In morte di Sandro Simeoni

19/apr/2007 17.20.00 archivio immagini cinema Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
In morte di Sandro Simeoni
Avevo deciso di non scrivere della morte del nostro vecchio amico Sandro Simeoni sperando che qualcuno lo  lo ricordasse: ne una riga ,ne un articolo io non ne volevo scrivere ,quasi come se una morte non rilevata non fosse avvenuta.Speravo proprio di incontrarlo in quel bar della Balduina dove avevamo preso un caffè assieme appena tre mesi fa ,di incontrarlo solo perché della sua morte non se ne è accorto proprio nessuno.

Un mese fa circa  mi ha telefonato un vecchio amico  antiquario entusiasta per aver ritrovato un fondo importante di bozzetti di cinema. Non si trova più niente di originale da anni e allora io sono corso. Appena rovistati i primi manifesti mi sono accorto che erano quelli che conoscevo a casa di Sandro. Cosi ho scoperto della sua morte .Sua figlia si è sbrigata a liberare la sua casa ,si disfatta velocemente di quei materiali che hanno fatto la storia del cinema Romano.
Sandro ha disegnato le locandine di tutto il cinema migliore ,la produzione gli passava le foto e lui disegnava ,dalla Dolce Vita a Accattone ,da Profondo Rosso ad altre centinaia di immagini storiche e impossibili senza la concreta fantasia di Sandro:il tratto e i colori più inconfondibili e copiati del cinema italiano,riconoscerei una locandina di Sandro tra migliaia e un falso  ,e una imitazione che sono tante
Stavamo girando un documentario  con Franco Alvino e eravamo da poco stati a casa sua a intervistarlo,dopo averlo presentato a nostri  giovani amici .E avevamo riso assieme per le tante foto che  dopo averle avute in anteprima dalle produzioni per prendere spunto per disegnare la locandina  aveva passato a me .
E quando non trovava il bozzetto di Storie scellerate e io lo ritrovai da un rigattiere di San Giovanni :e lui che lo rivoleva per forza:conservo quel prezioso pezzo di cartone come un cimelio il pezzo più importante per me tra tutto l'archivio immagini cinema.
Ma ogni nostra immagine ha ormai la sua storia .
In memoriali Sandro Simeoni  pittore di cinema  dedicherò un giorno una sala del museo del cinema di Roma con tutte le sue locandine da noi raccolte  ma non basterà una stanza ci vorrebbe un intero cinema.
Non so se arriverà prima il fiume o il museo o uno dei nostri figli venderà tutto ad un rigattiere fortunato quanto incoscente .Ci sarebbe da sbrigarci maal giorno d'oggi c'è chi vuole dimenticare tutto e non solo i morti
Grazie Sandro per tante immagini che senza di te non avrebbero mai avuto vita .
Lo so che non puoi perdonare quel  cinema senza qualità ne storia che dimenticandosi di te vorrebbe dimenticare il suo passato e con quello  ogni tipo di impegno e laboriosità.
E se oggi le locandine si fanno con il computer e il cinema èspesso un videogioco fatto con le facce degli attori più uguali ed inespressivi per ritrovare sensazioni e sentimenti non resta che rispolverare la tua immagine con le mani in tasca  di Accattone
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl