foto promozionali, sceneggiature, copioni, soggetti, note di regia, bozzetti) sia, infine, di documenti testuali, esempi tratti dalla sua opera (immagini, filmati, musiche) che acquistano informativita' ancora maggiore nel momento in cui vengono accostati, in base a criteri metodologici, a quelli di altri autori e studiosi.

Il legame profondo tra la ricerca rosselliniana e quella dei maestri delle arti classiche viene rappresentato attraverso accostamenti visivi che esplicitano i criteri di correlazione tra le soluzioni espressive e narrative elaborate da Rossellini e quelle elaborate dai suoi interlocutori reali e ideali, diretti e indiretti; un legame non sempre immediatamente percepibile nella fruizione continua e lineare dei testi rosselliniani. Per questo vengono isolate e collegate parti di progetti di Rossellini e parti di progetti dei suoi interlocutori, evidenziando come, al di la' delle distanze di spazio e di tempo, i testi risultino molto vicini nei modi in cui sono composti e nelle idee che esprimono.

Manoscritti, lettere, rubriche, libri annotati, foto di scena, foto di set, foto promozionali, locandine, sceneggiature, copioni, soggetti, note di regia, bozzetti, immagini e filmati di Rossellini acquistano in questo contesto un valore formativo oltre che informativo nel momento in cui vengono correlati, in base ai medesimi principi di narrazione, ai documenti degli autori e studiosi, artisti, scienziati ed enciclopedisti di cui Rossellini, con la sua opera, ha voluto sia diffondere sia continuare le ricerche.

In questa prospettiva l'iniziativa va dunque considerata per le potenzialita', insieme formative e informative, che mette a disposizione di un pubblico interessato alla totalita' dell'opera e della ricerca rosselliniana.

La specificita' di questo progetto risiede dunque non solo nella ricchezza e varieta' dei materiali che presenta al pubblico, ma anche, o forse soprattutto, nella pluralita' di correlazioni che propone, tra i documenti rosselliniani e quelli di altri autori, del passato e del presente, per viaggiare nel tempo e nello spazio e per esplorare quell'universo di insegnamenti classici che Rossellini ha ereditato e sviluppato con la sua opera.


°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
www.mailextra.com - CENTINAIA DI NEWSLETTER GRATUITE!
LA NEWSLETTER IN EVIDENZA DI OGGI:
FRATELLIDITALIA
Benvenuti nella newsletter ufficiale dei FRATELLI D'ITALIA. Ascoltaci su Radio Arancia Network alle 7:30 e alle 18:00 !

Per iscriversi alla newsletter descritta clicca qui: http://www.mailextra.com/newsletter.asp?ID=10968
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
Per cancellarsi dal servizio di newsletter clicca qui:
http://www.mailextra.com/elimina.asp?ID=2113
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl