OMAGGIO A INGRID BERGMAN AL MUSEO JOSE' PANTIERI DI ROMA

05/mar/2004 17.19.56 Museo Cinema Roma Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
Questa e-mail ti giunge perchè sei iscritto alla newsletter:
IL M.I.C.S. -MUSEO CINEMA SPETTACOLO ROMA
http://mics.pagehere.com
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
Musica, viaggi, sport, borsa, amicizie, economia, oroscopo, sexy, news,
lavoro, divertimento, aggiornamenti. Centinaia di newsletters gratuite, ti
aspettano su http://www.mailextra.com
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°


Comunicato Stampa- leggi e diffondi grazie - trasmesso dal M.I.C.S. tel
063700266 e-mail : ^mics@email.it^

OMAGGIO A INGRID BERGMAN
AL M.I.C.S.- MUSEO JOSE’ PANTIERI DEL CINEMA E DELLO SPETTACOLO DI ROMA
PROIEZIONI- MOSTRA- INCONTRI DI STUDIO
ROMA 13-22 APRILE 2004 - M.I.C.S. - VIA PORTUENSE 101 (PORTA PORTESE)
Il M.I.C.S.- MUSEO JOSE’ PANTIERI DEL CINEMA E DELLO SPETTACOLO DI ROMA,
in collaborazione con il CO.I.F.- COMITATO ITALIA-FINALANDIA organizza e
presenta un ciclo di film dedicati alla grande attrice svedese INGRID
BERGMAN a cura di ROSARIO TRONNOLONE
Ingrid Bergman
Ritratto d'attrice in bianco e nero
*************************
*************************
Un ciclo di film per ricordare Ingrid Bergman,
un'attrice dalla carriera per molti versi unica nel
panorama cinematografico del ventesimo secolo, tesa a
confrontarsi con le poetiche più originali e
dissonanti della sua epoca. Scoperta nella nativa
Svezia da Gustaf Molander, si trasferì ben presto a
Hollywood, dove lavorò con Curtiz, Cukor, Milestone e
Fleming e fu musa ispiratrice di Hitchcock. Restia a
lasciarsi imprigionare nel cliché che Hollywood le
aveva costruito addosso, la Bergman alternò ruoli di
virgineo candore con altri di dolorosa abiezione,
reiterando più sottilmente la cifra dell'estraneità:
la nazionalità disparata dei suoi personaggi
hollywoodiani (fu prevedibilmente norvegese e tedesca,
ma anche francese, italiana e spagnola) serviva
indubbiamente a giustificarne l'insolita pronuncia
dell'inglese, ma sottolineava anche l'estraneità della
donna all'ambiente circostante e la provvisorietà
della sua presenza. Se dunque l'incontro con
Rossellini e il successivo Viaggio in Italia
suscitarono tanto scalpore, fu perché ci si era
lasciati rassicurare dalla luminosa serenità dei suoi
sorrisi e non si era stati capaci di leggere tra i
fotogrammi dei finali dei suoi film l'immagine
reiterata di una donna in partenza, di una donna in
fuga, in treno o in aereo, a cavallo o in automobile,
tesa ad un inarrestabile ricominciare. Anche
Rossellini la utilizza come testimone di una alterità,
e sottolinea l'estraneità della profuga nell'isola
vulcanica, della moglie del diplomatico nei caseggiati
romani, della turista inglese nel meridione d'Italia,
della voce recitante nell'opera musicale,
Il ritorno al cinema internazionale la vede impegnata
con registi come Renoir, Litvak, Donen, e Lumet, fino
all'ultimo film girato con il connazionale e omonimo
Bergman, malinconica sonata a due voci, che si chiude
con un monologo rivolto ai contorni sfumati del suo
viso riflesso nel finestrino dell'ennesimo treno.

Dalla grazia scontrosa della protagonista di "Notte di
Giugno", passiamo alla dolente luminosità delle
tormentate eroine di "Gaslight" e "Notorious", dalla
durezza amareggiata della protagonista di "Stromboli",
alla malinconia elegante di "Aiméz-Vous Brahms..",
alla feroce determinazione della vendicativa eroina
del dramma di Durrenmatt. Sei ritratti in bianco e
nero per un'attrice dal volto di eccezionale
trasparenza emotiva, eppure mai completamente
raggiungibile, il cui mistero si chiude intatto e
indecifrabile proprio quando sembra aprirsi alla
lettura più intima. Un omaggio doveroso ad un'attrice
e ad una donna di immenso talento e di fascino
incomparabile.

Rosario Tronnolone
curatore della rubrica di Cinema della Radio Vaticana



******************
PROGRAMMA DEI FILM


* martedì 13 aprile ore 16,30: "Juninatten" (1940) di Per Lindberg
con Marianne Loefgren, Tollie Zellmann, Gunnar Sjoberg

* giovedì 15 aprile ore 16,30: "Gaslight" (1944) di George Cukor
con Charles Boyer, Joseph Cotten, Angela Lansbury

* sabato 17 aprile ore 16,30: "Notorious" (1946) di Alfred Hitchcock
con Cary Grant, Claude Rains, Madame Konstantin

* martedì 20 aprile ore 16,30: "Stromboli" (1949) di Roberto Rossellini
con Mario Vitale, Renzo Cesana, Mario Sponzo segue cortometraggio :
^Provini a Santa Brigida^ (1949 c. ) di Roberto Rossellini (rarità)

* giovedì 22 aprile ore 16,30: "Aimez-Vous Brahms.." (1961) di Anatole
Litvak
con Yves Montand, Anthony Perkins, Jessie Royce-Landis

* sabato 24 aprile ore 16,30 :"The Visit" (1964) di Bernhard Wicki
con Anthony Quinn, Valentina Cortese, Paolo Stoppa

******
POSTI LIMITATI- PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA
E-MAIL ^mics@email.it^
Sarà allestita anche una mostra iconografica all0interno del grande Museo
(1500 mq. espositivi con visite guidate di 90 minuti al martedì, giovedì
e sabato




++++++++++








°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
www.mailextra.com - CENTINAIA DI NEWSLETTER GRATUITE!
LA NEWSLETTER IN EVIDENZA DI OGGI:
VIDEOPOLIS
riceverai in e-mail le novita' del mese
Per iscriversi alla newsletter descritta clicca qui:
http://www.mailextra.com/newsletter.asp?ID=1495
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
Per cancellarsi dal servizio di newsletter clicca qui:
http://www.mailextra.com/elimina.asp?ID=4744

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl