Trani Film Festival: comunicato stampa n. 06/02

13/lug/2002 11.47.27 Utente Non Registrato Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Prima nazionale al Trani Film Festival

per il nuovo film del regista Matteo Garrone

L’imbalsamatore per la prima di Trani Cinema

Saranno presenti in sala l’autore e l’attore Ernesto Mahieux.


Al via domani anche Cortomirante

 

 

Parte ufficialmente domani, domenica 14 luglio, la sezione Trani Cinema nell’ambito della terza edizione del Trani Film Festival. In programma c’è un’anteprima nazionale: “L’imbalsamatore”, film del regista Matteo Garrone prodotto dalla Fandango del barese Domenico Procacci, presente all’inaugurazione del festival per la consegna dello Stupor Mundi 2002 a Valeria Golino.

Il protagonista del film è Peppino, “un uomo troppo piccolo”. Ha 50 anni ed ha sempre guardato il mondo cogli occhi d’un bambino che rischia di essere calpestato dagli adulti, tra i quali deve pur farsi largo. Allora s’è guadagnato un ruolo di rispetto, che lo rende inattaccabile: fa l’imbalsamatore, un mestiere in cui è talmente bravo che la camorra ricorre a lui per imbottire i cadaveri che vengono utilizzati come insospettabile veicolo nello spaccio della droga. Gli altri protagonisti sono Valerio, un ragazzo troppo alto, che fa il cameriere, e Debora, una ragazza con la bocca rifatta, una che cambia continuamente mestiere. I tre s’incontrano casualmente: hanno sogni diversi, bisogni nascosti, pulsioni segrete. Sono tre naufraghi che cercano di attaccarsi alla certezza di un amore capace di normalizzare e giustificare il comune male di vivere. Incapaci di dialogare come di accettare le ragioni dell'altro, si perderanno tragicamente.

“L’imbalsamatore” è il quarto lungometraggio di Matteo Garrone, regista romano di 34 anni, che ha girato anche due documentari e tre cortometraggi: uno di questi, Silhouette, nel ’96 ha vinto il Sacher Festival di Nanni Moretti, mentre il suo terzo lungometraggio, Estate Romana, realizzato nel 2000, è presente nella selezione ufficiale del Festival di Venezia e partecipa ai Festival di Londra, Buenos Aires e Rotterdam.

Matteo Garrone domani sarà presente in sala con Ernesto Mahieux, l’uomo piccolo del film. Mahieux vanta una grande esperienza in teatro, dove ha recitato in oltre 25 spettacoli, da “Esposito Teresa” di Nino D’Angelo (1985) a “Sogno di una notte di mezza estate” di Tato Russo (2000-2003), ma ha lavorato tanto anche nel cinema, dove è stato diretto da Stelvio Massi, Ettore Scola, Giancarlo Giannini e, di recente, oltre a Matteo Garrone ne “L’imbalsamatore”, da Nino D’Angelo in “Aitanic” e da Pasquale Squitieri in “L’avvocato De Gregorio”, film che uscirà in autunno e che già si preannuncia un evento.

Nella serata di domani entrerà nel vivo anche Cortomirante, il concorso di cortometraggi. Saranno proiettati i corti “La prossima volta” di Fabio Simonelli (sez. pellicola), “La spola” di Alberto Comandini (video) e “L’amore congenito” di Giovanni Covini (video).

 

Con preghiera di diffusione attraverso i mezzi a Vs. disposizione.

 
 
Per maggiori informazioni
Resp. Comunicazione: Antonio Procacci½tel 347/9716355 · e-mail: antonio.procacci@t-press.it



blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl