DALLO SCHERMO ALLA SCENA E VICEVERSA.

31/lug/2004 18.50.33 CASTING Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Dallo schermo alla scena e viceversa

Tra i prossimi impegni di Michele Filipponio, un kolossal sulla vita di Federico II

 

Michele Filipponio ha da poco terminato uno spettacolo teatrale presso il Teatro Kursaal Santalucia di Bari, portando in scena lo scorso 30 giugno «Hedda Gabler» di Henrik Ibsen (regia di Teresa Conforti), ed un cortometraggio dal titolo «Carpe Diem» (regia di Gaetano Pasella). «Hedda Gabler fu rappresentato per la prima volta - commenta il giovane attore valenzanese, che ha interpretato lo scrittore Ejlert Lövborg - il 31 gennaio 1891, al Residenztheater di Monaco (Germania). Al di là della sua perfetta costruzione drammaturgica, è notevole la cura con cui sono descritti i personaggi che circondano Hedda. Quest’ultimo personaggio è certamente il più inquietante, enigmatico e contraddittorio descritto da Ibsen». Tra le prossime iniziative, un ruolo in un mediometraggio scritto e diretto da Francesco Mastronardi e la stesura di una sceneggiatura tratta da una storia vera e raccontata in un libro (un film che lascerà un segno nelle coscienze). Infine, un sogno nel cassetto: interpretare uno degli imperatori più discussi e importanti della storia universale: Federico II di Svevia, più comunemente conosciuto come «Stupor Mundi». Nel frattempo scrive la sceneggiatura del film.
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl