L'estate di mio fratello di Pietro Reggiani

29/apr/2007 20.49.00 immaginicinema Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
Questa e-mail ti giunge perchè sei iscritto alla newsletter:
archivio immagini cinema
http://www.archivioimmaginicinema.com
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
PERDERE PESO? CONTROLLA IL TUO PESO IN MODO SEMPLICE. FACILE COME CONTARE FINO A TRE! PER INFORMAZIONI CLICCA QUI: http://www.mailextra.com/link.asp?ID=32
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
dal Santa marinella film festival
Siamo lieti della distribuzione nelle sale de
L'estate di mio fratello
di Pietro Reggiani
premio del pubblico al
Santa marinella film festival 2006
e successivamente presentato al festival
Autunno sull'Amur a Blagoviescensk
con il quale il festival italiano è gemellato
L'ESTATE DI MIO FRATELLO dal 4 al 10 maggio al Cinema Centrale
Care amiche e cari amici selfisti, ci siamo!!!
Il film esce, finalmente, venerdì 4 maggio a Roma, Milano e Torino, venerdì
11 maggio a Firenze , giovedì 17 maggio a Padova e sabato 26 maggio a Bologna.
E' un traguardo, ma è anche un inizio. E' adesso che dobbiamo riuscire a far decollare il passaparola, che dobbiamo mandare la gente a vedere il film per
convincere gli esercenti a tenerlo per più settimane e per indurre i media a occuparsi della nostra iniziativa e di quel che può rappresentare per il cinema italiano: quindi la prevendita continua, a maggior ragione adesso che abbiamo finalmente una data certa, e soprattutto dite a tutti delle nostre uscite!

Di seguito, per ogni città, l'indicazione delle sale, dei giorni di programmazione e una serie di suggerimenti per chi vuole continuare a sostenere attivamente l'iniziativa!

TORINO. Il film esce al cinema Centrale, via Carlo Alberto, 27 (tel.011-540110). E' un'ottima sala, centrale come dice il nome, e i biglietti saranno validi da venerdì 4 maggio a giovedì 10 maggio. Il gestore ci
garantisce una prima settimana di programmazione, le altre ce la dobbiamo conquistare sul campo, andando tutti al cinema e portando gli amici e alimentando il passaparola. Sarebbe davvero importante poter avere altre settimane di programmazione a Torino! Se poi qualche vostro amico fosse di fuori città, il
film sarà proiettato a Piossasco negli stessi giorni (ma occorre telefonare per le proiezioni esatte al cinema Il Molino, via Riva Po, 9 -
011-19821168 �
ricordate che i biglietti sono però validi solo per il Centrale!).

ROMA. Il film esce al cinema Politecnico Fandango, via Giovan Battista Tiepolo, 13/a (tel. 06-3227559) � il cinema è in zona Flaminio, prendendo viale del Vignola dal lungotevere Flaminio (per intenderci, prendendo il
viale dal Teatro Olimpico) via Tiepolo rimane l'ultima a destra. Per quanto sia ottimamente
equipaggiata, si tratta di una sala piccola (84 posti), e quindi abbiamo concordato che i biglietti siano validi per due settimane, ovvero da venerdì 4 maggio a giovedì 17 maggio e che ci siano quattro spettacoli 'serali'
[18.10, 19.40, 21.10, 22.40]. Questo ci dovrebbe permettere di chiamare tutti
gli amici a raccolta senza rischiare di non entrare in sala anche se una sala esaurita è pur sempre una notizia per la stampa… In effetti, se il cinema fosse quasi sempre pieno potremmo prolungare la validità dei biglietti di
una settimana ma soprattutto ci sarebbero ottime possibilità di uscire anche in un'altra sala: sarebbe un segnale davvero importante! [nota: il cinema
chiude tradizionalmente
il lunedì, ma lunedì 7 maggio sarà aperto]

MILANO. Il film esce al cinema Mexico, via Savona, 57 (tel. 02-48951802). E'
una ottima sala, in zona Navigli, e i biglietti saranno validi da venerdì 4
maggio a mercoledì 9 maggio (il giovedì il cinema proietta tradizionalmente
film in lingua originale). Il gestore ci concede una prima settimana di
programmazione,
ma se il primo fine settimana sarà positivo è disposto a concedere al film
una seconda settimana di programmazione: quindi è molto importante andare al
cinema, andarci con gli amici e andarci subito, nel fine settimana!
Naturalmente, sarà anche importantissimo far decollare il passaparola, in
modo che anche nella
seconda settimana e nelle successive la sala si possa riempire.

FIRENZE. Il film esce al cinema SpazioUno, via del Sole, 10 (tel.
055-284642)
E' una storica sala d'essai nel centro di Firenze, e i biglietti saranno
validi da venerdì 11 maggio a giovedì 16 maggio. Per quel periodo dovrebbero
già essere uscite un po' tutte le recensioni sui quotidiani nazionali, però
è
chiaro che
per convincere il gestore a concedere altre settimane di programmazione ci
dobbiamo mettere di impegno, andando al cinema, portando gli amici e
innescando il passaparola. E continuando, in queste settimane che ci
separano
dall'uscita, l'importantissima prevendita!

PADOVA. Il film esce al Fronte del Porto Cineclub, presso la Multisala
Astra,
via Santa Maria Assunta, 20 ( tel.049-8718617). E' una sala in zona Guizza,
ottimamente attrezzata, e i biglietti saranno validi per tutte le
proiezioni,
che avverranno nei giorni di giovedì 17, venerdì 18 maggio, martedì 22 e
giovedì
24 maggio . La prevendita naturalmente continua, e se al cinema noi e i
nostri amici saremo numerosi il gestore, che pure ha un calendario
prestabilito di proiezioni, è disposto ad aggiungere nuove date!

BOLOGNA. Il film esce al cinema Lumière, via Azzo Gardino, 65 (tel.
051-2195311). E' la storica sala d'essai bolognese, nella sua sede
rinnovata,
e i biglietti saranno validi da sabato 26 maggio a venerdì 1 giugno . Ci
saranno proiezioni quotidiane, ma gli orari esatti sono in via di
definizione
e li comunicheremo in una newsletter specifica entro i primi di maggio. E'
importantissimo proseguire la prevendita, visto che manca ancora un mese e
finalmente disponiamo di una data certa. Infine, anche se una eventuale
seconda settimana di programmazione non potrebbe essere al Lumière (che ha
già una programmazione stabilita mese per mese), se affolleremo le
proiezioni, portando con noi gli amici, altre sale bolognesi con cui siamo
in
contatto sono interessate a offrire al film una prosecuzione in prima
visione.
Proviamoci!

Nota: il film uscirà anche, tra metà maggio e metà giugno, a Cagliari,
Palermo, Trento, Verona, Como, Ferrara, Pordenone, Roccella Jonica e molte
altre città… per maggiori dettagli consultate il sito www.selfcinema.it o
aspettate la
prossima newsletter!

Per qualsiasi chiarimento, ci potete contattare a info@selfcinema.it . Chi
di
voi è in possesso di blocchetti di biglietti, sarà contattato nei prossimi
giorni. A presto!

SelfCinema


L'ESTATE DI MIO FRATELLO
SelfCinema e Nuvola film
presentano
L'ESTATE DI MIO FRATELLO
un film di Pietro Reggiani
(82 minuti, 35mm, colore, dolby Digital, Italia 2006)
prodotto da Antonio Ciano e Pietro Reggiani per Nuvola Film
Tribeca Film Festival 2005 (New York)
menzione speciale della giuria
Festival du Monde di Montreal 2005
menzione speciale tra le opere prime
Bergamo Film Meeting 2005
miglior film
Sulmona Cinema Film Festival 2005
miglior attore protagonista
Zion International Film Festival 2005 (Utah, U.S.A.)
premio del pubblico
Principali Selezioni Internazionali :
Shanghai International Film Festival, Festival Internazionale delle Fiandre, Tiburon International Film Festival (San Francisco) , Festival Internazionale di Stoccolma, NatFilmFest Copenhagen
La storia.
Verona, 1970. Sergio ha nove anni ed è figlio unico. Timido e solitario, passa il tempo immerso nelle sue fantasie, e ha deciso di ignorare il fatto che il matrimonio dei suoi genitori si sta lentamente deteriorando. Durante una burrascosa estate trascorsa in campagna, mentre Sergio tenta di divertirsi riempiendo di fantasie le solitarie colline veronesi, i suoi genitori affrontano una gravidanza imprevista - e, dopo dolorose esitazioni, decidono di tenere il bambino. Quando Sergio viene a sapere della possibilità di un fratellino, comincia a immaginare come potrebbe cambiare la sua vita con il nuovo venuto. Il suo fratellino immaginario diventa con il passare dei giorni sempre più ingombrante, e alla fine Sergio decide di condannarlo a morte. Ma subito dopo sua madre ha un aborto, e Sergio si trova a combattere con uno spaventoso senso di colpa. Cosa gli rimarrà di quell'estate con suo fratello?
Hanno detto del film.
Un film diverso da tutti. (...) Il bambino è diretto benissimo, lo stile oscilla tra realtà e immaginazione, sentimenti e ironia in modo molto riuscito. (Lietta Tornabuoni, La Stampa)
Senza presunzione, ma con sorprendente efficacia, questo particolarissimo film italiano, nel raccontare di un figlio unico di nove anni alle prese con la prospettiva di avere un fratellino, offre dell'immaginario dei bambini un ritratto davvero diretto e immediato. Il debuttante regista Pietro Reggiani ha messo in scena una storia semplice in maniera disarmante eppure complessa, in cui la fantasia partecipa dello stesso immediato, spassionato trattamento riservato alla realtà. La comicità sottile richiede di essere maneggiata con attenzione, ma la freschezza di questa escursione nel mondo interiore di un novenne potrebbe rivelarsi sorprendentemente gratificante per il pubblico del cinema d'autore. (Ronnie Scheib, Variety)
Da un inizio scandito da rapidi flash comici si passa a ritmi più lenti e pensosi, adatti a scavare nelle inquietudini del piccolo protagonista (uno straordinario Davide Veronese), senza mai perdere, però, un tocco leggero e quasi incantato. Se Bazin sosteneva che l'essenza del cinema è l'umana, incoercibile istanza di fermare la corsa del tempo, il tentativo di imprigionarlo nei fotogrammi e nella loro ripetitività , Reggiani ci costringe a pensare che il tempo si prende, beffardamente, le sue rivincite: Sergio e suo fratello ci appaiono nel finale trasformati in adolescenti, gli stessi ragazzi cresciuti dopo e fuori dal film, eppure, chissà, anche un po' dentro e magari grazie a questa storia. (Maria Carla Zarro, Web Magazine)
Un piccolo film "L'estate di mio fratello", delicato e dai toni soffusi, diretto da Pietro Reggiani con sorridente humour. (Roberta Folatti, Il mondo in pellicola)
Delicato e intimista, "L'Estate di mio fratello" è un film piccolo e inconsueto come il suo protagonista. (Alessia Spagnoli, Close-up)
La giuria [del Tribeca], che includeva tra i suoi membri Sheryl Crow e Damon Dash, ha scelto meglio con la sua menzione speciale: la black comedy italiana 'L'estate di mio fratello'. Il film, diretto da Pietro Reggiani, comincia come un giocoso viaggio all'interno dell'immaginazione di un figlio unico e si evolve in una esplorazione sorprendentemente appassionante del senso di colpa cattolico, quando i desideri del bambino nei confronti del fratellino che sta per nascere si realizzano tragicamente. (Sam Adams, Philadelphia City Paper)
Mi sono piaciute molte cose del film italiano L'estate di mio fratello, che è stato proiettato qualche mese fa al Tribeca. (.) La luce e la composizione delle inquadrature sono semplici, immediate. Nel ruolo principale, il novenne Sergio, Davide Veronese esordisce in modo superbo. (.) La musica classica della colonna sonora - Mozart, Vivaldi, Medelssohn - si è rivelata ideale per una domenica pomeriggio di sole opprimente. (NP Thompson, Greencine daily)
Ho visto questo film ad un festival: è magnifico! Mi domando come non trovi un distributore, merita di essere visto da tutti... (Massimiliano Vergani, spettatore, su Filmtv.it)
Risulta molto sconsolante constatare come questo lavoro, alla ricerca di una distribuzione da ormai quasi tre anni, non riesca a trovare nessuno disposto a lanciarlo sul mercato. (Nicola Cupperi, Nonsolocinema)
Caro Severgnini, sono un`italiana residente a New York. Sono andata a vedere i film italiani in concorso al Tribeca Film Festival e mi è piaciuto molto «My brother`s summer», una graziosa opera prima di un certo Reggiani. Ho scoperto per caso guardando il sito del festival che ha vinto la menzione speciale, uno dei premi principali. Niente male, tra oltre un centinaio di film. Eppure i giornali italiani non ne hanno minimamente parlato, nemmeno il Corriere della Sera, che pure dedica un mucchio di articoli a quello che accade a New York. Perché? Gli ingredienti sembravano esserci tutti: New York, il Tribeca film festival creato apposta dopo l`11 settembre per far riprendere il quartiere delle Torri gemelle, il cinema italiano in crisi che riceve finalmente un riconoscimento internazionale, un film grazioso su un tema (l`infanzia) poco sfruttato di questi tempi dalla grande cinematografia. (Paola Belfiore, lettera al Corriere della Sera)
Storia
Trailer e brani
Cast & crew
Locandina
Nuvola Film
SelfCinema





L'estate di mio fratello

Dati tecnici



















di Pietro Reggiani

Vuoi contribuire alla distribuzione del film "L'ESTATE DI MIO FRATELLO" ?
Leggi il progetto di SELF-CINEMA su www.selfcinema.it

Trama
Verona, 1970. Il piccolo Sergio non si trova bene, nel mondo, e preferisce restare da solo, a fantasticare. Quando i suoi genitori, durante un'estate trascorsa in campagna, gli dicono che avrà un fratellino, comincia a fantasticarlo e finisce per immaginare di bruciarlo vivo su una graticola. Qualche giorno dopo, la madre ha un aborto, e il piccolo Sergio si trova ad affrontare le sue grandi colpe.


Premi
santa marinella film festival 2006
e successivamente presentato al festival
Autunno sull'Amur a Blagoviescensk
con il quale il festival italiano è gemellato
Tribeca Film Festival 2005 (New York), Menzione Speciale della Giuria Miglior Film (Special Mention of the Jury - Best Feature)

Festival du Monde di Montreal 2005, menzione speciale Miglior Opera Prima (Special Mention Best First Time Feature)

Bergamo Film Meeting 2005, miglior film (Best Feature)

Festival del cinema indipendente di Foggia 2005, miglior film

Chieti Film Festival 2005, miglior film

Cinema a mezzogiorno - Torella dei Lombardi 2005 (Avellino), miglior film

Missing film festival - Genova 2005, miglior film

Sulmona Cinema Film Festival 2005 (L'Aquila), miglior attore protagonista (Best Actor in a Leading Role)

Festival del cinema italiano di Gallio 2005 (Vicenza), migliore sceneggiatura (Best Screenplay)

Zion International Film Festival 2005 (Utah), premio del pubblico (Audience Award)

Festival internazionale del cinema delle culture mediterranee - Bosa Marina 2005 (Sassari), menzione speciale (Special Mention)


Partecipazioni a Festival
Shanghai International Film Festival 2005, Italian Focus

Gent International Film Festival, Panorama

Oulu Children International Film Festival, Antalya International Film Festival

Bend International Film Festival, Port Townsend International Film Festival - Concorso

Daytona Beach International Film Festival - Concorso

Annapolis International Film Festival

Rehoboth Beach International Film Festival

Sedona International Film Festival 2006

Tiburon International Film Festival

Stockolm Junior International Film Festival

NatFilmFest Copenhagen


Stampa
"Un film diverso da tutti... il bambino è diretto benissimo, lo stile oscilla tra realtà e immaginazione, sentimenti e ironia in modo molto riuscito."
(Lietta Tornabuoni, La Stampa)

"Senza presunzione ma con sorprendente efficacia, questo particolarissimo film italiano offre dell'immaginario dei bambini un ritratto ravvicinato e obiettivo."
(Ronnie Scheib, Variety)

My brother's summer
by Pietro Reggiani

2005 Tribeca film festival
"competition" section

Synopsis
Verona, 1970. Young Sergio is not at ease with the world and prefers keeping to himself and his daydreams. When his parents, during a summer spent in the country, tell him that he is going to have a little brother, he begins to daydream and ends up imagining himself burning his brother alive on a grill. A few days later, when his mother suffers a miscarriage, little Sergio comes face to face his tremendous sense of guilt.


Press
"A film different from any other... the style swings between reality and dream, deep feelings and fun in a very successful way."
(Lietta Tornabuoni, La Stampa)

"Unassuming but oddly effective Italian curio offers a deadpan, straight-ahead look at childhood imagination."
(Ronnie Scheib, Variety)



Durata: 80'
Formato: 35mm.

Soggetto, sceneggiatura e regia: Pietro Reggiani
Montaggio: Valentina Girodo e Alessandro Corradi
Scenografia: Luisa Taravella con la collaborazione di Piccarda di Montereale
Fotografia: Luca Coassin e Werther Germondari
Suono: Filippo Porcari e Corrado Azzariti
Costumi: Valentina Taviani
Produzione: Antonio Ciano per Nuvola Film
Direttore di produzione: Marinella Mola
Delegato alla produzione: Giacomo Durzi

Interpreti principali:
Davide Veronese, Tommaso Ferro, Maria Paiato, Pietro Bontempo

Technical Data

Running time: 80'
Format: 35mm.

Subjet, screenplayed and directed by Pietro Reggiani
Editing: Valentina Girodo e Alessandro Corradi
Art director: Luisa Taravella in collaboration with Piccarda di Montereale
Photography: Luca Coassin e Werther Germondari
Sound: Filippo Porcari e Corrado Azzariti
Costumes: Valentina Taviani
Production: Antonio Ciano for Nuvola Film
Line producer: Marinella Mola in collaboration with Giacomo Durzi

Cast:
Davide Veronese, Tommaso Ferro, Maria Paiato, Pietro Bontempo



°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
www.mailextra.com - CENTINAIA DI NEWSLETTER GRATUITE!
LA NEWSLETTER IN EVIDENZA DI OGGI:
LEGA VEGETA SSJ2 MAILING LIST
Mailing List settimanale della Lega Vegeta Ssj2.com con tutti gli aggiornamenti e le news del sito!
Per iscriversi alla newsletter descritta clicca qui: http://www.mailextra.com/newsletter.asp?ID=11178
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
Per cancellarsi dal servizio di newsletter clicca qui:
http://www.mailextra.com/elimina.asp?ID=2113
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl